Articoli

SGT Calligaris costretta allo stop con Cagliari: photogallery completa in esclusiva

L’SGT Calligaris è costretta a issare nuovamente bandiera bianca in campionato: il CUS Cagliari passa al “PalaTrieste” per 71-83, trascinata da una straordinaria Tricia Liston da ben 32 punti a referto.

Per le padrone di casa, che oltre all’assenza di Borroni hanno dovuto fare le spese anche con la defezione della pivot Harry, non è certamente stato il miglior match fatto vedere in questa stagione: top scorer giuliana è stata Donica Cosby con 14 punti, seguita da Giuditta Nicolodi con 12. Le triestine rimangono così ancorate all’ultimo posto in classifica con 2 punti, assieme a Vigarano e La Spezia.

E’ online la photogallery in esclusiva della gara, a cura di Linda Cravagna:

Click qui per la photogallery su FLICKR

Click qui per la photogallery sulla pagina ufficiale Facebook di Elsitodesandro.it

Ti è piaciuto questo articolo?

“Basket Day” di domenica 12 ottobre al PalaTrieste: ecco le modalità d’ingresso per SGT Calligaris e Pall.TS 2004

Un biglietto unico per due entusiasmanti sfide: Società Ginnastica Triestina Calligaris e Pallacanestro Trieste 2004 comunicano che, in occasione del “Basket Day” in programma domenica 12 ottobre 2014 al PalaTrieste ”Cesare Rubini”, l’acquisto di un tagliando per la partita di A2 Gold tra la formazione biancorossa e il Basket Veroli (inizio ore 18.30) darà diritto ad assistere gratuitamente anche alla gara di serie A1 Femminile che vedrà opposta la Società Ginnastica Triestina Calligaris alla Ceprini Costruzioni Orvieto (palla a due alle ore 16.00).

I prezzi dei tagliandi sono i seguenti:

BIGLIETTO “GOLD” (posto numerato settore A + accesso alla sala Hospitality)

Intero: € 35,00

BIGLIETTO “SILVER” (posto numerato settore B, F e J)

Intero: € 20,00

BIGLIETTO “BRONZO” (posto non numerato)

Intero: € 13,00

Ridotto: € 8,00 (per ragazzi nati tra il 01/01/1996 e il 31/12/2001 compreso, per disabili e accompagnatori)

Per i bambini da 0 a 12 anni, l’ingresso nei settori non numerati sarà gratuito.

Si comunica inoltre che tutti i possessori di abbonamenti 2014/15 di Pallacanestro Trieste 2004 potranno accedere gratuitamente al match della Società Ginnastica Triestina Calligaris, esibendo il proprio titolo presso l’entrata del palasport: lo stesso avverrà per tutti coloro che hanno sottoscritto una tessera valida per il campionato di basket femminile della Società Ginnastica Triestina Calligaris, previo ritiro di un tagliando-omaggio presso le casse del PalaTrieste, aperte domenica dalle ore 15.10 in poi.

Per la prevendita e la richiesta di eventuali informazioni, è possibile contattare il “Ticketpoint” di Corso Italia 6/C al numero di telefono 040-3498276, oppure tramite messaggio di posta elettronica all’indirizzo mail “banco@ticketpointrieste.it”. Si ricorda che la biglietteria osserva il seguente orario di apertura: 8.30-12-30 e 15.30-19, da lunedì a sabato compreso.

Ti è piaciuto questo articolo?

Calligaris e Querciambiente, disco rosso all’esordio in campionato

Falsa partenza stagionale per la Querciambiente Muggia: le rivierasche cedono ad Aquilinia contro la Virtus Cagliari per 58-68, all’interno di un’intera partita costrette a rincorrere le avversarie nel punteggio. Fatale in tal senso il parziale di 17-42 dei primi 15 minuti del match in favore delle sarde, abili a mettere la museruola alle padrone di casa colpendole poi dalla lunga distanza: Muggia ha iniziato a giocare proprio sul -25, aprendo inizialmente un parziale di 9-0 con Rosin e Mezgec (le migliori in campo, per la continuità dimostrata lungo tutto il match) e via via avvicinandosi alla Virtus in corso d’opera.

I punti di Mia Masic e Alice Policastro hanno permesso poi all’Interclub di riprendere coraggio anche in difesa, arrivando sul -6 con palla in mano a 180” dal termine: la freddezza di Cagliari dalla linea della carità (la squadra allenata da Carla Tola chiuderà con un eccellente 18/20 ai liberi), unita alla prova a cinque stelle di una Melissari da 25 punti in tutto, regalerà i primi due punti di campionato alle sarde e il primo dispiacere a Muggia, al momento con troppi alti e bassi di rendimento e alle prese con un rodaggio di squadra ancora tutto da completare. 

Querciambiente Muggia-Virtus Cagliari 58-68 (13-23, 24-42, 40-55)

Querciambiente Muggia: Meola 3, Masic 20, Castelletto 1, Zizola 4, F.Policastro ne, Capolicchio 10, Richter ne, A.Policastro 11, Rosin 7, Mezgec 2. All. Trani

Virtus Cagliari: Klein 11, Fava, Mastio 2, Innocenti 13, Saba 5, Porcu, Dettori 8, Melissari 25, Gambuzza 4, Oppo ne. All. Tola

 —

Precedentemente, nel pomeriggio, si era svolto invece il match di massima serie tra Acqua&Sapone Umbertide e Calligaris Ginnastica Triestina: all’interno del “Basket Day” di S.Martino di Lupari, le giuliane hanno ceduto per 70-53 contro una delle corazzate del campionato, sospinte da Consolini autrice di 22 punti e 23 di valutazione. Per l’SGT la top-scorer è stata Vida con 12 punti, seguita dall’americana Harry con 11 e dalla ex-rivierasca Borroni con 7.

Ti è piaciuto questo articolo?

Campionati 2014/15 di A1 e A2 femminile: queste le avversarie di SGT e Interclub

Sono stati definiti i raggruppamenti dei campionati nazionali di basket femminili, che vedranno impegnate le nostre formazioni locali nella prossima stagione agonistica 2014/15.

Per la neo-promossa SGT Calligaris, il girone unico di serie A1 prevede le seguenti 11 avversarie:

Minibasket Battaglia

Dike Basket Napoli

Basket Parma

Pallacanestro Vigarano

Virtus La Spezia

B.F. Le Mura Lucca

Cestistica Orvieto

Pall. Femm. Umbertide

Pall. Femm. Schio

ASD San Martino di Lupari

Reyer Venezia

Per quanto riguarda invece la Querciambiente Muggia, la formazione rivierasca è stata inserita nel Girone B della serie A2, con due tappe previste in Sardegna e con le seguenti squadre a comporre tale raggruppamento:

Basket Biassono

Basket Team Crema

Fassi Albino

Ecodent Alpo

Velco Vicenza

Bonfiglioli Ferrara

Astro Cagliari

Virtus Cagliari

Ti è piaciuto questo articolo?

Zampata SGT nell’ultimo quarto, Torino cede in gara-3. La Trieste in rosa riabbraccia la serie A1

Quello che l’ultimo quarto di gara-2 a Torino le aveva strappato, la Ginnastica Triestina se lo riprende con gli interessi nella “bella” casalinga. E’ serie A1 per la Calligaris, una generazione dopo i fasti giuliani a tinte rose che avevano contraddistinto gli anni ’80 all’ombra di San Giusto: il caliente pubblico del “PalaTrieste” ha spinto il team di Nevio Giuliani verso la vittoria per 54-48, in una gara che ha visto nuovamente tanto equilibrio tra le due formazioni, un po’ quello che si era già visto nel corso della serie. Trieste la spunta nell’ultimo quarto, ciò che fu croce e (poca) delizia in Piemonte, mandando in visibilio i tanti appassionati presenti a Valmaura.

Quintetto base triestino con Trimboli, Miccoli M., Rosellini, Bianco e Vida, risponde coach Petrachi con Di Giacomo, Domizi, Quarta, Salvini e Coen; pronti via e Torino abusa di una “imbalsamata” Trieste, pressione latente piu’ che logica di fronte a 2500 spettatori: 0-4 prima del canestro di Vida. E’ subito l’ungherese a trascinare il gruppo con la maggiore levatura tecnica, anche prendendosi le consuete licenze di regia; mancate chiusure difensive pero’ creano autostrade alle piemontesi che usufruiscono del gentile omaggio: 4-9 e time out coach Giuliani. Uscita dal minuto di qualita’ per le triestine, break di 4-0 interrotto dall’ennesima penetrazione non contestata di Quarta; pan per focaccia e il dinamismo di Isabel Romano finalmente entra nella serie, e con la tripla della Vida Trieste sorpassa sul 14-11, prima della chiusura prima frazione sempre con una bollente Quarta: 14-14.

