Un saluto biancorosso a tutti ;-)

11235282_10207558554395999_1854198851548544823_n

E’ una sensazione difficile da spiegare. Una decisione sofferta, senza dubbio. Perché quelle che mi lascio alle spalle sono state tre stagioni intense, emozionanti, faticose. Ma probabilmente le più belle che uno “scribacchino” – appellativo che uso spesso per definirmi – potesse testare sulla propria pelle in maniera diretta, per provare davvero cosa significasse essere in prima linea.

Quello di oggi è il mio ultimo giorno in Pallacanestro Trieste 2004. E voglio precisare immediatamente che è una decisione personale (vorrei sottolineare in maniera decisa che è per MOTIVI STRETTAMENTE PERSONALI) presa con assoluta tranquillità di spirito. Con la grande consapevolezza – e fermezza d’animo – di sapere cosa lascio, al tempo stesso ben conscio di aver sempre dato il massimo per tre consecutive annate. Tre campionati che mi hanno formato in maniera incredibile, permettendomi di fare ciò che reputo il lavoro più bello del mondo. E tutto questo al servizio di una squadra che sin da adolescente ho amato e seguito con passione.

Passione, sì! Veramente tanta. Perché quell’ideale aprire e chiudere il palazzetto per tante domeniche di campionato, sempre col sorriso di chi lo fa principalmente proprio per passione, mi ha entusiasmato. Mi ha reso felice come un bimbo che entra in una sala giochi e sa di trovare ogni volta il proprio videogame preferito, senza il bisogno di inserire le monetine per utilizzarlo.

Voglio ringraziare tutti coloro che in questi anni mi hanno dato fiducia e mi hanno fatto sentire a casa, in società e nello staff tecnico, assieme a tutti quei giocatori (passati e presenti) che mi hanno “coccolato” come se fossi uno di loro. Ma anche tutti gli amici – prima che giornalisti e addetti ai lavori – con cui ho avuto modo di collaborare. Non ultimi, i tanti (stupendi) tifosi che mi hanno seguito su lato social in questi tre anni.

Di tutto questo conserverò orgogliosamente e gelosamente momenti di profonda bellezza e di straordinario divertimento che, per certi versi, diventano i souvenirs più preziosi di un lungo viaggio biancorosso che ho avuto la grande fortuna di intraprendere e che oggi volge al termine.

A voi tutti, semplicemente…grazie!

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi