Articoli

Giorgio Oveglia: “Fatti grandi passi avanti, ora pensiamo alla prossima stagione”

Crescono i giovani, cresce ancor di più l’intera squadra e – come naturale conseguenza – migliorano anche i risultati sul campo. Ma per una così semplice equazione non sempre si trovano con facilità le variabili giuste per arrivare a un sospirato “lieto fine”. A meno di non chiamarsi Pallamano Trieste che, per tradizione prima che per necessità, ha saputo cavalcare con autorevolezza l’ onda lunga contrassegnata dalle difficoltà economiche del passato.

Per Giorgio Oveglia, allenatore della truppa biancorossa arrivata quest’anno a un passo dai play-off scudetto, il bilancio di fine stagione si sovrappone già a quello che sarà il futuro prossimo della compagine giuliana. Ma il coach, giustamente, si ritaglia un piccolissimo spazio per sottolineare la propria soddisfazione: “I passi in avanti fatti sono stati tanti, soprattutto per il rendimento che i ragazzi hanno dimostrato sul parquet – spiega Oveglia – “Non possiamo definirlo una sorta di anno-fotocopia rispetto a quello precedente, essendo riusciti ulteriormente ad assottigliare il gap con le migliori squadre. Era quello che ci auguravamo da questo gruppo, che già in questi giorni sta lavorando col professor Igor Pekica per proiettarsi al meglio verso il campionato 2014/15 che ci attende”. 

Certo è che, analizzando un po’ a fondo l’attuale divisione della massima serie, i biancorossi si sono fatti strada in un girone A nettamente più competitivo rispetto agli altri. Un “handicap” che Trieste ha esorcizzato con 11 vittorie su 16 gare di regular-season, ma che a conti fatti rischiava (e rischia in futuro) di creare qualche mal di pancia a confronto con gli altri raggruppamenti, a coefficiente di difficoltà meno elevato. “E’ evidente che il nostro fosse il girone con il maggior numero di formazioni a poter combattere per le posizioni di vertice”, continua il coach, “ma dobbiamo anche sottolineare che la divisione geografica della massima serie, decisa dalla Federazione, permette alle società di poter gestire al meglio le risorse economiche. E sappiamo tutti come in questo sport non si navighi certo nell’oro…”. Su una possibile alternativa di riorganizzazione dei campionati, Oveglia non ha dubbi: “Passare a un girone unico da 14 squadre sarebbe un’alternativa da poter riproporre più in là, ma torno a ripetere che il movimento dell’handball nazionale deve fondare la propria priorità nel mantenersi in vita ed evitare imbarcate. Per farlo, le attuali logiche sono le più valide, anche se non necessariamente le migliori”.

Come già sottolineato, la squadra giuliana è attualmente alle prese con una sorta di “preparazione propedeutica” alla prossima stagione. E la società, in contemporanea, si sta già muovendo per definire il roster del futuro: nel taccuino di Giorgio Oveglia, cosa è stato segnato per poter effettuare un ulteriore salto di qualità? “Innanzitutto la riconferma di Ales Cunjac, giocatore che ha dimostrato grande serietà e voglia di mettersi a disposizione di tutta la squadra. Assieme al suo rinnovo, che contiamo di chiudere a breve, siamo alla ricerca di altri due giocatori giovani da inserire nel gruppo: abbiamo le idee sufficientemente chiare su chi puntare e stiamo seguendo costantemente un paio di prospetti interessanti. Anche in questo caso, la nostra volontà è quella di trovare l’accordo in tempi rapidi, avendoli così a disposizione il prima possibile”.

Tuttavia, la sfida più grande – quella che Trieste ha dimostrato di saper vincere negli scorsi anni – è parallelamente un’altra: quella di ricreare una nuova nidiata di talenti, alla stregua di quanto già accaduto con i giovani classe ’92 e ’93 che, dopo aver fatto incetta di titoli giovanili, attualmente popolano con profitto la 1° squadra. “Premettendo che in questa annata abbiamo un po’ sofferto la mancanza di continuità di risultati rispetto al passato, nutriamo grandi aspettative dalle rappresentative U14 e U12, nonché abbiamo circa 1.200 bambini tra i 7 e i 10 anni da coinvolgere in un progetto che porteremo avanti all’interno delle scuole. A livello numerico siamo in tantissimi, sono sicuro che lavorando con questi gruppi potremo costruire le prossime generazioni biancorosse”. 

Ma il futuro della Pallamano Trieste potrà tornare mai a essere nuovamente tricolore? C’è un regalo che coach Oveglia chiederebbe al proprio Presidente, il professor Lo Duca, per ricucirsi sul petto un titolo che manca all’ombra di San Giusto da 12 anni? “Qualcosa di estremamente banale”, sorride: “Un main sponsor triestino che ci possa far tornare ai fasti di un tempo. Anche per cancellare quel “17” dal numero degli scudetti vinti che comincia un po’ a pesarci e, detta tra noi, forse inizia a portarci anche un po’ di sfiga…”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Crese Cup 2014, la 13°edizione sarà la più ricca di sempre

Conto alla rovescia per la 13esima edizione della Crese Cup, il torneo sportivo più partecipato di Trieste, che si prepara ad animare l’estate 2014 tra conferme e novità, compresa la location di Udine.

Tra le “new entry” in primis, sul fronte del calcio, la registrazione del trofeo a livello federale (F.I.G.C), verrà inoltre introdotto un camp multidisciplinare dedicato ai bambini, i momenti più importanti della manifestazione saranno seguiti in diretta da Fvg Sport Channel e verrà posizionato un maxischermo per assistere alle partite dei Mondiali di Calcio. L’evento punta a coinvolgere, come nel 2013, oltre 5mila persone da tutto il Friuli Venezia Giulia. Le discipline quest’anno saranno calcio, basket, volley, football, pallamano, calcio balilla e ping pong. Anche nel 2014 forte la componente mediatica, non solo con le dirette tv ma anche streaming sul web, in aggiunta a centinaia di video, gallery fotografiche, pagine dedicate su internet e i social network, un album di figurine speciale, con i volti dei protagonisti e tante sorprese.

SEDE – A Trieste Crese Cup troverà posto anche quest’anno nel campo di calcio di Borgo San Sergio, in via Petracco, che si trasformerà per un mese in un vero e proprio villaggio dello sport aperto a tutti. Saranno allestiti tre campi di calcio a 7, due campi di volley, uno campo di basket e uno con canestro da mini basket, un campo da football, uno di handball, due campi da calcetto, uno spazio per il ping pong e un’area con maxi-schermo per assistere ai Mondiali. Il tutto accompagnato sempre dai chioschi enogastronomici presenti sul posto.
A Udine sul Campo della Serenissima a Pradamano

CALCIO Crese Cup 13° edizione: da quest’anno competizione regolarmente registrata a livello federale (F.I.G.C.), fasi eliminatorie in programma a Trieste e Udine, con l’attesissimo epilogo delle finali Regionali a Trieste. Diretta televisiva e streaming video delle fasi finali sull’emittente Fvg Sport Channel. Crese League 4° edizione: torneo di calcio a 7 con la sua collaudata ed apprezzata formula, che prevede un numero massimo di 3 giocatori tesserati per ogni rosa iscritta. Crese Girl 3° edizione: torneo di calcio a 7 per coinvolgere anche le ‘quote rosa’. Crese Replay 3° edizione: torneo di calcio a 7 ad eliminazione diretta, al via a partire dal termine della fase a gironi dei tornei Crese Cup e Crese League. Le compagini eliminate nei raggruppamenti avranno così comunque la possibilità di competere per un ambito trofeo, nonostante la precedente eliminazione. Crese Over 35 3° edizione: torneo di Calcio a 7 riservato agli Over 35, grandi appassionati con anni di sport alle spalle pronti ad scendere in campo tra amici e compagni ed ex compagni di squadra. Crese Veterani – una novità ancora in cantiere. LE DUE FINALISTE DI UDINE GIOCHERANNO A TRIESTE CONTRO LE DUE FINALISTE TRIESTINE PER AGGIUDICARSI L’AMBITO PREMIO CAMPIONE REGIONALE

BASKET Crese Basket Open 4° edizione: torneo di basket riservato ai semi-professionisti. Crese Basket Free 4° edizione: torneo di basket senza l’obbligo di giocatori tesserati, spazio quindi a tutti gli appassionati della disciplina.

VOLLEY Crese Green Volley Open 4° edizione: schiacciate e muri terranno il pubblico col fiato sospeso! Competizione mista, con l’obbligo di almeno due donne e Crese Green Volley Free 4° Edizione per tutte le squadre formate da amici con la passione del Volley

FOOTBALL Crese Fiveman 3° edizione: torneo di football americano 5 vs 5 all’insegna della fisicità, della velocità e della grinta. Una disciplina in costante espansione e sviluppo, non poteva non ritrovare il suo spazio a Borgo San Sergio!

CALCIO BALILLACrese Balilla (New): il calcetto, il biliardino, in qualsiasi modo lo vogliate chiamare, uno dei passatempi estivi (e non solo) per eccellenza! ragazzi e ragazze, grandi e piccini, questo nuovo torneo é aperto a tutti voi!

PING PONGCrese Pong (New): un’altra novità dell’edizione 2014, per far divertire tutti.

TORNEI JUNIORCrese Junior: nel 2014 i bambini saranno protagonisti a Borgo San Sergio, con la grande novità voluta per coinvolgere anche i più piccini. Due diversi tornei di calcio a 7, entrambi registrati a livello federale (F.I.G.C.) e riservati alle categorie Crese Junior Pulcini: (bimbi nati nel 2003) e Crese Junior Esordienti (bimbi nati nel 2001 e 2002).

CRESE CAMP DECATHLON, SPAZIO AI BAMBINI – I bambini iscritti alla Crese Camp avranno la possibilità di praticare tutti gli sport del Crese Village (Calcio, Basket, Pallavolo, Football e Pallamano), ma potranno anche giocare con la nuovissima Playstation 4 su maxischermo e divertirsi nella piscina allestita esclusivamente per loro. Un’oasi di sport formato bambino, dove servizi e attività saranno studiate ad hoc, per accontentare tutte le esigenze dei piccoli partecipanti.

LE CRESE OLIMPIADI (New) – Full immersion di sport in una giornata intera. Tutti contro tutti, squadre miste da 6 a 8 giocatori si daranno battaglia in tutte le discipline, dal 9 del mattino in poi, senza sosta, in un continuo avvicendarsi di sfide.

MONTEPREMI – Ricco il montepremi per l’edizione 2014, che andrà a valorizzare i migliori in campo nelle varie discipline, consegnando riconoscimenti alle squadre vincitrici e ai singoli giocatori che si saranno distinti nel corso della manifestazione, grazie al contributo prezioso di partner e sponsor.

SPORT E SPETTACOLO – Come tradizione le finali Crese Cup saranno accompagnate da una serata di spettacolo e intrattenimenti, con ospiti a sorpresa. In più, durante il torneo, pubblico e giocatori potranno seguire i Mondiali di calcio, che si svolgeranno in concomitanza con la manifestazione, grazie a un maxi schermo.

NUMERI – Nel 2013 sono state 150 le squadre iscritte, 2500 i partecipanti, 5mila le persone coinvolte complessivamente, 500 partite, 38 giorni di sport, 15mila foto realizzate, 150 video, 300mila visualizzazioni al sito ufficiale, 6mila “mi piace” su Facebook, 10mila visualizzazioni su youtube.

VISIBILITA’ MEDIATICA – Il torneo sarà seguito da dirette televisive e dirette streaming. Ogni giorno saranno scattate centinaia di foto, in aggiunta a video spettacolari. Una componente fondamentale sarà quella dei social network, con un aggiornamento costante su Facebook e Twitter, senza dimenticare il canale ufficiale di youtube e il sito dell’evento.

REALIZZAZIONE ALBUM FIGURINE – Anche nel 2014 in occasione della Crese Cup, sarà realizzato un album di figurine, con i volti di tutti gli iscritti, un modo originale e simpatico per ricordare l’evento.

UN PO’ DI STORIA… – Nata per gioco nel campetto di via Soncini nel 2001, inizialmente con pochi partecipanti, la Crese Cup, ideata da Mattia Milazzi, organizzatore e punto di riferimento della kermesse fin dagli esordi, nel corso degli anni è cresciuta in modo esponenziale, con un numero di iscritti sempre più elevato e un arricchimento del programma, a beneficio di atleti e spettatori.
Da via Soncini il torneo è stato prima ospitato allo stadio Ferrini e poi nella sede attuale a Borgo San Sergio. La decima edizione a Muggia ha visto l’introduzione delle altre discipline League, Volley, Basket.
La forza dell’evento è data dall’entusiasmo di gruppi di amici e compagni di squadra che si danno appuntamento per vivere insieme un momento di agonismo e di puro divertimento, alle porte dell’estate.

OLTRE I CONFINI – Crese Cup è organizzata e curata dall’associazione Oltre Confini, creata con l’idea di promuove la cultura sportiva nell’ambito dei paesi dell’Euroregione. Lo spirito del sodalizio è quello di ritrovare il gusto dello stare assieme, la voglia di giocare e sorridere serenamente, il piacere di stare all’aria aperta in un festoso confronto negli ambiti territoriali più suggestivi (spiagge, piazze, playground) del Friuli Venezia Giulia e non solo.

INFO –www.cresecup.com, www.facebook.com/cresecup, http://www.youtube.com/cresecup,
 

LE CRESE DATE UFFICIALI

Lunedì 5 Maggio: apertura iscrizioni

Mercoledì 14 Maggio: Conferenza Stampa

Sabato 31 maggio: chiusura iscrizioni

Mercoledì 11 giugno: presentazione tornei ed estrazioni Calendari

Sabato 14 giugno: inizio Crese Cup Trieste

Domenica 15 giugno: inizio Crese League

Lunedì 16 giugno: inizio Crese Cup Udine – Crese Over 35 – Crese Girl – Crese Volley – Crese Basket e Crese Camp

Mercoledì 9 Luglio: Finali Crese Cup Trieste e Udine

Venerdì 11 Luglio: Finali Crese Volley

Sabato 12 Luglio: Crese Cup Finali Regionali e finali tutti gli altri tornei

Ti è piaciuto questo articolo?

Pallamano Trieste, le immagini della sfida vittoriosa contro Meran

Si è concluso il campionato della Pallamano Trieste: nel sabato di Pasqua, la formazione allenata da Giorgio Oveglia  si è imposta di misura per 30-29 contro il Meran, chiudendo positivamente la stagione davanti al proprio pubblico, ritrovato dopo il turno a porte chiuse disputato contro il Bozen.

Le immagini della sfida, a cura di Linda Cravagna, sono disponibili sul profilo Flickr de Elsitodesandro.it (click qui) e sulla pagina ufficiale Facebook del sito (click qui)

Ti è piaciuto questo articolo?

Colpaccio biancorosso a Bolzano: Trieste si impone ai rigori, rimane viva la speranza play-off

Nonostante la pioggia di squalifiche sanzionate nel post-Pressano, un lampo di orgoglio giuliano svetta nel cielo di Bolzano: la Pallamano Trieste batte i campioni d’Italia per 35-36 dopo i tiri dai 7 metri, rimanendo dunque  in corsa per una posizione nei play-off.

Senza Cunjac e l’allenatore Oveglia (quest’ultimo sostituito in panchina da Claudio Schina), entrambi costretti allo stop forzato dopo le decisioni del giudice sportivo, i biancorossi tengono testa agli alto-atesini per tutta la partita, costringendoli ai rigori finali e, dopo una serie quasi infinita di tiri, riuscendo a imporsi con la rete decisiva di Radojkovic.

Come rimarcato, Trieste è scesa sul parquet del Bozen caricata a mille, senza particolari timori: dopo un primo tempo diligente (concluso sul 13-13), gli ospiti hanno provato l’allungo sino al 22-25, raggiunti e superati poi dai padroni di casa a 60” dalla fine sul 30-29, pareggiando infine i conti con il gol allo scadere del capitano Visintin. Dai 7 metri, è Zaro in porta ad esaltarsi in un paio di occasioni, con la già citata rete di Jan Radojkovic a siglare un importante successo giuliano sul terribile campo degli scudettati uomini di Fusina.

Bozen – Trieste 35-36 d.t.r. (p.t. 13-13, s.t. 30-30)

Bozen: Andergassen, Waldner, Obrist 3, Kammerer 1, Jurina, Radovcic 8, Sporcic 12, Klieber, Kucera, Widmann, Pircher 5, Innerebner, Turkovic 6, Ebnicher. All: Alessandro Fusina

Trieste: Zaro, Postogna, Radojkovic 3, Oveglia 2, Dapiran 3, Anici 11, Pernic 2, Dovgan, Di Nardo 2, Carpanese, Sirotic 10, Leone, Visintin 3. All: Claudio Schina

Arbitri: Iaconello – Iaconello

 

La classifica aggiornata:

Pressano 12 pti, Bozen 10, Trieste 5, Meran 3

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Le immagini di Pallamano Trieste-Pressano su FB e Flickr de Elsitodesandro.it

La prima gara di Poule Play-Off tra Pallamano Trieste e Pressano è stata immortalata per l’SDS, come di consueto, dall’attento obiettivo di Linda Cravagna.

E’ possibile visualizzare tutte le immagini della gara disputata a Chiarbola nell’account Flickr di Elsitodesandro (click qui), oppure sulla pagina ufficiale Facebook del sito (click qui).

Ti è piaciuto questo articolo?

Trieste sbanca Mezzocorona e chiude la regular season al 3° posto in classifica

Con un primo tempo super, specie in difesa, la Pallamano Trieste centra in Trentino l’ultima vittoria della stagione regolare. A Mezzocorona, campo storicamente ostico per i giuliani, i ragazzi di Giorgio Oveglia si impongono per 28-30, calando un po’ il ritmo nella seconda parte del match ma restando sempre avanti nel punteggio.

I biancorossi, che hanno avuto in Sirotic il top-scorer di giornata con 8 reti all’attivo, chiudono la prima fase di campionato al terzo posto: non arrivano infatti sorprese dal campo del Cologne, dove il Pressano secondo in graduatoria vince contro la Metelli e blinda la propria posizione alle spalle della capolista Bozen.

Trieste inizierà la Poule Play-Off fra due settimane, nella giornata di sabato 8 marzo. 

 —

Metallsider Mezzocorona – Trieste 28-30 (p.t. 9-15)

Metallsider Mezzocorona: Kadkhoda, Stocchetti, Rossi M. 2, Boninsegna 1, Rossi F, Mittersteiner, Moser M. 3, Pedron 5, Manica 6, Varner, Kovacic 7, Confalonieri, Folgheraiter 4, Amendolagine. All: Marcello Rizzi

Trieste: Zaro, Radojkovic 3, Oveglia 1, Dapiran 6, Anici 4, Pernic 2, Cunjac 6, Dovgan, Di Nardo, Carpanese, Sirotic 8, Postogna, Leone, Visintin. All: Giorgio Oveglia

Arbitri: Di Domenico – Fornasier

Ti è piaciuto questo articolo?

Serie B, l’Alabarda stoppa la Pallamano Camisano

L’Alabarda Onoranze Funebri Opicina con orgoglio riesce a strappare in “Zona Cesarini”  la prima vittoria del 2014, al cospetto della terza forza del campionato: la Pallamano Camisano.

La squadra padrona di casa conduce nel punteggio sin dalle prime battute di gioco, ma i berici con caparbietà rispondono colpo su colpo ai vantaggi opicinesi. La gara resta in equilibrio sino al minuto 18′, quando Popoiu sigla dai sette metri la rete del 6-6. Successivamente un 1-2 firmato da Verginella e Varesano, e gli interventi di un sempre attento  Camarda, regalano il doppio vantaggio all’Alabarda Opicina. Distacco che lievita a 3 prima della fine del primo tempo grazie al secondo timbro di Zimbardi (10-7 al 30’). Ad inizio ripresa il vantaggio viene però sciupato dall’Opicina. Il Camisano al minuto 38′ impatta e bracca la squadra padrona di casa sino al 54′, quando piazza il sorpasso com Franzina (17-18). Due gol di Varesano riportano l’Alabarda avanti nel punteggio (19-18), ma è di Perini la rete che decide le sorti dell’incontro a 100 secondi dalla sirena. Vana l’ultima sortita offensiva del Camisano.

Per l’Alabarda Opicina quella di sabato è la terza vittoria stagionale che permette di ridurre a 4 i punti di distacco dall’Handball Team San Vito, sconfitto ieri dal Musile. Sabato prossimo l’Opicina sarà di scena in casa dell’Arcobaleno Oriago.

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA – PALLAMANO CAMISANO 21-20 (p.t. 10-7)

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA: Camarda, Marzuoli, Muran 2, Varesano 4, Perini 2, Marchionni 3, Rongione, Zimbardi 2, Dandri 5, De Sanctis, Temeroli 1, Verginella 2. All. Sardoc

PALLAMANO CAMISANO: Casarotto, Luisotto, Giordano, Popoiu 10, Feltrin 3, Bordin 1, Capellari 1, Franzina 3, Sardella 1, Del Santo, Fabris 1, Lollo, Zuin, Biasio. All. Calore

 

RISULTATI 10ª GIORNATA (PRIMA DI RITORNO

HANDBALL TEAM SAN VITO – MUSILE 2006        21-27

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA – PALLAMANO CAMISANO 21-20

SAN VITO / MARANO VICENTINO – UISP ARCOBALENO ORIAGO 21-31

RIVIERA ’98 – HANDBALL VIGASIO          29-18

EMMETI GROUP MESTRINO – H.C. BARRACUDA                             42-17

 

CLASSIFICA SERIE B

EMMETI GROUP MESTRINO 30 punti, UISP ARCOBALENO ORIAGO 25 pti, PALLAMANO CAMISANO 19 pti, RIVIERA ’98* e MUSILE 2006* 18 pti, HANDBALL TEAM SAN VITO 13 pti, ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA** 9 pti, SAN VITO / MARANO VICENTINO e H.C. BARRACUDA 3 pti

 

*Riviera ’98 e Musile 2006 con una partita in meno

**Alabarda Onoranze Funebri Opicina con due partite in meno

Ti è piaciuto questo articolo?

Poche sorprese a Oderzo, la Pallamano Trieste espugna il parquet della Emmeti

Il 2014 agonistico della Pallamano Trieste parte nel migliore dei modi: a Oderzo, i biancorossi allenati da Giorgio Oveglia si impongono sul Visa Bonollo Emmeti (fanalino di coda della classifica, ancora a secco di punti) per 21-26.

Non ci sono stati particolari problemi per la compagine giuliana, che ha sempre mantenuto l’inerzia della partita nelle proprie mani: dopo il +4 dei primi trenta minuti regolamentari, Trieste ha praticamente controllato sempre il match, sospinta dai gol di Anici (top-scorer con 6 reti) e da quelli del duo Cunjak-Visintin (entrambi con 5).

Con il contemporaneo turno di riposo osservato dal Pressano, i triestini agganciano i trentini in seconda posizione a 27 punti, con 9 lunghezze di ritardo dalla capolista Bozen che ha espugnato il parquet di Cassano Magnago.

Visa Oderzo Bonollo Emmeti – Trieste 21-26 (p.t. 9-13)

Visa Oderzo Bonollo Emmeti: Carraro, Danieli, Ferronato 2, Argentin, Paladin M. 8, Pisani 2, Ervigi, Zoppa 1, Lucarini, Iballi 1, De Vettor, Golo 2, Bigon 2, Stival 3. All: Giuseppe Tedesco

Trieste: Zaro, Postogna, Radojkovic, Oveglia 1, Dapiran 4, Anici 6, Pernic 1, Cunjak 5, Di Nardo, Carpanese 1, Sirotic 1, Leone, Visintin 5, Dovgan 2. All: Giorgio Oveglia

Arbitri: Colasanto – Felice

La classifica aggiornata del Girone A:

Bozen 36 pti, Pressano 27, Trieste 27, Meran 22, Metallsider Mezzocorona 18, Forst Brixen 15, Cassano Magnago 15, Metelli Cologne 8, Visa Oderzo Bonollo Emmeti 0

Ti è piaciuto questo articolo?

Serie B, Opicina costretta a rinviare le gare della 2° e della 3° giornata

Quindici giorni intensi, gli ultimi, per quanto concerne il girone C del torneo cadetto di pallamano. Tra il 2 e il 9 novembre sono infatti andate in scena la seconda e la terza giornata. Turni che però non hanno visto in campo l’Alabarda Onoranze Funebri Opicina; causa la non disponibilità del PalaCova la società del presidente Gabriele Raseni ha dovuto chiedere il rinvio dei match con l’Arcobaleno Oriago (valevole per la seconda giornata) e con il Riviera ’98 (valevole per la terza), che si disputeranno rispettivamente il 26 gennaio e il 21 dicembre.

Intanto, parlando di handball giocato, prova a scappare il Camisano, già carnefice dell’Opicina lo scorso 26 ottobre, e capolista della Serie B con sette punti. Leadership maturata con la vittoria di sole due lunghezze con il Musile 2006 (30 a 28 il finale) e col pari esterno a San Vito al Tagliamento in casa dell’Handball Team per 15-15. Pari che però fa felici anche le due più dirette inseguitrici: Riviera ’98 e Arcobaleno Oriago. Sia il team vicentino che quello veneziano, reduci rispettivamente dai successi sul San Vito/Marano Vicentino (30-16) e sul Musile 2006 (19-20) sono seconde in classifica a 6 punti, ma con una partita in meno; con la reale possibilità di compiere il sorpasso al Camisano con il recupero delle gare mancanti. In quarta piazza si assesta il suddetto Handball Team San Vito, in ripresa dopo la pesante sconfitta patita all’esordio col Musile. Il team pordenonese ha infatti dapprima vinto nettamente il match con il Barracuda (28-13) e poi fermato la capolista sul pareggio. Si sblocca il Barracuda. La compagine di Caldogno supera nel terzo turno i veronesi del Vigasio di misura, con il punteggio di 22-21

In chiusura, prosegue il lavoro della Pallamano Opicina. Da più di una settimana la squadra di coach Sardoc lavora duramente per trovare la forma migliore in vista del match di Mestrino,valevole per la quarta giornata, che si disputerà domenica 24 novembre. Match importante per i fini della classifica, al quale difficilmente prenderanno parte i due pivot: Temeroli e Suman. Il primo ha subito uno strappo al polpaccio, mentre il secondo si è appena rivisto in campo dopo lo stop forzato causa menisco. Nel frattempo l’Opicina, dopo aver già svolto un test amichevole con la Pallamano Trieste under 18 (vinto per 29-19) è in procinto di disputare altre due amichevoli. Date e avversarie verranno rese note nei prossimi giorni.


RISULTATI 2a GIORNATA

HANDBALL TEAM SAN VITO – HANDBALL BARRACUDA      28-13

PALLAMANO CAMISANO – MUSILE 2006           30-28

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA – UISP ARCOBALENO ORIAGO 26/01/2014

SAN VITO / MARANO VICENTINO – RIVIERA ’98          16-30

EMMETI MESTRINO – HANDBALL VIGASIO 16/11/2013

RISULTATI 3a GIORNATA

HANDBALL TEAM SAN VITO – CAMISANO        15-15

MUSILE 2006 – UISP ARCOBALENO ORIAGO     19-20

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA – RIVIERA ’98 21/12713

SAN VITO/MARANO VIC. – EMMETI MESTRINO 19/12/13

H.C. BARRACUDA – HANBDALL VIGASIO         22-21

CLASSIFICA SERIE B

CAMISANO 7 punti

RIVIERA ’98* e ARCOBALENO ORIAGO* 6 punti

HANDBALL TEAM SAN VITO 4 punti

MUSILE 2006 e H.C. BARRACUDA* 3 punti

HANDBALL VIGASIO*, ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA**, SAN VITO/MARANO VIC.,  EMMETI MESTRINO*** 0 punti      * una gara in meno  ** due gare in meno  *** tre gare in meno

Ti è piaciuto questo articolo?

Serie B di pallamano, l’Alabarda perde l’esordio di campionato sul terreno del Camisano

Non riesce l’impresa all’Alabarda Onoranze Funebri Opicina di vincere all’esordio sull’ostico campo della Pallamano Camisano, alla prima ufficiale in Serie B. I padroni di casa si dimostrano più in condizione (oltrechè più rodati) e si impongono per 27 a 17.

La partenza della Pallamano Opicina, orfana all’ultimo minuto di Verginella, non è delle migliori, complici qualche palla persa e le basse percentuali in fase realizzativa. Il Camisano al 10′ scappa sull’8-1. La compagine giuliana prova a rialzarsi trascinata da Varesano, rimettendosi in carreggiata sul 9-4. Dopo questo strappo i vicentini riallungano prima sull’11-5 (20′) e infine sul 13-7 che manda le formazioni negli spogliatoi per l’intervallo. Nella ripresa l’Alabarda Onoranze Funebri gioca praticamente ad armi pari con i padroni di casa (14-10 il parziale del solo secondo tempo), grazie anche alla buona vena di Marchionni (espulso nel finale di gara), ma il punteggio resta saldamente in mano alla Pallamano Camisano presa per mano da un Popoiu da 11 segnature. Sconfitta che matura comunque al cospetto di una squadra quadrata e affiatata e per di più su un campo ostico, in cui portar via storicamente è sempre stato difficile.

Ecco il commento del presidente dell’Alabarda Onoranze Funebri Opicina Gabriele Raseni:  “La squadra non ha demeritato, come testimonia anche il buon secondo tempo. Abbiamo pagato la mancanza di amalgama, specialemente all’inizio di match quando siamo andati subito sotto. Anche la condizione atletica non era delle migliori, ma alla fine ci siamo difesi bene. I Nuovi acquisti? Mi sono piaciuti– chiosa Raseni -. Temeroli e De Sanctis sono riusciti a bagnare l’esordio con il gol, Zimbardi è restato sul parquet tutti e 60′. Penso che ci potranno dare una grossa mano”.

 

PALLAMANO CAMISANO     27
ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA 17

(primo tempo 13-7)

PALLAMANO CAMISANO: Bonaldo 4, Biasio, Cappellari 5, Fabris 2, Feltrin 3, Franzina 1, Lollo 3, Sardello, Zuin, Giordano, Luisotto, Perazzolo, Trevisan, Popoiu 11. Allenatore: Calore

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA: Camarda, Cozzi, De Sanctis 1, Marchionni 7, Perini 1, Sardoc 1, Temeroli 2, Varesano 4, Zimbardi. In panchina il presidente Raseni

 

RISULTATI 1ª GIORNATA – SERIEB 2013/2014

MUSILE 2006 – HANDBALL TEAM SAN VITO AL TAGL.        34-21
PALLAMANO CAMISANO – ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA      27-17
UISP ARCOBALENO SPINEA – SAN VITO/MARANO VICENTINO      33-20
HANDBALL VIGASIO – RIVIERA ’98    18-21
HANDBALL BARRACUDA – EMMETI MESTRINO      13 novembre

 

CLASSIFICA SERIE B 2013/2014

UISP ARCOBALENO SPINEA 3 punti, MUSILE 2006 3 pti, PALLAMANO CAMISANO 3 pti, RIVIERA ’98 3 pti, HANDBALL VIGASIO 0 pti, ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA 0 pti, HANDBALL TEAM SAN VITO AL TAGL. 0 pti, SAN VITO/MARANO VICENTINO 0 pti, HANDBALL BARRACUDA 0 pti*, EMMETI MESTRINO 0 pti*

*UNA PARTITA IN MENO

Ti è piaciuto questo articolo?