Articoli

Dimenticare Pressano, ripartendo da un terzo posto in classifica in coabitazione: l’obiettivo è semplice da definire per la Pallamano Trieste, che torna a Chiarbola dopo la prova opaca di quindici giorni or sono in Trentino. Di certo, per la squadra di Giorgio Oveglia, l’ostacolo da superare non è assolutamente banale: arriva Ferrara, con gli stessi medesimi punti in classifica (24) ma forte di una vittoria nel girone d’andata contro i biancorossi che i giuliani non vorrebbero facesse la differenza a fine di regular season.

Per vincere, e magari rovesciare in un sol colpo anche il -3 rimediato a fine ottobre, servirà la miglior pallamano possibile: ma, soprattutto, riuscire a recuperare lo smalto migliore e l’intensità giusta vista nell’ultima sfida interna contro Brixen: in quel contesto successe praticamente di tutto, con Trieste che rischiò di lasciare le penne agli alto-atesini, ma poi gli ospiti sciuparono tutto il vantaggio accumulato durante la partita, arrivando poi a perdere il match nel finale grazie al veemente ritorno di fiamma di Carpanese e soci.

L’Estense arriva nel capoluogo regionale dopo la brillante e sonante prestazione contro gli ultimi della classe dell’Emmeti Group: formazione estremamente interessante quella emiliana, che non è a braccetto con i biancorossi solo per puro caso. Forte di 4 vittorie consecutive in campionato, gli ospiti tenteranno di proseguire l’ottimo trend di inizio 2013 conquistando un ulteriore “scalpo”: cosa che Trieste non ha la minima intenzione di regalare agli avversari.

Si gioca sabato 9 febbraio, con orario di inizio alle 18.30.

Ti è piaciuto questo articolo?