Servirà un’autentica impresa. O Quasi. Nella 3° giornata di andata del campionato di serie A2 maschile, sabato 2 febbraio alla Bruno Bianchi, nel consueto orario delle 18.30, la Pallanuoto Trieste ospita il Chiavari. A leggere la classifica, e i risultati di questi primi due turni stagionali, con gli alabardati reduci dalle brillanti vittorie ottenute con Torino 81 (10-4) e President Bologna (3-9 alla Sterlino), e i liguri ancora fermi a quota zero punti, si potrebbe anche pensare ad una sfida dal pronostico favorevole alla Pallanuoto Trieste. Niente di tutto questo.

Il Chiavari, nonostante le battute d’arresto patite con Rn Imperia all’esordio e Como, può essere considerata senza dubbio una sicura pretendente ad un posto nei play-off. E poi basta dare un’occhiata all’infermeria della Pallanuoto Trieste per rendersi conto delle difficoltà che dovrà affrontare sabato la squadra di Marinelli. L’infortunio occorso a Miroslav Krstovic nella partita di Bologna terrà fuori l’attaccante serbo ancora per qualche tempo (situazione da valutare con attenzione quella del numero 6 alabardato), mentre in settimana si sono fermati anche Ray Petronio e Gabriel Namar. L’ex attaccante di Plebiscito Padova e Promogest Cagliari ha accusato un leggero stiramento al bicipite del braccio destro, il centroboa goriziano ha dovuto fare i conti con una fastidiosa contrattura al collo. Entrambi dovrebbero essere a disposizione di Marinelli per la sfida con il Chiavari, ma si sono allenati pochissimo e le loro condizioni fisiche sono quantomeno precarie.

“Non dobbiamo lasciarci condizionare da questi infortuni – spiega l’allenatore della Pallanuoto Trieste – davanti al pubblico della Bruno Bianchi noi giochiamo sempre per vincere. Il Chiavari è una squadra pericolosa, di qualità, ovviamente non siamo al meglio ma non cerchiamo scuse. Vogliamo conquistare il terzo successo di fila”. I liguri possono contare su una rosa di spessore, guidata in panchina dall’esperto Paolo Venturelli e trascinata in vasca dalle giocate del veterano Davide Venturelli, dai pericolosi attaccanti Guido Ferreccio e Alessandro Casazza, puntellata nel ruolo di centroboa dal croato Boris Popovic, uno dei migliori interpreti di questo ruolo nella categoria.

La Pallanuoto Trieste proverà a rispondere puntando ancora una volta sulla solidità difensiva, garantita dalle parate di Egon Jurisic, che ha concesso appena 7 reti agli avversari nelle due prime uscite stagionali. E poi spazio agli “abili e arruolati” del gruppo di Marinelli: Filippo Ferreccio, capitan Aaron Giorgi, Jacopo Giacomini e Vicente Henriques Berlanga (nella foto). Su di loro, e sulla freschezza atletica della pattuglia dei giovani in costante crescita, la Pallanuoto Trieste dovrà contare per mettere a segno un’altra, difficilissima, impresa.
Infine, la designazione arbitrale: la partita della Bruno Bianchi sarà diretta da Luca Bianco di Genova e Massimiliano Ruscica di Milano.

Le partite di sabato 2 febbraio (3° giornata di andata): Rn Imperia – Lavagna 90, Rn Sori – President Bologna, Plebiscito Padova – Torino 81, Como – Sc Quinto, Pallanuoto Trieste – Chiavari, Pallanuoto Brescia – Andrea Doria

La classifica: Como 6, Pallanuoto Trieste 6, Pallanuoto Brescia 6, Lavagna 90 4, Rn Imperia 3, Sc Quinto 3, Plebiscito Padova 3, Rn Sori 3, Andrea Doria 1, Chiavari 0, Torino 81 0, President Bologna 0

www.pallanuototrieste.com

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi