Che bella Interclub, quella uscita più che a testa alta dal confronto con la capolista Azzurra…e i 14 punti conclusivi sono addirittura frutto di un rilassamento dell’ultimo minuto, tamponato dal time-out chiamato prontamente da coach Birnberg.

Ma andiamo per ordine: l’inizio è ottimo per i colori muggesani, incisivi con Forza, Gola, Lavince e Maciotta nello scrivere il loro numero di maglia a referto. Il 20 a 15 è limpido nonostante l’approssimativo 6 su 15 dalla lunetta. Si intravede il “trend” della gara, caratterizzato da un fischio arbitrale puntuale su ogni contatto o infrazione che in qualche modo non consente l’aggressività, punto di forza delle squadre azzurre. Saranno 30 i falli complessivi della formazione di coach Perna, senza peraltro flessioni di rendimento vista la panchina lunga di cui dispongono gli ospiti. Per contro l’Interclub tiene una rara intensità di gioco offensiva e difensiva mentre combatte, avendo spesso la meglio, sulle palle vaganti. Il premio è nel risultato e nell’economia di gioco, cosa sicuramente appuntata nel taccuino di coach Romano Marini, presente sugli spalti in veste di osservatore salesiano.

Il 31 pari dell’intervallo fa riflettere sui potenziali 62 punti complessivi sui quali si potrebbe contenere una formazione abituata a bottini più consistenti, ma Demarchi non ci sta propiziando il 6 a zero lampo d’inizio terzo quarto e trascinando i suoi, assieme ad un ottimo Pecchiar ed al ritorno di Donda (che sigla i suoi primi punti al 27′ di gioco), verso l’11 a 27 della frazione, traendo peraltro profitto dall’imprecisione biancoblu (solo 5 su 18 dal campo nel periodo). Coach Birnberg e il vice Castellarin somministrano fiducia a piene mani nonostante il 42 a 58 parli chiaro. La presenza costante di Demarchi in campo testimonia la pericolosità latente dell’Interclub che affiora devastante a 3 minuti dalla fine con l’ennesima palla rubata di Fort e il possibile meno 7 (con una grande inerzia in mano) stoppato da un recupero in extremis di “ubiquo” Demarchi.

Si chiude con la soddisfazione di entrambe le parti, muggesana per la prova maiuscola che ha messo in evidente difficoltà la capolista e azzurrina per la conservazione dell’imbattibilità in vista dell’imminente recupero con la UBC. Sono due i recuperi infrasettimanali che attendono ora l’Interclub, martedì con l’ACLI San Daniele e giovedì a casa del BaskeTrieste.  Continuate così, ragazzi!

Interclub–Azzurra 65-79 (20-15, 11-16, 11-27, 23-21)

Interclub: Tonut 2, Visintini n.e., Forza 9, Gola 15, Fischer, Vattovaz, Maciotta 11, Bertocchi, Lavince 6, Fort 20, Maraspin, Mezgec 2. All. Birnberg- Castellarin.

Azzurra: Toscano 6, Bolle 2, Demarchi 30, Zinno 21, Diminich 2, Pecchiar 8, Milisavljevich, Buffolo, Donda 8, Scopaz, Agostini 2.. All. Perna.

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi