Articoli

Star Five, infortunio a Osmenaj: necessario l’intervento chirurgico

Il Pivot, classe ’84, Amarildo Osmenaj, sabato scorso, durante un contrasto di gioco, si è rotto il tendine della mano destra. Era sembrato un fatto di poco conto, un trauma di lieve entità come accade spesso durante una partita o un allenamento, ma proprio ieri, in seguito a degli accertamenti in ospedale è stata emessa purtroppo la sentenza: domani mattina Amarildo sarà operato.

Presidente, dirigenti, staff tecnico e compagni di squadra augurano allo sfortunato atleta un grande “in bocca al lupo” e un pronto rientro in campo.

Ti è piaciuto questo articolo?

Star Five, altra vittoria da incorniciare: alla “Polifunzionale” l’Adriatica non ha scampo

Grande prestazione quella offerta ieri dalla Star Five alla Polifunzionale di Monfalcone. La squadra di mister Bevilacqua gira come un orologio svizzero e alla fine nulla può l’Adriatica, pur offrendo una prestazione volenterosa e pur dopo una partenza con la quinta ingranata. La gara è decisamente piacevole da seguire e già il primo tempo è ricco di azioni e di gol.

Dopo 6′ di studio, alla prima occasione Zupicic insacca, grazie ad una pregevole manovra azzurra. Da questo momento parte il monologo dei padroni di casa che vanno in gol per cinque volte: con Besic al 7′, 9′, 10′ e con Currò al 11′ e 19′. La formazione del presidente Petriccione dimostra così, ancora una volta, di possedere una grande qualità di gioco e di avere tutte le carte in regola per regalare ai tifosi un grande spettacolo. Al 26′ arriva il gol di Zupicic che riesce a rendere meno pesante il passivo per gli ospiti. Il primo tempo termina con, al 30′, un gol di Besic su tiro libero, anche oggi in grande spolvero.

L’Adriatica inizia il secondo tempo spostando il baricentro in avanti e per la Star Five iniziano i primi rischi: solo un grandissimo Linza riesce ad arginare sui tiri di Marega. Poi ci pensa Valent a salvare sul tiro di Sirok, che successivamente colpisce anche il palo. La reazione dei padroni di casa non tarda ad arrivare e al 9′ Castiello va in rete, con un contropiede veloce. La Star Five controlla le sortite avversarie e, recuperata palla, tenta numerose ripartenze in contropiede, ma l’estremo difensore avversario ci mette sempre una pezza. Solo al 20’ Currò riesce a fulminare Koijc. Al 26′ è di nuovo Besic, su tiro libero, ad andare in gol. Chiude le marcature Simic al 29′, per il 9-3 finale. Grande euforia negli spogliatoi dei padroni di casa, che a sei partite dalla fine, mantengono saldamente il primo posto in classifica.

Il commento di mister Bevilacqua: “Abbiamo vinto meritatamente. Era una partita cominciata male e, come è già capitato ultimamente, dopo aver subito un gol, i miei ragazzi si sono rimessi in carreggiata offrendo poi un’ottima prestazione. Sono orgoglioso di tutti. Per noi contava vincere contro l’Adriatica, ma sopratutto convincere. Siamo primi per la costanza del nostro gioco: i risultati non sono frutto del caso, ma bensì di una buona organizzazione di gioco. Ora abbiamo l’obbligo di regalare la serie B al nostro grande Presidente Petriccione, ma dobbiamo restare concentrati e  con umiltà giocare gara dopo gara fino alla fine. Un pensiero lo dobbiamo a Del Bono che non ha potuto essere presente alla partita perché bloccato sulla nave a Trieste, per motivi di lavoro. Veramente bravi tutti.”

A.S.D. STAR FIVE – Adriatica 9 – 3
(primo tempo 6 -2)

A.S.D. Star Five: Pitta, Valent, Cipoletta, Spatafora, Improta, Currò, Castiello, Osmenaj, De Crescenzo, Linza, Besic. All. Roberto Bevilacqua.

A.S.D. Adriatica: Kojic, Zekovic, Parrino, Petrovic, Simic, Civello, Zivkovic, Sirok, Marega, Zupicic, Stupar. All. Alessio Marega.

