Dopo cinque sconfitte di fila, la Pallacanestro Trieste 2004 torna alla vittoria sbancando il Palaruffini di Torino: finisce 84-85 contro la Manital, in una gara dove la formazione di Eugenio Dalmasson ha avuto il merito di rimanere sempre incollata a una delle capoliste del torneo, riuscendo poi nei secondi finali del match a trovare l’azione vincente con Carra. Il canestro a fil di sirena da parte del capitano biancorosso ha infatti permesso ai giuliani di ritrovare l’appuntamento con i due punti, nonchè di chiudere un ciclo negativo in campionato che durava da più di un mese.

Trieste inizia molto bene il match, subito a segno con una tripla di Candussi, bissata dalla conclusione pesante di Hoover e da un contropiede vincente di Carra. Gli ospiti vanno in vantaggio anche di dieci lunghezze (7-17 al 7′), la Manital fa fatica a realizzare nella prima parte del quarto, andando poi a infilare il break di 9-0 con Amoroso, Gergati ed Evangelisti nella seconda metà di frazione (16-17 al 10′).

I biancorossi tornano a +6 con un’altra bomba imbucata da Hoover e, un minuto pià tardi, col tap-in di Fossati. I piemontesi si ritrovano a stretto contatto giuliano con le realizzazioni di Mancinelli (28-29 al 15′), mettendo successivamente la testa avanti per la prima volta nella gara con Wojciechowski. I tre liberi segnati da Hoover permettono a Trieste di tornare in vantaggio (31-34), ma su sponda torinese è nuovamente il giocatore polacco a riequilibrare completamente il punteggio. Nel testa a testa sino alla seconda sirena, Torino si dimostra offensivamente più efficace degli ospiti, grazie anche ai 15 punti sin lì siglati da Gergati (44-40 a metà gara, massimo vantaggio interno dei primi venti minuti).

La Manital si spinge sul +8 a inizio terzo quarto (51-43), dal canto suo la Pallacanestro Trieste 2004 cerca di restare in scia con i giochi di Diliegro e Carra, con quest’ultimo anche efficace dalla lunga distanza assieme a Candussi. E’ quindi Harris a riequilibrare nuovamente la partita a quota 55, per una formazione biancorossa che riesce anche a tornare in vantaggio di due lunghezze, prima di subìre il repentino ritorno di fiamma piemontese che, con 7 punti di fila, allunga nel finale di frazione (64-57).

L’equilibrio permane sino alla sirena conclusiva: Diliegro segna in apertura di ultimo quarto, Hoover dà poi il -2 grazie a un tiro da tre (64-62): è lo stesso giocatore americano, assieme a un gioco da tre punti di Carra, a mantenere in scia la formazione giuliana (68-67 a sette dalla fine). In un finale palpitante, Trieste mantiene la calma e costringe gli avversari all’arrivo in volata: Hoover piazza una nuova tripla a 50” dalla fine, mentre sul lato opposto la Manital dimostra mani fredde ai liberi (0/2 di Chessa, 1/2 di Evangelisti a 20” dal termine). Sul +2 interno, è ancora Hoover a realizzare, regalando il pareggio agli ospiti sull’83-83: in una nuova gita dalla linea della carità, Torino mette un solo punto a segno con Gergati, a 7” dalla sirena finale. Nel capovolgimento di fronte, il coast-to-coast di Marco Carra permette a Trieste di fissare il risultato sull’84-85, per una vittoria importante ai fini del morale e della classifica.

Manital Torino-Pallacanestro Trieste 2004 84-85 (16-17, 44-40, 64-57)

Manital Torino: Stojkov 1, Mancinelli 5, Evangelisti 6, Chessa 4, Baldasso n.e., Sandri 8, Amoroso 16, Mascolo n.e., Wojciechowski 20, Gergati 24. All. Pillastrini

 Pallacanestro Trieste 2004: Hoover 23, Fossati 4, Tonut, Harris 11, Mastrangelo, Ruzzier 7, Diliegro 15, Candussi 11, Carra 14, Urbani n.e.. All. Dalmasson

Ti è piaciuto questo articolo?
1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi