Articoli

Un biglietto unico per due entusiasmanti sfide: Società Ginnastica Triestina Calligaris e Pallacanestro Trieste 2004 comunicano che, in occasione del “Basket Day” in programma domenica 12 ottobre 2014 al PalaTrieste ”Cesare Rubini”, l’acquisto di un tagliando per la partita di A2 Gold tra la formazione biancorossa e il Basket Veroli (inizio ore 18.30) darà diritto ad assistere gratuitamente anche alla gara di serie A1 Femminile che vedrà opposta la Società Ginnastica Triestina Calligaris alla Ceprini Costruzioni Orvieto (palla a due alle ore 16.00).

I prezzi dei tagliandi sono i seguenti:

BIGLIETTO “GOLD” (posto numerato settore A + accesso alla sala Hospitality)

Intero: € 35,00

BIGLIETTO “SILVER” (posto numerato settore B, F e J)

Intero: € 20,00

BIGLIETTO “BRONZO” (posto non numerato)

Intero: € 13,00

Ridotto: € 8,00 (per ragazzi nati tra il 01/01/1996 e il 31/12/2001 compreso, per disabili e accompagnatori)

Per i bambini da 0 a 12 anni, l’ingresso nei settori non numerati sarà gratuito.

Si comunica inoltre che tutti i possessori di abbonamenti 2014/15 di Pallacanestro Trieste 2004 potranno accedere gratuitamente al match della Società Ginnastica Triestina Calligaris, esibendo il proprio titolo presso l’entrata del palasport: lo stesso avverrà per tutti coloro che hanno sottoscritto una tessera valida per il campionato di basket femminile della Società Ginnastica Triestina Calligaris, previo ritiro di un tagliando-omaggio presso le casse del PalaTrieste, aperte domenica dalle ore 15.10 in poi.

Per la prevendita e la richiesta di eventuali informazioni, è possibile contattare il “Ticketpoint” di Corso Italia 6/C al numero di telefono 040-3498276, oppure tramite messaggio di posta elettronica all’indirizzo mail “banco@ticketpointrieste.it”. Si ricorda che la biglietteria osserva il seguente orario di apertura: 8.30-12-30 e 15.30-19, da lunedì a sabato compreso.

Ti è piaciuto questo articolo?

La Pallacanestro Trieste 2004 cede al Lokomotiv Kuban di coach Sergej Bazarevic nel 1° Memorial “Mira Poljo”, disputato al “PalaBigot” di Gorizia: 68-87 il risultato di una gara generosa per il team di Eugenio Dalmasson che, pur contro una formazione nettamente più tecnica e forte, ha disputato un buon match sotto il profilo dell’intensità.

Kuban tenta subito di accelerare in apertura di contesa, sul 0-5 del 2′, ma Trieste è brava a non scomporsi, restando in scia e pareggiando i conti due minuti più tardi con una penetrazione vincente di Tonut (6-6). Una buona difesa e i punti del duo americano Grayson-Holloway permette ai giuliani di andare anche in vantaggio di tre punti sul 13-10, con sorpassi e contro-sorpassi lungo tutto il corso del primo quarto. Alla prima sirena il Lokomotiv è avanti di una lunghezza, aprendo poi progressivamente il gas nei minuti iniziali del secondo quarto: Grigoriev, Balashov e Randolph regalano infatti il +10 ospite al 15′ (19-29), con contemporanea pressione difensiva – spesso a tutto campo – che mette in difficoltà i biancorossi. Il distacco tra le due squadre tocca le quindici lunghezze a due minuti dalla pausa lunga, con i giuliani che riescono leggermente a limitare il passivo affidandosi a Tonut e Holloway.

Trieste tenta di ritornare a contatto con Kuban, trovando due triple consecutive con Grayson (32-44), ma il ritorno di fiamma della squadra di Bazarevic non si fa attendere. Il break di 13-2 in favore del Lokomotiv, costruito con una buona verve nel tiro pesante e a un paio di contropiedi vincenti, allunga il divario al 27′ sino sul 37-62. Ultimi minuti positivi di terzo quarto per i giuliani, che imbucano cinque liberi di fila e una conclusione dalla media distanza con Marini, terminando sul 44-62 la penultima frazione. Con il risultato in mano ai russi, Trieste riesce a mantenere la concentrazione non permettendo al Kuban di allargare ulteriormente la forbice di vantaggio: nonostante le mani caldissime dalla lunga distanza di Krunoslav e Delaney, i biancorossi si affidano alla coppia Grayson-Holloway e a una miglior circolazione offensiva di palla per chiudere il match sotto i venti punti di divario.

— 

Pallacanestro Trieste 2004-Lokomotiv Kuban 68-87 (15-16, 26-40, 44-62)

Pallacanestro Trieste 2004: Coronica, M.Norbedo, Tonut 13, Mastrangelo 4, G.Norbedo, Grayson 18, Candussi 4, Carra 7, Marini 2, Holloway 20, Fossati. All. Dalmasson

Lokomotiv Kuban: Delaney 11, Randolph 10, Hendrix 15, Kurbanov 2, Voronov 3, Simon, Balashov 11, Grigoriev 11, Kolyushkin 3, Zubkov 5, Zhukanenko 2, Miles 6, Krunoslav 8. All. Bazarevic

Ti è piaciuto questo articolo?

A meno di quindici giorni dall’inizio della serie A2 Gold, la Pallacanestro Trieste 2004 affronta l’ultima parte di preparazione pre-campionato sfidando mercoledì sera il Lokomotiv Kuban nella cornice del ‘‘PalaBigot” di Gorizia (palla a due alle ore 19.00, ingresso gratuito con la possibilità di effettuare un’offerta libera in favore della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori).

Quella attualmente in corso sarà una settimana particolarmente impegnativa per i biancorossi, con ulteriori due amichevoli da poco ufficializzate da parte della società: nella giornata di giovedì 25 settembre, Trieste sarà impegnata a Parenzo (Croazia) per affrontare un’altra formazione russa – quella del Novosibirsk – con inizio della partita fissato per le ore 17.00. Sabato 27 alle 18.30 al “PalaBenedetti” di Udine i giuliani faranno invece visita all’Apu Gsa, nel secondo scrimmage estivo contro i friulani.

“E’ certamente un periodo con molti alti e bassi da parte nostra” commenta coach Eugenio Dalmasson, che per un momento torna a parlare del match perso venerdì scorso ad Aquilinia contro Forlì: “Era un test importante, anche perché i romagnoli sono tra le avversarie che affronteremo durante il campionato: da un aspetto positivo, quello degli 89 punti segnati in tutto, stonano però i 100 subìti. E’ chiaro che, nel nostro percorso di crescita, avremmo voluto disputare una gara diversa in difesa, ed è con spirito forte che sabato mattina eravamo già in palestra ad analizzare gli errori commessi. Di certo, dobbiamo mettere in preventivo quanto importante sia limare questo tipo di situazioni, prima dell’inizio della stagione”.

Con l’impegnativo e al tempo stesso suggestivo test contro il Kuban di coach Sergej Bazarevic, che tipo di gara c’è da aspettarsi da parte di Trieste? “Sicuramente, essendo un’amichevole, avremo la possibilità di giocare con grande serenità mentale una gara sulla carta proibitiva, visto anche il valore degli avversari” spiega l’allenatore biancorosso. Il Lokomotiv è una formazione da primi 15 posti nel ranking europeo, con diversi giocatori che hanno anche militato in NBA e che delineano a chiare tinte quale sia la forza del roster. Per noi sarà una serata di prestigio, con l’orgoglio di essere i sparring-partner di una delle squadre più forti del continente, ma questo diventa soprattutto un appuntamento dove sarà nuovamente fondamentale dare il 110% in campo. Stiamo per proiettarci verso la fase finale della preparazione e dobbiamo rafforzare il nostro impegno, mettendo da parte i problemi di varia natura che oltretutto sono intercorsi negli ultimi giorni”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Dopo il positivo test di domenica scorsa a Caprile contro l’Umana Venezia, per la Pallacanestro Trieste 2004 è tempo di tornare nuovamente in campo: i biancorossi saranno chiamati infatti a un nuovo scrimmage mercoledì pomeriggio, questa volta contro l’Apu Udine (ore 16.30 al PalaTrieste, a porte chiuse), in un match utile per confermare i progressi intravisti nelle ultime sfide pre-campionato.

“Affronteremo una squadra navigata e molto più esperta di noi” è il giudizio di coach Eugenio Dalmasson, “costruita per tentare il salto verso la A2 Silver e quindi in grado di poterci mettere in difficoltà. Di certo, test impegnativi come quello contro Udine ci permettono di mantenere sempre alta la concentrazione e di trovare stimoli importanti per continuare il nostro percorso di crescita. Sinora siamo stati in grado di interpretare al meglio tutte le situazioni che ci hanno visti impegnati sul parquet, sia sul lato degli allenamenti che in quello delle amichevoli già giocate. La nostra volontà è proseguire di questo passo, riuscire a fare bene anche contro l’Apu significherebbe proseguire brillantemente il nostro cammino prefissato”.

Il coach spende una parola sul nuovo arrivato Holloway, da qualche giorno al lavoro assieme alla squadra: “Murphy sta cercando di integrarsi nel migliore dei modi all’interno del roster, con il suo inserimento che di fatto diventa una delle tappe più importanti prima dell’inizio della stagione vera e propria. E’ importante sottolineare come ogni singolo componente della squadra stia lavorando forte assieme a lui, allo scopo di costruire velocemente quel DNA necessario per il difficile campionato che ci attende. Nonostante la fatica della preparazione si faccia sentire, crediamo che questo sia il momento giusto per continuare a stringere i denti e lavorare senza risparmiarci. Non basta infatti un buon allenamento o uno scrimmage positivo per poterci ritenere soddisfatti” conclude il coach, ”dobbiamo invece continuare a investire su noi stessi per comprendere quali siano gli ulteriori passi in avanti che potremo fare. Ci sarà bisogno ancora di tempo, ma le basi per continuare a far bene ci sono davvero tutte”.

Ti è piaciuto questo articolo?

La Pallacanestro Trieste 2004 pareggia i conti nelle amichevoli disputate con il KK Portoroz: dopo la sconfitta della scorsa settimana a Lucija, il team biancorosso si impone nettamente nel retour match tra le mura amiche del PalaTrieste. Finisce 93-59, per una vittoria netta dei giuliani che hanno dimostrato tangibili segnali di crescita in questo secondo scrimmage pre-campionato.

Coach Dalmasson opta subito col duo Marini-Candussi sotto i tabelloni sin dalla palla a due iniziale, con Grayson, Tonut e Akele a completare lo starting-five. Il maggior peso in pitturato si fa subito sentire per Trieste, che parte di slancio nei primi cinque minuti di match concedendo due soli punti agli ospiti, segnati unicamente dalla linea di tiro libero. E’ 11-2 al 5′, vantaggio che i padroni di casa riescono praticamente a mantenere lungo tutta la durata del primo quarto, sino al +11 siglato da capitan Carra a fil di sirena (19-8). I giuliani scappano via nel punteggio già a inizio di seconda frazione, quando un break di 6-0 permette a Trieste di andare sul 25-8: sono poi i 17 punti di fila di uno scatenato Tonut, assieme a una difesa di grande spessore, a tracciare il solco tra le due formazioni a metà gara, chiusa dai giuliani sul 50-22.

Forte del largo vantaggio, la formazione biancorossa riesce a condurre in porto il match senza particolari patemi d’animo: nel terzo quarto, Grayson si mette in luce per la buona condotta in cabina di regia e un paio di triple segnate, mentre Akele riesce a crescere progressivamente di rendimento  sia in attacco che in difesa (72-38 al 30′). Piccolo lampo sloveno nei minuti iniziali di ultima frazione, che approfittano di un lieve calo da parte di Trieste per infilare un parziale di 8-1: la differenza nel punteggio rimane però amplissima in favore dei biancorossi, che hanno in Coronica e Carra gli uomini in più per riaccendere l’intensità a termine di gara e con la coppia dei fratelli Norbedo – formata dai giovani Giacomo e Matteo, autori di 5 punti in tutto – a completare l’opera.

Pallacanestro Trieste 2004-KK Portoroz 93-59 (19-8, 50-22, 72-38)

Pallacanestro Trieste 2004: Coronica 4, Tonut 22, Fossati, Mastrangelo 4, Carra 15, G.Norbedo 4, Grayson 14, Candussi 13, M.Norbedo 1, Marini 10, Akele 6, Zidaric. All. Dalmasson

(foto: Francesco Bruni)

Ti è piaciuto questo articolo?

Sono molti i giocatori biancorossi che, durante la scorsa estate, hanno vestito la maglia azzurra. In questa speciale ”lista” c’è anche Francesco Candussi, dedicatosi ben poco a spiagge e ombrelloni per gettarsi anima e corpo nell’avventura dell’Europeo Under 20 di Creta. “E’ stata una parentesi utile per mettere in pratica quanto fatto l’anno scorso in maglia biancorossa”, spiega il lungo: “Dopo alcune difficoltà, tipiche di un gruppo a cui serviva la chimica di squadra, trovare il ritmo in una competizione importante come quella continentale si è rivelato più semplice, anche se l’impegno fisico e mentale si è dimostrato nettamente diverso rispetto a quello di un intero campionato. La verità è che l’ Europeo ha messo in luce quali siano i punti su cui personalmente devo migliorare, per iniziare questo mio secondo anno a Trieste con le idee chiare su tutto il lavoro che c’è da fare in vista della prossima stagione”.

Per “Candu” c’è la grande consapevolezza che, nel reparto lunghi, servirà tanto lavoro sporco in area pitturata per poter affrontare col coltello tra i denti l’A2 Gold che si prospetta all’orizzonte: “E’ sicuramente giunto il momento di dimostrare che tipo di giocatore sono”, continua: “Dopo un campionato come quello scorso dove da parte mia ci sono stati tanti alti e bassi, sono consapevole che sono proprio questi fattori a divenire uno sprone in più per allenarsi con maggiore intensità. Sotto i tabelloni ci aspetta un compito arduo, con diversi giocatori di alto livello che punteranno a metterci in difficoltà: sarà necessario curare ogni più piccolo particolare, magari costringendo i lunghi avversari a correre, cercando poi di lavorare con maggior efficacia anche a rimbalzo”.

Francesco pensa anche alla crescita del collettivo biancorosso, elemento indispensabile per ottenere buoni risultati: “Ripartiamo da un team addirittura più giovane rispetto a quello dello scorso anno, ed è per questo motivo che l’intensità dovrà essere nuovamente la nostra arma principale. Il nostro è un bel gruppo, dentro e fuori dal campo: dovremo essere bravi a utilizzare tutto il nostro entusiasmo per sopperire alle difficoltà che inevitabilmente si potranno materializzare all’interno del campionato. Come naturale conseguenza, ci auguriamo di poter fare un passo avanti sul piano del gioco: concentriamoci a crescere di squadra e di intesa, se ciò avverrà i risultati non tarderanno ad arrivare”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Mesi intensi attendono Stefano Tonut e tutta la Pallacanestro Trieste 2004 nell’immediato futuro. Sin da questo inizio di preparazione, la guardia biancorossa è ben cosciente di quanto ci sarà bisogno del suo contributo sul parquet nella prossima serie A2 Gold, all’interno di un anno che potrebbe diventare quello più importante della sua giovane carriera.

