Articoli

“Basket Day” di domenica 12 ottobre al PalaTrieste: ecco le modalità d’ingresso per SGT Calligaris e Pall.TS 2004

Un biglietto unico per due entusiasmanti sfide: Società Ginnastica Triestina Calligaris e Pallacanestro Trieste 2004 comunicano che, in occasione del “Basket Day” in programma domenica 12 ottobre 2014 al PalaTrieste ”Cesare Rubini”, l’acquisto di un tagliando per la partita di A2 Gold tra la formazione biancorossa e il Basket Veroli (inizio ore 18.30) darà diritto ad assistere gratuitamente anche alla gara di serie A1 Femminile che vedrà opposta la Società Ginnastica Triestina Calligaris alla Ceprini Costruzioni Orvieto (palla a due alle ore 16.00).

I prezzi dei tagliandi sono i seguenti:

BIGLIETTO “GOLD” (posto numerato settore A + accesso alla sala Hospitality)

Intero: € 35,00

BIGLIETTO “SILVER” (posto numerato settore B, F e J)

Intero: € 20,00

BIGLIETTO “BRONZO” (posto non numerato)

Intero: € 13,00

Ridotto: € 8,00 (per ragazzi nati tra il 01/01/1996 e il 31/12/2001 compreso, per disabili e accompagnatori)

Per i bambini da 0 a 12 anni, l’ingresso nei settori non numerati sarà gratuito.

Si comunica inoltre che tutti i possessori di abbonamenti 2014/15 di Pallacanestro Trieste 2004 potranno accedere gratuitamente al match della Società Ginnastica Triestina Calligaris, esibendo il proprio titolo presso l’entrata del palasport: lo stesso avverrà per tutti coloro che hanno sottoscritto una tessera valida per il campionato di basket femminile della Società Ginnastica Triestina Calligaris, previo ritiro di un tagliando-omaggio presso le casse del PalaTrieste, aperte domenica dalle ore 15.10 in poi.

Per la prevendita e la richiesta di eventuali informazioni, è possibile contattare il “Ticketpoint” di Corso Italia 6/C al numero di telefono 040-3498276, oppure tramite messaggio di posta elettronica all’indirizzo mail “banco@ticketpointrieste.it”. Si ricorda che la biglietteria osserva il seguente orario di apertura: 8.30-12-30 e 15.30-19, da lunedì a sabato compreso.

Ti è piaciuto questo articolo?

Tabù-Casale per Trieste, sconfitta nella prima giornata di campionato

Inizia con una sconfitta il campionato di serie A2 Gold 2014/15 della Pallacanestro Trieste 2004: sul parquet del “PalaFerraris” di Casale Monferrato, i giuliani perdono per 79-59 contro la Novipiù. Partita difficile per gli uomini di coach Dalmasson, che hanno sofferto per lunghi tratti di gara il gioco degli avversari, abili nel secondo quarto ad allontanarsi nel punteggio grazie a ottime percentuali dal campo. La Junior, con il gap accumulato nella prima metà di partita, ha poi controllato i ritmi, subendo il ritorno triestino solamente nella parte finale della contesa.

Buon inizio di match per i biancorossi, grazie ai cinque punti di Tonut e alla tripla di Marini che regalano quattro punti di vantaggio al 3′. Martinoni e Marshall rimettono le cose a posto due minuti più tardi, con un break di 9-0 che lancia la Novipiù sul +5 a metà frazione: i padroni di casa si mantengono avanti lungo il corso del quarto, arrivando sino a nove lunghezze di gap nei dieci minuti iniziali (25-18). Trieste ha un buon Holloway in pitturato, ma Casale dimostra buona fluidità offensiva, piazzando due triple con Blizzard e Amato (31-20 al 12′) e allungando repentinamente sino al +21, prendendo di fatto in mano il match già in questa fase. Gli ospiti fanno fatica a segnare e a difendere sotto il proprio canestro, subendo le giocate degli avversari che – con il 60% di realizzazione complessivo al tiro – vanno a riposo con 52 punti messi a referto, a fronte dei 27 segnati dagli ospiti.

Trieste rientra in campo provando a stringere maggiormente le maglie difensive, innestando poi Tonut in contropiede ed Holloway in area, ma l’inerzia non cambia al “PalaFerraris”: la Novipiù mantiene il comando, avendo in Butkevicius, Marshall e Blizzard gli effettivi di punta per allargare la forbice di vantaggio (62-32). Casale Monferrato mantiene un +27 alla terza sirena, calando poi il ritmo nei minuti finali e aprendo l’opportunità a Trieste di recuperare una piccola parte del margine, attraverso i punti di Holloway, Carra e Tonut (73-49 a metà dell’ultimo quarto, sino al definitivo 79-59 in favore dei padroni di casa).

Novipiù Casale Monferrato – Pallacanestro Trieste 2004 79-59 (25-18, 52-27, 68-41)

Novipiù Casale Monferrato: Giovara, Amato 7, Tomassini 5, Natali 4, Butkevicius 9, Blizzard 5, Martinoni 19, Rattalino n.e., Ruiu, Fall 8, Valentini n.e., Marshall 22. All. Ramondino

Pallacanestro Trieste 2004: Coronica, Prandin 2, Tonut 17, Mastrangelo 3, Grayson 7, Candussi 6, Carra 4, Marini 6, Holloway 12, Fossati 2. All.Dalmasson

 (credits foto: Junior Casale)

Ti è piaciuto questo articolo?

Pallamano Trieste splendida splendente: Merano cade a Chiarbola

Seconda partita di campionato e seconda vittoria di fila per la Pallamano Trieste: davanti al proprio pubblico per la prima volta in questo campionato, i ragazzi di Giorgio Oveglia si sono imposti per 32-30, dopo un primo tempo equilibrato chiuso sul +1 e in una ripresa caratterizzata dall’allungo decisivo dei padroni di casa, trascinati da Kevin Anici autore di 8 reti (14-13). 

“Con tre giocatori fuori e una partita difficile che ci aspettava dopo la vittoria di Bressanone” spiega Giorgio Oveglia, allenatore biancorosso, “tutti i ragazzi hanno dimostrato di essere encomiabili. La squadra ha saputo fare fronte alle problematiche presenti disputando una buona partita, sono soddisfatto e confido nella sosta di campionato per recuperare gli infortunati”.

In classifica Trieste è a quota 5 punti, uno in meno delle battistrada Bozen, Cassano Magnago e Pressano

PALLAMANO TRIESTE – Meran 32-30 (p.t. 14-13)

PALLAMANO TRIESTE: Zaro, Campagnolo G, Radojkovic 4, Dapiran 3, Anici 8, Pernic 2, Cunjac 6, Bellomo 1, Bozic, Carpanese 1, Dovgan 4, Campagnolo A, Leone, Visintin 3. All: Giorgio Oveglia

Meran: Laurin Stricker 1, Carli 3, Gufler H. 3, Lukas Stricker, Sljepcevic 6, Christanell, Laimer 1, Tissot, Matha, Pagano 3, Trojer Hofer , Gagovic 3, Gufler M. 10. All: Jurgen Prantner

Arbitri: Limido – Donnini

Ti è piaciuto questo articolo?

Grande Trieste in Alto-Adige: la Forst Brixen cade sui tiri finali dai 7 metri

Una Pallamano Trieste già col vento in poppa chiude alla grande la prima giornata del nuovo campionato 2014/15: nel “derby d’Italia” contro la Forst Bressanone, i biancorossi riescono a spuntarla ai tiri finali dai 7 metri. Finisce 28 a 27 per Visintin e soci, che erano stati raggiunti dagli alto-atesini proprio nei secondi finali, “matando” però a domicilio gli storici rivali sui rigori decisivi.

“E’ un successo meritato, con una grande prestazione da parte di tutti i ragazzi contro una formazione di valore come il Bressanone” spiega l’allenatore giuliano Giorgio Oveglia, “abbiamo sofferto un po’ la difesa dei padroni di casa ma la reazione è stata ottima in una partita piacevole da vedere, che potevamo chiudere al termine dei tempi regolamentari”.

Trieste può dunque festeggiare i primi 2 punti in classifica di una stagione che si apre già col sorriso.

Forst Brixen – Trieste 27-28 d.t.r. (p.t. 12-12; s.t. 23-23)

Forst Brixen: Pftanner, Kokuca 3, Mairvongrasspeinten 3, Alvarez 4, Dejakum 2, Salcher 4, Kovacs 3, Dorfmann, Wieland, Wierer, Sonnerer 6, Ranalter, Sader 2, Stuffer. All: Michael Niederwieser

Trieste: Zaro, Campagnolo, Radojkovic 5, Dapiran 1, Anici 7, Pernic 2, Cunjac 5, Di Nardo, Carpanese 4, Dovgan, Postogna, Visintin 4. All: Giorgio Oveglia

Arbitri: Alperan – Scevola

Ti è piaciuto questo articolo?

Serie A2 Gold, ecco come cambia il calendario 2014/15 dopo l’ammissione dell’Upea in serie A

In seguito al ripescaggio dell’Orlandina Basket al campionato di serie A 2014/15 e alla conseguente ammissione dell’U.C.C.Casalpusterlengo alla prossima A2 Gold, la FIP ha diramato il calendario definitivo relativo alla seconda serie nazionale.

Queste, nel dettaglio, le partite della stagione 2014/15 che riguardano la Pallacanestro Trieste 2004:

1° giornata (andata: domenica 5 ottobre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 11 gennaio 2015 – ore 18): Junior Casale Monferrato-Pallacanestro Trieste 2004

2° giornata (andata: domenica 12 ottobre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 18 gennaio 2015 – ore 18): Pallacanestro Trieste 2004-Basket Veroli

3° giornata (andata: mercoledì 15 ottobre 2014 – ore 20.45; ritorno: mercoledì 21 gennaio 2015 – ore 20.30): Basket Barcellona-Pallacanestro Trieste 2004

4° giornata (andata: domenica 19 ottobre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 25 gennaio 2015 – ore 18): Pallacanestro Trieste 2004-Pallacanestro Biella

5° giornata (andata: domenica 26 ottobre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 1° febbraio 2015 – ore 18): Pallacanestro Trieste 2004-Scaligera Verona

6° giornata (andata: domenica 2 novembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 8 febbraio 2015 – ore 18): Pallacanestro Trapani-Pallacanestro Trieste 2004

7° giornata (andata: domenica 9 novembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 15 febbraio 2015 – ore 18): Pallacanestro Trieste 2004-Leonessa Brescia

8° giornata (andata: domenica 16 novembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 22 febbraio 2015 – ore 18): Azzurro Napoli-Pallacanestro Trieste 2004

9° giornata (andata: domenica 23 novembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 1° marzo 2015 – ore 18): Pallacanestro Trieste 2004-Fortitudo Agrigento

10° giornata (andata: domenica 30 novembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 15 marzo 2015 – ore 18): PMS Torino-Pallacanestro Trieste 2004

11° giornata (andata: domenica 7 dicembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 22 marzo 2015 – ore 18): Pallacanestro Trieste 2004-U.C.C. Casalpusterlengo

12° giornata (andata: domenica 14 dicembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 29 marzo 2015 – ore 18): Fulgor Libertas Forlì-Pallacanestro Trieste 2004

13° giornata (andata: 21 dicembre 2014 – ore 18; ritorno: sabato 4 aprile 2015 – ore 20.30): Pallacanestro Trieste 2004-Pallacanestro Mantovana

14° giornata (andata: domenica 28 dicembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 12 aprile 2015 – ore 18): Aurora Jesi-Pallacanestro Trieste 2004

15° giornata (andata: domenica 4 gennaio 2015 – ore 18; ritorno: domenica 19 aprile 2015 – ore 18): Pallacanestro Trieste 2004-Basket Ferentino

Ti è piaciuto questo articolo?

Calendari A2 Gold 2014/15, Trieste ripartirà dal parquet di Casale Monferrato

La Pallacanestro Trieste 2004 riprenderà la propria avventura in A2 Gold esattamente da dove l’aveva conclusa nella passata stagione: gli uomini di coach Eugenio Dalmasson, nella prima giornata di campionato in programma domenica 5 ottobre, saranno infatti di scena sul parquet di Casale Monferrato, in quella che fu la trasferta che di fatto chiuse il campionato 2013/14.

Per la prima gara interna ci sarà da aspettare solamente sette giorni più tardi, con i biancorossi che al ”PalaTrieste” ospiteranno il Basket Veroli.

Questo il dettaglio delle partite di A2 Gold 2014/15, comunicato dalla Lega Nazionale Pallacanestro e relativo alla compagine giuliana:

1° giornata (andata: domenica 5 ottobre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 11 gennaio 2015 – ore 18): Junior Casale Monferrato-Pallacanestro Trieste 2004

2° giornata (andata: domenica 12 ottobre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 18 gennaio 2015 – ore 18): Pallacanestro Trieste 2004-Basket Veroli

3° giornata (andata: mercoledì 15 ottobre 2014 – ore 20.45; ritorno: giovedì 22 gennaio 2015 – ore 20.30): Basket Barcellona-Pallacanestro Trieste 2004

4° giornata (andata: domenica 19 ottobre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 25 gennaio 2015 – ore 18): Pallacanestro Trieste 2004-Pallacanestro Biella

5° giornata (andata: domenica 26 ottobre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 1° febbraio 2015 – ore 18): Pallacanestro Trieste 2004-Scaligera Verona

6° giornata (andata: domenica 2 novembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 8 febbraio 2015 – ore 18): Pallacanestro Trapani-Pallacanestro Trieste 2004

7° giornata (andata: domenica 9 novembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 15 febbraio 2015 – ore 18): Pallacanestro Trieste 2004-Leonessa Brescia

8° giornata (andata: domenica 16 novembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 22 febbraio 2015 – ore 18): Azzurro Napoli-Pallacanestro Trieste 2004

9° giornata (andata: domenica 23 novembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 1° marzo 2015 – ore 18): Pallacanestro Trieste 2004-Fortitudo Agrigento

10° giornata (andata: domenica 30 novembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 15 marzo 2015 – ore 18): PMS Torino-Pallacanestro Trieste 2004

11° giornata (andata: domenica 7 dicembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 22 marzo 2015 – ore 18): Pallacanestro Trieste 2004-Orlandina Basket

12° giornata (andata: domenica 14 dicembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 29 marzo 2015 – ore 18): Fulgor Libertas Forlì-Pallacanestro Trieste 2004

13° giornata (andata: 21 dicembre 2014 – ore 18; ritorno: sabato 4 aprile 2015 – ore 20.30): Pallacanestro Trieste 2004-Pallacanestro Mantovana

14° giornata (andata: domenica 28 dicembre 2014 – ore 18; ritorno: domenica 12 aprile 2015 – ore 18): Aurora Jesi-Pallacanestro Trieste 2004

15° giornata (andata: domenica 4 gennaio 2015 – ore 18; ritorno: domenica 19 aprile 2015 – ore 18): Pallacanestro Trieste 2004-Basket Ferentino

Ti è piaciuto questo articolo?

Pallamano Trieste, diramati i calendari 2014/15: prima gara a Brixen

Diramati, nella giornata di ieri, i calendari 2014/15 del campionato di serie A Maschile di Pallamano: Trieste esordirà sabato 20 settembre in Alto Adige, precisamente sul parquet degli storici rivali del Brixen, mentre per la prima partita casalinga ci sarà da aspettare solo sette giorni, con la sfida contro il Meran in programma a Chiarbola il 27 settembre.

Questo il calendario completo delle partite della 1° fase di stagione:

 

GIRONE D’ANDATA

1° giornata, sabato 20 settembre 2014, ore 19: Forst Brixen-Trieste

2° giornata, sabato 27 settembre 2014, ore 18.30: Trieste-Meran

3° giornata, sabato 4 ottobre 2014: turno di riposo per Trieste

4° giornata, sabato 11 ottobre 2014, ore 19: Bozen-Trieste

5° giornata, sabato 18 ottobre 2014, ore 18.30: Trieste-Cassano Magnago

6° giornata, sabato 25 ottobre 2014, ore 19: Pressano-Trieste

7° giornata, domenica 9 novembre 2014, ore 18.30: Trieste-Eppan

8° giornata, sabato 15 novembre 2014, ore 20.30: Metallsider Mezzocorona-Trieste

9° giornata, sabato 22 novembre 2014, ore 18.30: Trieste-Metelli Cologne

 

GIRONE DI RITORNO

1°giornata, sabato 29 novembre 2014, ore 18.30: Trieste-Forst Brixen

2°giornata, sabato 6 dicembre 2014, ore 19: Meran-Trieste

3° giornata, sabato 13 dicembre 2014: turno di riposo per Trieste

4° giornata, sabato 20 dicembre 2014, ore 18.30: Trieste-Bozen

5° giornata, sabato 17 gennaio 2015, ore 20.30: Cassano Magnago-Trieste

6° giornata, sabato 24 gennaio 2015, ore 18.30: Trieste-Pressano

7° giornata, sabato 31 gennaio 2015, ore 19: Eppan-Trieste

8° giornata, sabato 7 febbraio 2015, ore 18.30: Trieste-Metallsider Mezzocorona

9° giornata, sabato 14 febbraio 2015, ore 20.30: Metelli Cologne-Trieste

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Trieste, ora il gioco si fa duro: i play-off iniziano sabato contro il Vis Nova Roma

Ventidue partite di stagione regolare, 47 punti conquistati, frutto di 15 vittorie e 2 pareggi, il secondo posto in classifica strappato al Quinto sul filo di lana: tutto ormai alle spalle. La Pallanuoto Trieste si rituffa per il quarto anno di fila nell’avventura degli spareggi promozione di serie A2 maschile e sabato 7 giugno alla Bruno Bianchi, con inizio alle ore 18.30 (si giocherà nella vasca al coperto, ingresso gratuito), affronterà il Vis Nova Roma in gara 1 di semifinale play-off. L’attesa è tanta per una sfida dall’importantissima posta in palio, la prima di una serie che si potrebbe decidere in 2 partite, o all’eventuale “bella” che gli alabardati potranno giocare in casa. Prospettiva soltanto futuribile, anche perchè in questo momento l’attenzione di tutti, squadra, staff tecnico, società e tifosi, è intanto concentrata sul confronto di sabato con i capitolini.

Sono trascorse due settimane dall’ultimo turno di campionato – vittoria casalinga con il Chiavari – e la Pallanuoto Trieste in questo lasso di tempo ha preparato nei minimi dettagli la partita con il Vis Nova. Prima una fase di scarico, per smaltire le non poche fatiche della regular season, poi allenamenti più intensi, un test amichevole con il Koper e l’analisi tattica della compagine capitolina. “Affronteremo un avversario molto duttile – spiega l’allenatore della Pallanuoto Trieste Ugo Marinelli – che punta sulla velocità, nuota tanto ed è pericoloso nelle ripartenze. Ma allo stesso tempo hanno anche precisi punti di riferimento, un centroboa molto solido e diversi tiratori di grande qualità”. Nello specifico, ai 2 metri giostrerà il serbo Miskovic, e sugli esterni bisognerà prestare attenzione al mancino Cuccovillo, 51 gol in stagione, e ai vari Briganti, Vitola, Innocenzi e Pappacena, l’ex di turno, che ha giocato con la calottina alabardata nella stagione 2011/2012. La sensazione è che la difesa giuliana sarà sollecitata, e non poco, dalla verve degli arrembanti romani.

Ma anche la Pallanuoto Trieste ha le sue carte da giocare. La squadra è sembrata in palla sotto il piano fisico, pure il centroboa Gabriel Namar appare recuperato, e il gruppo attende con la giusta dose di tensione questa importante sfida. “Stiamo bene – conferma il tecnico fiumano – la condizione è nel complesso soddisfacente, i ragazzi sono tutti molto concentrati e desiderosi di affrontare il Vis Nova. Dovremo essere bravi ad imporre il nostro gioco e a far pesare il fattore campo. Sappiamo che non sarà facile, ma siamo pronti come sempre a dare il massimo”.

Infine, la designazione arbitrale: gara 1 di semifinale play-off sarà diretta da Francesco Barbera di Cosenza e Luca Bianco di Brescia.

Le partite di sabato 7 giugno, gara 1 di semifinale play-off: Sport Management – Catania, Ortigia Siracusa – Sc Quinto, Pallanuoto Trieste – Vis Nova Roma, Civitavecchia – Lavagna 90; gara 1 di finale play-out: Muri Antichi – Rn Imperia, Pallanuoto Brescia – Rn Cagliari

Ti è piaciuto questo articolo?

Giorgio Oveglia: “Fatti grandi passi avanti, ora pensiamo alla prossima stagione”

Crescono i giovani, cresce ancor di più l’intera squadra e – come naturale conseguenza – migliorano anche i risultati sul campo. Ma per una così semplice equazione non sempre si trovano con facilità le variabili giuste per arrivare a un sospirato “lieto fine”. A meno di non chiamarsi Pallamano Trieste che, per tradizione prima che per necessità, ha saputo cavalcare con autorevolezza l’ onda lunga contrassegnata dalle difficoltà economiche del passato.

Per Giorgio Oveglia, allenatore della truppa biancorossa arrivata quest’anno a un passo dai play-off scudetto, il bilancio di fine stagione si sovrappone già a quello che sarà il futuro prossimo della compagine giuliana. Ma il coach, giustamente, si ritaglia un piccolissimo spazio per sottolineare la propria soddisfazione: “I passi in avanti fatti sono stati tanti, soprattutto per il rendimento che i ragazzi hanno dimostrato sul parquet – spiega Oveglia – “Non possiamo definirlo una sorta di anno-fotocopia rispetto a quello precedente, essendo riusciti ulteriormente ad assottigliare il gap con le migliori squadre. Era quello che ci auguravamo da questo gruppo, che già in questi giorni sta lavorando col professor Igor Pekica per proiettarsi al meglio verso il campionato 2014/15 che ci attende”. 

Certo è che, analizzando un po’ a fondo l’attuale divisione della massima serie, i biancorossi si sono fatti strada in un girone A nettamente più competitivo rispetto agli altri. Un “handicap” che Trieste ha esorcizzato con 11 vittorie su 16 gare di regular-season, ma che a conti fatti rischiava (e rischia in futuro) di creare qualche mal di pancia a confronto con gli altri raggruppamenti, a coefficiente di difficoltà meno elevato. “E’ evidente che il nostro fosse il girone con il maggior numero di formazioni a poter combattere per le posizioni di vertice”, continua il coach, “ma dobbiamo anche sottolineare che la divisione geografica della massima serie, decisa dalla Federazione, permette alle società di poter gestire al meglio le risorse economiche. E sappiamo tutti come in questo sport non si navighi certo nell’oro…”. Su una possibile alternativa di riorganizzazione dei campionati, Oveglia non ha dubbi: “Passare a un girone unico da 14 squadre sarebbe un’alternativa da poter riproporre più in là, ma torno a ripetere che il movimento dell’handball nazionale deve fondare la propria priorità nel mantenersi in vita ed evitare imbarcate. Per farlo, le attuali logiche sono le più valide, anche se non necessariamente le migliori”.

Come già sottolineato, la squadra giuliana è attualmente alle prese con una sorta di “preparazione propedeutica” alla prossima stagione. E la società, in contemporanea, si sta già muovendo per definire il roster del futuro: nel taccuino di Giorgio Oveglia, cosa è stato segnato per poter effettuare un ulteriore salto di qualità? “Innanzitutto la riconferma di Ales Cunjac, giocatore che ha dimostrato grande serietà e voglia di mettersi a disposizione di tutta la squadra. Assieme al suo rinnovo, che contiamo di chiudere a breve, siamo alla ricerca di altri due giocatori giovani da inserire nel gruppo: abbiamo le idee sufficientemente chiare su chi puntare e stiamo seguendo costantemente un paio di prospetti interessanti. Anche in questo caso, la nostra volontà è quella di trovare l’accordo in tempi rapidi, avendoli così a disposizione il prima possibile”.