In un match senza tante segnature, i punti della Vida sono ossigeno puro, mentre dall’altra parte la Coen cerca morale prendendosi gite in lunetta; inerzia tutt’altro che definita, la SGT inceppa il proprio attacco con soluzioni isolate estemporanee, mentre la Piramis serve a dovere le lunghe in area pitturata per discreti dividendi: 21-21 a meta’ frazione.

Momento asfittico cestisticamente parlando, orrori a ripetizione da ambo le parti non muovono il tabellone neanche per scommessa; scossa con tripla di Gombac che fa esplodere il Palatrieste, squadre all’intervallo con vantaggio minimo della SGT per 27-23. Forzature triestine alla ripresa delle ostilita’, gioco forza Torino ne approfitta senza fare nulla di trascendentale ma con la concretezza della solita Di Giacomo: 30-30 e tutto da rifare, anzi no, sorpasso ospite con Domizzi. Passano i minuti e fisiologicamente la pressione sale terribilmente, la fluidita’ viene definitivamente persa, si apre la bagarre senza logiche tattiche: 34-34. Difese dominanti in una fase bruttina del match, troppe occasioni sprecate da Trieste in area pitturata con Bianco e troppe le conclusioni forzate delle piemontesi, l’equilibrio e’ un manifesto a Lapalisse: finale di terzo quarto 38-38 per la Calligaris SGT.

Trimboli fondamentale nella meta’ campo difensiva, con aggressivita’ a rimbalzo offensivo, vanificate da quattro infrazioni commesse; anche Giulia Zecchin sfrutta le doti penetrative e il mis-match contro la Di Giacomo, c’e’ un mini-break per le padroni di casa: 45-40. Zona match-up ordinata da coach Petrachi, mossa per cambiare un’inerzia che prende sensibilmente la via di Trieste; a bonus speso la partita si decide anche dalla lunetta. Una zingarata della Vida con canestro in contropiede segna il match, 48-41 e time out Piramis a 3’52” dal termine. Massimo vantaggio SGT sul +8 e timidi segnali di resa per le piemontesi, divenuti reale presa di coscienza sulla palla persa di Di Giacomo; time out sul 50-44 a 58 secondi dal termine, un gap che manda in paradiso le giuliane, uno svantaggio che chiude la serie e manda le ospiti alla “finalina” contro Battipaglia.

 —

Calligaris Triestina-Pallacanestro Torino 54-48 (14-14, 27-23, 39-38) 

Calligaris Triestina: Rosellini, Zecchin 6, Trimboli 2, Vida 18, M.Miccoli 4, Policastro 3, Bianco 5, Cerigioni 2, Gombac 9, Romano 5. All. Giuliani

Pallacanestro Torino: Rosso, Di Giacomo 14, Quarta 7, Coen 5, Domizi 11, Balbo, Santuz, Albano, Salvini 11, Michelini. All. Petrachi

Ti è piaciuto questo articolo?

SGT, buona la prima contro Torino. La serie A1 è ora distante una sola vittoria

La Calligaris piazza il punto dell’1-0 nella serie di finale play-off contro Torino: la squadra di Nevio Giuliani si impone per 56-45 sulla Piramis, all’interno di una gara estremamente rognosa che Trieste ha avuto il merito di chiudere a cinque minuti dal termine. Nonostante la pesante assenza di Montanaro, le ospiti hanno messo a dura prova le giuliane, brave poi a trovare il break decisivo nel finale senza dover poi soffrire nei minuti conclusivi del match.

La partenza triestina sembra lanciata, con l’ 8-0 che sottolinea l’ottimo inizio di gara delle padroni di casa: le ospiti “spadellano” per qualche minuto in attacco, ma lottano a rimbalzo offensivo e trovano un parziale di 7-0 firmato da Coen e Quarta, che riportano in equilibrio il match a metà di prima frazione. La Calligaris fa progressivamente più fatica ad andare a realizzare, con 7 minuti di autentico black-out che permette alle piemontesi di mettere la freccia all’ 8′ con Salvini (8-11). Un libero di Gombac, assieme a una “zingarata” in penetrazione di Romano, ridà ossigeno alla Ginnastica, tuttavia è Torino a rimanere avanti alla prima sirena (11-13).

Vida pareggia i conti in apertura di secondo quarto, sull’altro fronte Quarta risponde “presente” per la Piramis: quattro punti di fila per la guardia ospite consegnano infatti altrettante lunghezze di vantaggio per Torino al 13′ (13-17). Trieste vede spegnersi sul ferro diversi tiri, specialmente dalla media distanza, e le piemontesi vanno al massimo vantaggio sul 15-22: è poi Miccoli, su sponda SGT, a tentare una prima scossa giuliana con quattro punti di fila, tentando di “esorcizzare” le triple ospiti che sono una vera spina nel fianco per la Ginnastica. Le triestine tornano a contatto avversario con un contro-break di 6-0 targato Bianco e Vida, blindando il punteggio sul 23-25 di metà gara.

A inizio di terza frazione, l’azione da tre punti di Coen viene annullata da Trimboli, Vida e Miccoli: dopo 180 secondi dalla ripresa delle ostilità, la Calligaris torna in vantaggio sul 29-28, gap che si allunga con un altro parzialino interno di 4-0 che lancia l’SGT sino a +5. In un momento di empasse offensiva da ambo le parti, con parecchie palle perse e tiri dall’alto coefficiente di difficoltà che non vanno a segno, il punteggio rimane inchiodato sul 33-30 per più di qualche minuto: ci pensa Miccoli a togliere le castagne dal fuoco per Trieste, a cui si aggrega l’appoggio al tabellone di Romano. Torino però rimane lì attaccata, con i punti di Salvini che regala alle piemontesi il -2 a dieci dalla fine.

Vida prima, Quarta poi dalla lunga distanza mantengono immutato l’equilibrio sul parquet negli istanti finali di ultimo quarto (39-38). La Ginnastica tenta un mini-scatto sui liberi segnati da Gombac e la tripla imbucata da Miccoli (+6 al 34′), ma sono ancor più importanti le due bombe piazzate dall’angolo da Policastro a dare l’ allungo decisivo per le giuliane (50-41). Il time-out repentino, chiamato da coach Petrachi, non sortisce gli effetti sperati da Torino: la Piramis perde progressivamente efficacia e fiducia, ed è ancora Policastro a punire la difesa ospite, dando il massimo vantaggio a Trieste di 11 punti che è un bottino troppo pesante da recuperare per le ospiti. E’ fatta per l’SGT, che ora ha due match-point (il primo mercoledì prossimo in Piemonte) per centrare la promozione in serie A1.

SGT Calligaris – Pallacanestro Torino 56-45 (11-13, 23-25, 37-35)

SGT Calligaris: Rosellini, Zecchin 2, Trimboli 5, Vida 17, M. Miccoli 13, Policastro 8, Cerigioni, Gombac 3, Romano 4. All. Giuliani

Pallacanestro Torino: Rosso 2, Di Giacomo 4, Quarta 13, Coen 10, Domizi 10, Balbo n.e., Santuz, Albano, Salvini 6, Michelini n.e.. All. Petrachi

Ti è piaciuto questo articolo?

Puntata #9 dello spazio Interclub su RadioAttività, ospite Nicoletta Borroni

E’ online il 9° appuntamento con la Pallacanestro Interclub Muggia su RadioAttività: l’ultima ospite del 2013 è Nicoletta Borroni, ex-capitana rivierasca e ora a fianco del duo Trani-Ianco sulla panchina della Querciambiente.

Buon ascolto!

PUNTATA #9 INTERCLUB MUGGIA SU RADIOATTIVITA’

NICOLETTA BORRONI

Ti è piaciuto questo articolo?

Querciambiente Muggia-SGT Calligaris, la telecronaca completa su YouTube

E’ online la telecronaca completa del derby di sabato 14 dicembre tra Querciambiente Muggia ed SGT Calligaris: le riprese sono, come di consueto, realizzate da Antonio Giacomin di Fluido.it, la telecronaca è affidata ad Alessandro Asta con il contributo di Elisa Gherbaz

1°quarto

httpvh://www.youtube.com/watch?v=Eqq9i38e3Tw

2°quarto

httpvh://www.youtube.com/watch?v=Ieh8KOOTrNs

3°quarto

httpvh://www.youtube.com/watch?v=_gihmbclWY0

4°quarto

httpvh://www.youtube.com/watch?v=5MtXuowmLbI

Tempo supplementare

httpvh://www.youtube.com/watch?v=tPCzB0-GVZQ

Ti è piaciuto questo articolo?

Querciambiente Muggia-SGT Calligaris, le interviste del dopo-gara

Sono online, grazie all’instancabile lavoro di Antonio Giacomin per Fluido.it, le interviste del post-partita di Querciambiente Muggia-SGT Calligaris: spazio alle parole dei rispettivi coach, quello della Ginnastica Triestina, Nevio Giuliani, e quello dell’Interclub, Mauro Trani

 httpvh://www.youtube.com/watch?v=MhKU8tbDU3A

httpvh://www.youtube.com/watch?v=eYTgvAUmBvc

Ti è piaciuto questo articolo?

L’SGT piazza lo sgambetto alla Querciambiente: la Calligaris vince il derby contro Muggia

Muggia perde la tramontana nell’ultimo quarto, consegnando la vittoria a una più convincente Calligaris: è questo l’esito del PalaTrieste e del derby stracittadino che premia la Ginnastica Triestina, vittoriosa sulla Querciambiente per 59-52. Una partita di quasi assoluto equilibrio nel corso dei primi trenta minuti di gara, con tanti errori in attacco da ambo le parti, viene risolta nella frazione finale dal maggior “fuoco sacro” messo in campo dalle ragazze di Nevio Giuliani, più propositive nel catturare palloni importanti nei momenti decisivi rispetto a quanto fatto vedere dalle rivierasche.

Parte meglio la compagine di casa, ispirata da Stefania Trimboli (tra le migliori in campo) e Rosellini: il vantaggio di cinque lunghezze viene però rintuzzato immediatamente dalle ospiti, che mostrano i muscoli con Capolicchio (4 punti di fila) e Borroni. Alla prima sirena l’SGT conduce di una lunghezza (17-16), con i micro-vantaggi da ambo le parti che continuano a farla da padrona anche nei secondi dieci minuti: la Querciambiente prova ad attivarsi sull’asse Palliotto-Romagnoli, trovando un gap di cinque lunghezze (23-28), è poi Vida a togliere le castagne dal fuoco per le bianche di casa, con il -1 a metà contesa.

Si procede quasi di pari passo anche nel corso del terzo quarto, quando la Calligaris trova diverse gite in lunetta (con fortune alterne) ma soprattutto due giochi da tre punti nel finale di quarto con Romano e Rosellini: è poi Borroni sul lato opposto a ridare la parità proprio alla penultima sirena (39-39), momento in cui Muggia stacca la spina e permette alla Ginnastica l’allungo decisivo. L’SGT è più viva a rimbalzo d’attacco, con la difesa asfissiante imposta dalle giocatrici di coach Giuliani che manda letteralmente in tilt l’Interclub, sotto di sette punti a quattro minuti dal termine (49-42). Il fallo tecnico, subito dopo fischiato alla panchina rivierasca, rompe ancora di più l’equilibrio tra le due squadre: la tripla di Vida mette la doppia cifra di vantaggio alle giuliane e il conseguente mal di testa alla Querciambiente, che non riesce poi a tornare in gara nonostante la salita sugli scudi della capitana Borroni.

Calligaris SGT – Querciambiente Muggia 59-52 (17-16, 27-28, 39-39)

Calligaris SGT: V. Trimboli, Rosellini 13, Zecchin 2, S. Trimboli 8, Vida 14, M. Miccoli 7, Policastro 6, Bianco, Cerigioni, Romano 9. All. Giuliani

Querciambiente Muggia: Meola 2, Borroni 17, Castelletto, Cumbat 4, Romagnoli 13, Fragiacomo, Capolicchio 6, Richter n.e., Palliotto 10, Rosin n.e. All. Trani

Ti è piaciuto questo articolo?