Seppure all’inizio di stagione manchi ancora un mese abbondante, la concentrazione e la voglia di far bene in “Tonno” la si è vista sin dai primi allenamenti, con un’amichevole contro Portorose che l’ha visto essere subito il miglior marcatore della squadra. Sono questi alcuni indizi di come il giocatore classe ’93 palesi la volontà di salire immediatamente sugli scudi: “Non vedevo l’ora di iniziare” spiega, “anche se le mie vacanze sono durate praticamente una decina di giorni in tutto, era forte il desiderio di riabbracciare i miei compagni di squadra. Sono contento di continuare a vestire la maglia di Trieste e di poter proseguire il mio personale percorso di crescita nella mia città”.

Ma cosa servirà in particolare a Stefano per poter fare un ulteriore passo avanti? “Sicuramente la prossima sarà un’annata dove poter e dover migliorare, in termini di costanza di rendimento da mettere sul parquet. Ho ancora tanto da imparare come giocatore, soprattutto a livello di testa e mentalità: correggere i passaggi a vuoto e gli errori commessi in campo lo scorso anno è il mio obiettivo-base. Fare tutto questo, continuando a lavorare assieme a un coach come Dalmasson e al resto dello staff tecnico, è un qualcosa di estremamente importante per me. Ci aspetta un campionato duro, ma siamo tutti focalizzati su cosa ci attende e su come dovremo essere in grado di affrontare le difficoltà”.

In attesa dei prossimi impegni pre-stagionali e continuando a sudare in palestra assieme al resto della truppa biancorossa, Tonut si sofferma anche sull’avventura estiva con la Nazionale Sperimentale, un’esperienza unica nel suo genere che lo ha portato a toccare in maglia azzurra anche il suolo cinese: “E’ stato tutto veramente incredibile: mi sono trovato benissimo col gruppo, composto da tanti ragazzi giovani come me, sin dal primo giorno. Francamente, con tutti i giocatori di serie A che facevano parte del roster, avevo il timore di non essere all’altezza della situazione: man mano che passava il tempo, ho capito però che la differenza con i più forti non era così abissale. Si è oltretutto creato un ottimo rapporto con Attilio Caja, bravissimo a curare i particolari e a dare un’impronta diversa ad ogni allenamento: di fatto, il mese trascorso con la Sperimentale si è dimostrato stimolante nel poter dimostrare tutto il proprio valore e per mantenere alta la concentrazione, al di fuori dell’ambito del campionato”.

Ti è piaciuto questo articolo?

10 anni di Pallacanestro Trieste 2004. Un decennio fatto di emozioni, di gioie e dolori, vittorie e sconfitte, nel quale è possibile riconoscere un filo conduttore: la costante presenza del pubblico biancorosso a fianco della squadra.

5.000 persone presenti in B2 allo spareggio-salvezza contro Bassano; 6.000 nella gara-5 contro Chieti, che ha sancito la promozione dalla B1 in Legadue; 4.500 nel decisivo scontro-salvezza contro Forlì della passata stagione in Adecco Gold. Sono, questi, solo alcuni esempi che testimoniano quale sia l’attaccamento ai nostri colori da parte degli appassionati del basket triestino, passione tramutatasi anche nei 1.237 abbonamenti acquistati in prelazione nella scorsa estate: un contributo fondamentale, a scatola chiusa, che ha permesso all’intera città di proseguire nel cammino in serie A2 Gold.

Alla luce di questi dati, con la consapevolezza di quanto i tifosi siano il suo patrimonio più importante, nel definire la campagna abbonamenti 2014/15 Pallacanestro Trieste 2004 ha fissato alcuni punti chiave:

– la conferma del prezzo delle tessere “BRONZO”, rimasto invariato rispetto alla stagione agonistica 2013/14;

– in adesione alle numerose richieste avanzate dai tifosi durante lo scorso campionato, la modifica degli abbonamenti “SILVER” con l’inserimento della tribuna centrale dietro le panchine (settore F), il ritorno alla numerazione dei posti e la possibilità di accedere al parcheggio interrato del “PalaTrieste” sino a esaurimento della disponibilità;

– la possibilità di avere in omaggio, per tutti i tifosi che sottoscriveranno una tessera valida per la stagione 2014/15, un abbonamento annuale gratuito al mensile “Superbasket” (distribuito via e-mail in formato digitale);

– la possibilità di beneficiare delle iniziative – riservate esclusivamente agli abbonati biancorossi – che verranno definite con alcuni sponsor durante il corso della stagione.

PREZZI ABBONAMENTI SERIE A2 GOLD 2014/15 

Questo il dettaglio dei prezzi della campagna abbonamenti di Pallacanestro Trieste 2004, valida per la stagione di serie A2 Gold: tutte le tessere permettono l’accesso al “PalaTrieste” per le 15 gare di regular season del campionato 2014/15.

ABBONAMENTO “GOLD” (posto numerato – settore A – con possibilità di parcheggio interno, accesso alla sala hospitality e abbonamento annuale gratuito al mensile “Superbasket”, distribuito via e-mail).

Intero: € 390,00

Ridotto: € 340,00 (riservato agli abbonati della stagione 2013/14 e ai ragazzi dai 13 ai 18 anni, nati dal 01/01/1996 al 31/12/2001)

ABBONAMENTO “SILVER” (posto numerato – settori B-F-J – con possibilità di parcheggio interno fino a esaurimento posti e abbonamento annuale gratuito al mensile “Superbasket”, distribuito via e-mail)

Intero: € 240,00

Ridotto: € 190,00 (riservato agli abbonati della stagione 2013/14 e ai ragazzi dai 13 ai 18 anni, nati dal 01/01/1996 al 31/12/2001)

ABBONAMENTO “BRONZO” (posto NON numerato – settori E-G + 1° anello – con abbonamento annuale gratuito al mensile “Superbasket”, distribuito via e-mail)

Intero: € 130,00

Ridotto: € 100,00 (riservato agli abbonati della stagione 2013/14 e ai ragazzi dai 13 ai 18 anni, nati dal 01/01/1996 al 31/12/2001)

 

ABBONAMENTO BAMBINI (posto numerato – settori A-B-F-J – per bambini dai 0 ai 12 anni, nati dopo il 01/01/2002 accompagnati da genitori dotati di abbonamento “GOLD” o “SILVER”)

Prezzo Unico: € 40,00

 

ABBONAMENTO MINIATLETI (riservato ad atleti dei settori giovanili delle società della Provincia di Trieste, posto non numerato, settori E-G e 1° anello)

Prezzo Unico: € 50,00

 

N.B.: i bambini da 0 a 12 anni potranno accedere gratuitamente al “PalaTrieste” in tutti i settori NON numerati.

 

DATA INIZIO CAMPAGNA ABBONAMENTI 2014/15 E PRELAZIONI

 

La campagna abbonamenti 2014/15 di Pallacanestro Trieste 2004 avrà inizio nella giornata di lunedì 25 agosto 2014, con la prelazione riservata agli abbonati della passata stagione che si concluderà nella giornata di sabato 13 settembre 2014.

A partire da lunedì 15 settembre 2014, la sottoscrizione degli abbonamenti sarà libera e aperta a tutti.

Non sussiste infine prelazione per i posti nei settori “BRONZO”, con le relative tessere che potranno essere sottoscritte sin dal primo giorno della campagna abbonamenti.

Per l’acquisto ed eventuali informazioni, è possibile contattare la biglietteria del TicketPoint di Corso Italia 6/c (Tel: 040-3498276, e-mail: banco@ticketpointrieste.it)

 

PREZZI DEI BIGLIETTI PER SINGOLE PARTITE – STAGIONE 2014/15

 

Questo il dettaglio costo dei tagliandi per le singole gare di campionato 2014/15:

 

BIGLIETTO “GOLD” (posto numerato settore A + accesso alla sala Hospitality)

Intero: € 35,00

 

BIGLIETTO “SILVER” (posto numerato settore B, F e J)

Intero: € 20,00

 

BIGLIETTO “BRONZO” (posto non numerato)

Intero: € 13,00

Ridotto: € 8,00 (per ragazzi nati tra il 01/01/1996 e il 31/12/2001 compreso, per disabili e accompagnatori)

 

Infine, per i bambini da 0 a 12 anni, l’ingresso nei settori non numerati sarà gratuito.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Un’importante riconferma sotto i tabelloni viene ufficializzata quest’oggi da Pallacanestro Trieste 2004: la società giuliana è infatti lieta di comunicare il perfezionamento dell’accordo con Umana Reyer Venezia – relativo al prossimo campionato di serie A2 Gold 2014/15 – per il prestito con doppio tesseramento del giocatore Francesco Candussi.

ll centro di 211 cm, nato a Palmanova (Udine) il 23 febbraio 1994, vestirà dunque nuovamente la maglia biancorossa per il secondo anno di fila, dopo la precedente parentesi in Lega Adecco Gold contraddistinta da una media di 5.8 punti e 3.9 rimbalzi a partita

Francesco, durante lo scorso mese di luglio, ha inoltre partecipato ai Campionati Europei U20 che si sono svolti in Grecia: nelle nove partite disputate in maglia azzurra, il giocatore ha realizzato 8.4 PPG e catturato 4.8 rimbalzi ad allacciata di scarpe, con un utilizzo medio per match di 19 minuti.

L’esperienza positiva dello scorso anno – avuta con la casacca giuliana – ha convinto ”Candu” a sposare con grande soddisfazione il progetto di Pallacanestro Trieste 2004 per un’ulteriore stagione agonistica, allo scopo di proseguire il proprio percorso di crescita con e per i colori biancorossi.

Sono personalmente molto felice di continuare questa esperienza professionale assieme a lui”, dichiara coach Eugenio Dalmasson: “Siamo convinti che Francesco, durante la prossima stagione, avrà la possibilità di reggere molto più solidamente il campo rispetto ai mesi passati. Le sue potenzialità e la disponibilità nel voler continuare a crescere come giocatore saranno delle variabili importanti per tutto il nostro team: Candussi potrà oltretutto ripartire da un finale di campionato estremamente positivo, in un ambito dove anche lui fu tra i protagonisti nella conquista della salvezza”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Uno dei componenti della Nazionale Under 20 sarà a disposizione dell’area pitturata biancorossa: Pallacanestro Trieste 2004 è infatti lieta di comunicare l’ingaggio del giocatore Leonardo Marini per la prossima stagione di serie A2 Gold.

L’atleta – centro di 206 cm, nato il 18 settembre 1995 – è cresciuto nelle fila del Petrarca Padova, squadra della sua città natale: con tale casacca ha disputato le annate 2010/11 e 2011/12, alternandosi tra prima squadra (quest’ultima militante nel campionato di C Regionale) e formazione Under 17.

Nel 2012/13 il giocatore si è trasferito a Siena, venendo inserito nel settore giovanile della Mens Sana e – grazie al doppio tesseramento – disputando il campionato di DNB con la Costone (4.6 punti di media a partita). Nella passata stagione, Marini è entrato nel giro della 1° squadra della MPS, disputando con la stessa maglia anche il campionato Under 19 Eccellenza (12.6 PPG, 10 rimbalzi e il 40% totale al tiro). Nello scorso mese di giugno, il giovane centro ha fatto inoltre parte della spedizione azzurra in Grecia per l’Europeo U20, con 7 partite giocate e la media di 1.7 PPG e 0.6 rimbalzi in 7 minuti di utilizzo per singolo match.

Leonardo Marini, con il quale Umana Reyer Venezia è attualmente in fase di trattativa e formalizzazione dell’acquisto, arriva alla Pallacanestro Trieste 2004 firmando un contratto annuale: “E’ un giovane molto interessante, che potrà crescere nel migliore dei modi in un ambiente come il nostro”, questo il commento del Presidente biancorosso Mario Ghiacci. “Marini, che ha già maturato alcune importanti esperienze anche con le Nazionali giovanili, è un altro tassello che si va a inserire nel nostro progetto dei giovani e che confermerebbe ulteriormente il nostro proficuo rapporto di collaborazione con la società orogranata di Venezia”.

Ti è piaciuto questo articolo?