Arbitri: Maurizio Stefanutti (TOLM) – Fabrizio Marchetti (TOLM)

Marcatori: PT: 6′ Zupicic (A), 7′ Besic (SF), 9′ Besic (SF), 10′ Besic (SF), 11′ Currò (SF), 19′ Currò (SF), 26′ Zupicic (A), 30′ Besic (SF) tl.
ST. 9′ Castiello (SF), 20′ Currò (SF), 26′ Besic (SF) tl, 29′ Simic (A).

Ammoniti: Zupicic, Marega (Adriatica).

Ti è piaciuto questo articolo?

Star Five Monfalcone, mister Bevilacqua: “Contro l’Adriatica ci aspetta un’altra battaglia”

Il punto settimanale di Roberto Bevilacqua, mister dello Star Five Monfalcone:

“Quella di sabato contro la Mediterranea è stata una bella partita giocata in modo piacevole da ambo le parti. E’ stata la vittoria del gruppo: ci tenevamo particolarmente a vincere questo match e ci siamo riusciti. Credo di poter dire anche meritatamente. Ora dobbiamo archiviare in fretta questa vittoria e ritornare con i piedi ben saldi per terra. Sabato ci aspetta un’altra battaglia: arriva l’Adriatica, squadra partita con molte ambizioni e rimasta invischiata nei bassifondi della classifica. Dopo alcuni cambi di panchina la squadra è stata affidata a Marega, in veste di “allenatore-giocatore” e con lui la squadra ha ripreso smalto ed i risultati stanno arrivando.”

“Questa settimana i ragazzi hanno risposto molto positivamente e con grande entusiasmo alle sedute di allenamento”, continua il mister, “e questo mi fa ben sperare per il nuovo derby di sabato. Dobbiamo spegnere in fretta i facili entusiasmi perchè, da qua alla fine del campionato, ci vogliono ancora 16 punti se vogliamo centrare il nostro obbiettivo. Tutti a disposizione tranne Spatafora.”

I convocati: Pitta, Valent, Cipolletta, Improta, Currò, Del Bono, Castiello, Osmenaj, De Crescenzo cap., Linza, Besic.

Ti è piaciuto questo articolo?

Star Five Monfalcone, intervista al pivot Salvatore Castiello: “Abbiamo ancora margini di crescita”

Consueta intervista di metà settimana con un componente del team Star Five: è la volta di Salvatore Castiello, pivot classe ’82 della formazione monfalconese:

Sabato avete vinto contro la Mediterranea e il primo gol per la Star Five l’hai realizzato tu… 

“Si ho aperto le danze e non è la prima volta che succede” – Salvatore inizia così l’intervista: con una grande risata.

Ottime le prestazioni di tutti e due i portieri, che hanno tenuto in bilico per un bel po’ il risultato… Quando avete capito che potevate strappare la vittoria?

“Si, si sono proprio messi d’impegno tutti. A me sembravano voler parare tutto. Quando sul 3-2 siamo ripartiti in contropiede Besic ed io e abbiamo segnato il 4-2, ho capito che ce la potevamo decisamente fare.”

Dopo l’infortunio, stai tornando ai tuoi livelli: che sensazioni provi?

“E’ stato uno dei più brutti momenti della mia vita. Sono passati due anni e sto ritrovando la forma di una volta, ma devo ancora migliorare fisicamente.”

Fai parte del gruppo Star Five fin dall’inizio… Qual è la motivazione che ti spinge a credere in questo progetto?

“Per la precisione sono stato il primo tesserato in assoluto. A convincermi è stato il Presidente Petriccione, con la collaborazione di mia moglie, che è sua cognata. Diciamo che era impossibile non far parte di questa grande famiglia.”

Arrivati a questo punto del campionato, in cosa puoi sicuramente dire che la squadra è migliorata?

“All’inizio non ero convinto di quanto stavamo facendo perché mi sembrava che non fossimo un gruppo unito, ora tutti remiamo verso la stessa direzione, nessuno si tira mai indietro e siamo cresciuti molto, sia come spogliatoio che tecnicamente. Abbiamo ancora margini di crescita e dobbiamo lavorare sodo.”

Che sogni hai per la tua carriera sportiva?

“Per la verità su uno ci sto lavorando: arrivare con la Star Five in serie B sarebbe fantastico. Per realizzare altri desideri ci sarà poi ancora tempo…”

 IL PROSSIMO TURNO:

A.S.D.Star Five – Adriatica, sabato 23/02/13 – h 18

LA CLASSIFICA:

A.S.D.Star Five 40, Partenope 34, Maniago 27, BRN Lauzacco 25, Mediterranea 25, Torriana 24*, Calcetto Manzano 24*, Futsal Udinese 19, Pordenone 17, Adriatica 13, Cjarlins Muzane 7, Clark Udine 3 (*una partita in meno)

Ti è piaciuto questo articolo?

Star Five, il punto di mister Bevilacqua: “Grande prova col Maniago, occhio alla Mediterranea”

Il punto della settimana in casa Star Five, con mister Bevilacqua già proiettato verso la sfida di sabato contro la Mediterranea:

“Quella di sabato contro Maniago è stata una prova da grande squadra, con carattere e personalità. Siamo sui binari giusti e sicuramente non vogliamo fermarci. I risultati ovviamente mi interessano, ma voglio vedere sempre miglioramenti per quanto riguarda gioco e condizione mentale. E’ stata una settimana in cui i miei ragazzi hanno lavorato molto bene, con grande spirito di sacrificio, sia a livello fisico che tecnico. Sabato saremo ospiti della Mediterranea ed i derby sono sempre partite diverse dalle altre. Per questo match dobbiamo usare la testa dal primo al sessantesimo minuto, consapevoli che, rimanendo concentrati, avremo molte possibilità di portare a casa un bel risultato. Non ci sarà Currò, appiedato dal Giudice sportivo. Del Bono lamenta un dolore all’addome e De Crescenzo accusa affaticamento muscolare: decideremo all’ultimo se impiegarli o meno. I nostri avversari sono di sicuro una buona squadra, composta da giocatori di ottima qualità e gestita da un allenatore (ndr, Rosic) che non ha bisogno di presentazioni. La mia opinione è che sarà una partita dove potremo avere molte difficoltà. Da buon ex, vorrei fosse una bella serata di sport, con un pubblico, certamente caloroso, ma che pensi a divertirsi, apprezzando lo spettacolo che le nostre due formazioni potranno regalare, indipendentemente dal risultato.”

I convocati: Pitta, Valent, Cipolletta, Spatafora, Del Bono, Improta, Castiello, Osmenaj, De Crescenzo cap., Linza, Besic.

LA CLASSIFICA

A.S.D. STAR FIVE 37, Partenope 34, Mediterranea 25, Torriana 24, Calcetto Manzano 24, maniago 24, BRN Lauzacco 22, Pordenone 17. Futsal Udinese 16, Adriatica 10, Cjarlins Muzane 7, Clark Udine 3.

IL PROSSIMO TURNO (QUARTA DI RITORNO)

Mediterranea – A.S.D. STAR FIVE
Sabato 16/02/13 – h. 18,00
(Palestra Polifunzionale di via Baden Powell Monfalcone)

Ti è piaciuto questo articolo?

L’Unione si esalta nel finale, U.F.M. affondato negli ultimi 10 minuti: primo posto a -2

Zampata alabardata nel finale di partita: quando tutto sembrava indirizzato verso il risultato ad occhiali, la Triestina trova negli ultimi dieci minuti l’uno-due bruciante che risolve il big-match di Eccellenza.

Al “Rocco” l’Unione in…trasferta si sbarazza dell’U.F.M. per 0-2, ed è proprio il numero “2” a contraddistinguere il derby della Venezia Giulia: due come i gol che mandano a picco il Monfalcone, due come i punti che ora separano la formazione di Costantini da quella di Zoratti. E due come il segno in schedina che contraddistingue il recupero di campionato, che premia la formazione forse più cinica in campo. I cantierini hanno fatto la partita nel primo tempo, trovando sulla propria strada le respinte di Del Mestre; quando poi nella seconda frazione l’Alabarda ha trovato migliori trame di gioco, l’U.F.M si è visto impallinare sul più bello, magari anche in maniera inaspettata, sicuramente con parecchio amaro in bocca per un risultato che inevitabilmente riapre tutti i giochi per il primo posto, ora lontano per la Triestina solo un paio di lunghezze.

Prima frazione, come già detto, di chiaro stampo bisiacco: a parte un’azione di Franciosi al 13′, con “Aladino” che tenta di uccellare Contento in uscita, senza successo, c’è parecchio Monfalcone sul manto verde di Valmaura spazzato dalla Bora: al 15′ un gran tiro di Rocco trova la deviazione in angolo di Del Mestre, è ancora quest’ultimo a salvare tre minuti dopo sulla girata di Miraglia destinata all’incrocio dei pali. Sul finale di frazione, ancora il numero 7 dell’U.F.M. si rende pericoloso con un tiro a spiovere che batte l’estremo difensore alabardato, trovando la parte superiore della traversa.

L’Unione comincia a trovare qualche pertugio in più nella ripresa, trovando maggior spazio specialmente sulla fascia destra. Proprio da quel lato del campo al 56′ arriva il primo vero pericolo per la retroguardia in maglia bianca, che viene graziata da un tiro di prima sbilenco di Zetto su traversone di Franciosi; gli alabardati sudano freddo quando il duo Rocco-Acampora confeziona un’occasione d’oro a metà frazione, il capo-cannoniere del Monfalcone trova però l’ottima risposta col corpo di Del Mestre.
A un quarto d’ora dal termine mister Costantini gioca la carta Muiesan, che si rivelerà azzeccatissima: il neo-entrato trova l’assist per Zetto all’83’ che batte Contento sul secondo palo (0-1). La formazione di Zoratti subisce il colpo, prova a risollevare le sorti del match negli istanti finali ma trova solamente il raddoppio, ancora a causa di Muiesan che supera il numero uno dell’U.F.M. in zona Cesarini: è il tripudio in curva Furlan, dove sono stipati tutti i tifosi della Triestina; cala il gelo invece sul vivace e colorato pubblico bisiacco sistemato in tribuna, che ora sente sempre di più il fiato alabardato sul collo.

U.F.M.-Triestina 0-2 (Primo tempo 0-0)

MARCATORI: 83′ F. Zetto (T), 92′ Muiesan (T)

U.F.M.: Contento, Cussigh, Dallan, Tonizzo, Strussiat, Visintin, Miraglia (82′ Buttignaschi), Bogar, Acampora, Novati, Rocco. Allenatore: Giuliano Zoratti.

TRIESTINA: Del Mestre, Hasler, Cipracca, F. Zetto, Vianello, Piscopo, Da Ros (68′ Venturini), Paolucci (Kalin al 90′), Monti (75′ Muiesan), Sangiovanni, Franciosi. Allenatore: Maurizio Costantini.

ARBITRO: Bariola di Piacenza.

Ti è piaciuto questo articolo?

Star Five stile rullo-compressore, 2° tempo micidiale contro Maniago

Sabato sera, in casa, la Star Five ha giocato e vinto, una delle tante gare fondamentali di questa stagione. E’ finita 9-2 contro il Maniago, terza forza del campionato. E’ stata una partita che ha regalato spettacolo e una prestazione maiuscola dei ragazzi di mister Bevilacqua: i cantierini hanno dato dimostrazione di grande autorità e carattere. Partenza a razzo del quintetto del presidente Petriccione, con grande movimento e ripartenze veloci, ma sulle numerose conclusioni, un grande Verdicchio, in giornata di grazia, mantiene il risultato fermo sullo 0-0. Sono gli ospiti a sbloccare il risultato, quando, dopo 8′ di gioco Aziz, salta due giocatori ed appoggia al centro per Pontillo che, dimenticato dalla difesa, insacca indisturbato. Seguono altri 8’ di ottimo gioco, con due squadre che si affrontano a viso aperto, senza timore alcuno. E’ solo al 16’ che Castiello va in gol. I padroni di casa creano molto, fino ad ottenere al 27′, un rigore, che possiamo definire dubbio, perché forse il fallo era iniziato fuori area: Castiello segna.
Nel secondo tempo, trascorsi 5′ Besic riesce, con un guizzo, a spezzare gli equilibri, realizzando un gran gol. Da qui fino al 25′ arrivano altre tre marcature per la Star Five, con Curro (9′),  Besic (21′) e Spatafora 23′. Per il Maniago è notte fonda. Portiere volante per la formazione ospite che, tenta il tutto per tutto, ma è in questo momento che sale in cattedra un “Super” Pitta che riesce, con i suoi interventi, a placare le velleità degli ospiti. Besic al 25′, ancora in  gran giornata, è lesto a recuperare palla e a segnare. Al 26′ il Maniago va in rete con Aziz. Seguono, però, altri due gol dei cantierini: Besic (27′) e De Crescenzo (28’).

L’episodio: “Giallo” nello spogliatoio dei direttori di gara, che si dimenticano di annotare sul loro taccuino un gol di Besic. Lo stesso giocatore “Perdona” la svista. In fin dei conti la loro gestione della gara è stata comunque buona.

Il commento di mister Bevilacqua: “Ancora una volta i miei ragazzi hanno dato prova di grande maturità e carattere. E’ stata la vittoria del gruppo. Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, che andava interpretata nel modo giusto: così è stato. Ora ci aspettano partite difficili e quindi, non possiamo abbassare la guardia, se vogliamo rimanere in cima alla classifica. Bravi tutti i miei guerrieri.”

Grande euforia del Presidente Petriccione: “Devo sottolineare la grande prova di questi meravigliosi ragazzi che, ancora una volta, hanno dato l’anima e si sono dimostrati dei grandi atleti. Questo risultato lo voglio condividere con tutto lo staff per il lavoro minuzioso che stanno svolgendo.”

A.S.D. STAR FIVE – MANIAGO  9 – 2  (Primo tempo 2-1)

Star Five: Pitta, Valent, Cipoletta, Spatafora, Improta, Currò, Del Bono, Castiello, Osmenaj, De Crescenzo, Linza, Besic. All. Roberto Bevilacqua.

Maniago: Verdicchio, D’Andrea, Pontillo, Bounafaa, Sartor, Marega, Aziz, Scussat, Teston, Mazzega, Ferrin. All. Mauro Polo Grava.

Arbitri: Marco Buscema (UD) – Raffaele Versamento (PN)

Marcatori:
PT:  8′ Pontillo (M), 16′ Castiello (SF), 27′ rig. Castiello (SF)
ST:  5′ Besic (SF), 9′ Currò (SF), 21′ Besic (SF), 23′ Spatafora (SF), 24′ Besic (SF), 25′ Bounafaa (M), 27′ Besic (SF), 28′ De Crescenzo

Ammoniti: Currò e Valent (SF) – Pontillo (M)

Ti è piaciuto questo articolo?

Derby sospeso a Monfalcone, anche il CCTC dice la sua in merito

Dopo la Curva Furlan, è il Centro di Coordinamento Triestina Club a rilasciare un proprio comunicato ufficiale dopo la partita di Eccellenza tra U.F.M. Monfalcone e Triestina, sospesa al 10′ del primo tempo e su cui c’è ancora da decidere data e luogo del recupero:

I tifosi della Triestina esprimono con forza e determinazione la propria profonda indignazione per il pressappochismo in cui è stata gestita la partita di sabato 2 febbraio con l’Ufm Monfalcone.

La società Ufm Monfalcone, con la complicità della Lega Nazionale Dilettanti FVG e della Questura, ha organizzato in modo assolutamente dilettantistico una partita di questa importanza evidenziando completamente la propria impreparazione a gestire eventi calcistici di questo tipo.
Non solo l’impianto di gioco non si è dimostrato adatto ad ospitare partite con un grande afflusso di pubblico ma è assurdo che l’Ufm Monfalcone abbia messo a disposizione 900 biglietti ai tifosi alabardati riservando loro un settore decisamente non adeguato ad ospitarli.

Le pessime condizioni del tempo non possono essere usate nemmeno come parziale giustificazione per i gravissimi disagi subiti dai tifosi alabardati in quanto le previsioni erano ben note già dal giorno prima ed era evidente fin dalla mattina che la situazione sarebbe stata ingestibile.
Risulta altresì condannabile il comportamento senza giustificazioni dell’arbitro che ha voluto in modo incredibile iniziare la partita su un campo inopportuno.

Tutti coloro che si sono resi protagonisti di questa gestione inadeguata della partita hanno dimostrato non solo una grave mancanza di rispetto verso i tifosi alabardati ma soprattutto una totale assenza di rispetto verso i più elementari valori sportivi che identificano una partita di calcio come una FESTA DELLO SPORT.

Non è accettabile vedere donne, bambini e anziani (che hanno pagato tra l’altro 10 euro di biglietto) completamente bagnati, costretti a seguire la partita dietro ad una rete e immersi in una palude.
Non si tratta solo di elementare etica sportiva e di normale educazione ma anche di rispetto verso una tifoseria, quella alabardata, che con grande umiltà, dignità e soprattutto grande determinazione sta nobilitando ed onorando un campionato che non ha nulla a che vedere con la sua gloriosa storia.

Dal momento che le due società sono intenzionate, su proposta dell’Ufm Monfalcone, a chiedere di giocare allo stadio Rocco, per motivi di ordine pubblico, i tifosi auspicano che la FIGC-FVG abbia il buon senso di accogliere tale proposta.

Sergio Marassi
Presidente CCTC

Ti è piaciuto questo articolo?

Star Five Monfalcone, l’intervista a Sandi Besic

Ecco l’intervista della settimana realizzata a Sandi Besic, universale classe ’87 dello Star Five Monfalcone:

Vittoria, quella di sabato, che è stata più difficile di quello che dice il risultato finale …
“Sicuramente gli avversari ci hanno spiazzato nei primi 10′. Dal fischio d’inizio loro ci hanno messo veramente l’anima. In più noi abbiamo sbagliato qualcosina e quindi ci siamo trovati sotto di tre reti. Siamo consapevoli che per noi ogni partita sarà difficile, perché ogni squadra metterà il cento per cento del proprio potenziale per batterci e sappiamo che giocare contro la capolista da sempre motivazioni superiori. Nonostante tutto sabato siamo stati bravi, in seguito, ad imporre il nostro gioco, fatto di possesso palla e veloci ripartenze. Alla fine del primo tempo siamo riusciti a ribaltare il risultato, fino alla vittoria finale.”

Qual è stata quindi la chiave per far svoltare la gara contro il Cjarlins Muzane?
“La chiave è stata sicuramente la nostra voglia di vincere, anche se sotto di tre gol. All’inizio siamo andati un po’ in bambola, stupiti comunque da una squadra molto compatta, in grado di produrre un buon gioco. Poi, per fortuna, l’esperienza ci ha permesso di rientrare in partita e vincere.”

Contento dei tuoi sei gol e di essere così diventato il capocannoniere della Star Five?
“Segnare fa piacere a tutti e non nascondo di essere molto felice della cosa, ma l’importante è aver portato a casa i tre punti e che la squadra abbia avuto un’ottima reazione, se poi segno io o un altro mio compagno non importa, sono contento lo stesso.”

Al di la dei gol, cosa ti è piaciuto di più rispetto alla vostra prestazione?
“La grinta che ci hanno messo tutti quanti a recuperare dallo svantaggio iniziale. Dopo i primi minuti di confusione, ci siamo calmati e abbiamo riorganizzato le cose in maniera ordinata, aiutandoci, come fa una vera squadra.”

Cosa invece di meno?
“Non mi sono piaciuti affatto alcuni minuti dove si è creata, come dicevo prima, confusione in campo e tutti urlavano e si agitavano. E’ anche per questo che gli avversari sono riusciti ad approfittarne per portarsi in vantaggio. Dobbiamo crescere in queste cose e aiutarci, come abbiamo fatto nei minuti successivi, perché se c’è un gran gruppo c’è anche una grande squadra.”

Qual è il tuo obiettivo personale in questa stagione?
“Quello di vincere il campionato ed esprimermi al meglio fino alla fine.”

Questa la classifica della serie C1 di calcio a 5:

A.S.D. STAR FIVE
34, Partenope 31, Maniago 24, Calcetto Manzano 23, Mediterranea 22, Torriana 21, BRN Lauzacco 19, Pordenone 17, Futsal Udinese 16, Adriatica 9, Cjarlins Muzane 7, Clark Udine 3.
IL PROSSIMO TURNO

A.S.D. STAR FIVE – Maniago -> Sab. 09/02/13 – h. 18,00

Ti è piaciuto questo articolo?

Star Five, dalla paura iniziale alla convinzione del secondo tempo: superato il Cjarlins a domicilio

Nella Palestra di Carlino, ieri sera, si sono affrontate Cjarlins Muzane e ASD Star Five. Alla fine gli ospiti hanno portato a casa una netta vittoria (4-10), ma la partita era iniziata, a sorpresa, con un’ottima prova dei padroni di casa che, in meno di 9’ erano già  avanti 3-0. Continua a leggere

Ti è piaciuto questo articolo?