Tuttavia, la sfida più grande – quella che Trieste ha dimostrato di saper vincere negli scorsi anni – è parallelamente un’altra: quella di ricreare una nuova nidiata di talenti, alla stregua di quanto già accaduto con i giovani classe ’92 e ’93 che, dopo aver fatto incetta di titoli giovanili, attualmente popolano con profitto la 1° squadra. “Premettendo che in questa annata abbiamo un po’ sofferto la mancanza di continuità di risultati rispetto al passato, nutriamo grandi aspettative dalle rappresentative U14 e U12, nonché abbiamo circa 1.200 bambini tra i 7 e i 10 anni da coinvolgere in un progetto che porteremo avanti all’interno delle scuole. A livello numerico siamo in tantissimi, sono sicuro che lavorando con questi gruppi potremo costruire le prossime generazioni biancorosse”. 

Ma il futuro della Pallamano Trieste potrà tornare mai a essere nuovamente tricolore? C’è un regalo che coach Oveglia chiederebbe al proprio Presidente, il professor Lo Duca, per ricucirsi sul petto un titolo che manca all’ombra di San Giusto da 12 anni? “Qualcosa di estremamente banale”, sorride: “Un main sponsor triestino che ci possa far tornare ai fasti di un tempo. Anche per cancellare quel “17” dal numero degli scudetti vinti che comincia un po’ a pesarci e, detta tra noi, forse inizia a portarci anche un po’ di sfiga…”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Trieste aggancia al fotofinish il secondo posto finale in classifica: ai play-off c’è il Vis Nova Roma

Sorpasso all’ultima curva. Proprio quando i giochi sembravano ormai fatti, la Pallanuoto Trieste scavalca il Quinto e chiude la stagione regolare del campionato di serie A2 maschile al secondo posto in classifica. Alla Bruno Bianchi gli alabardati hanno compiuto appieno al loro dovere, battendo per 9-7 il Chiavari. Ma l’inaspettata sorpresa di questo ultimo turno si è materializzata a Bogliasco, dove un mai sazio Rn Camogli, che sabato scorso aveva festeggiato la salvezza, ha bloccato sul 6-6 i padroni di casa del Quinto. In semifinale play-off la Pallanuoto Trieste affronterà la terza classificata del girone Sud, ovvero il Vis Nova Roma dell’ex Pappacena: gara 1 è prevista alla Bianchi il 7 giugno, gara 2 nella capitale l’11 giugno, eventuale “bella” a Trieste il 14 giugno. Niente Ortigia Siracusa quindi per gli alabardati, che evitano così una trasferta logisticamente molto impegnativa e soprattutto potranno contare sul vantaggio del fattore campo nel primo turno dei play-off.

Torniamo alla sfida della Bruno Bianchi con il Chiavari, nel complesso ben interpretata da capitan Giorgi e compagni, escluso un passaggio a vuoto nel terzo periodo che rischiava di rimettere clamorosamente in partita i liguri. La Pallanuoto Trieste si presenta in vasca in formazione rimaneggiata, con il centroboa Namar ancora out, Podgornik in panchina ma inutilizzabile e un paio di elementi non al meglio della condizione atletica. L’avvio di gara comunque è tutto di marca alabardata: Petronio si fa respingere un tiro di rigore ma è lesto nel tap-in, poi insacca il 2-0 in superiorità, Krizman finalizza con precisione l’uomo in più del 3-0, infine un bel movimento di Henriques Berlanga dalla posizione di centroboa produce il gol del 4-0. Prima della fine del tempo il Chiavari accorcia con Alessandro Caliogna, ma il pallino del gioco è saldamente in mano ai padroni di casa. Nel 2° periodo infatti la Pallanuoto Trieste incrementa il vantaggio, con Petronio che dopo un bel pallone recuperato da Lagonigro infila la sfera proprio all’incrocio dei pali, e con Ferreccio: 6-1. Un gap prezioso, che però i padroni di casa rischiano quasi di sperperare. Il Chiavari infatti si ridesta e a cavallo del cambio di campo chiude un parziale di 1-5, con i fratelli Caliogna e Botto trascinatori, che a 54” dalla fine del 3° periodo riapre la contesa sul 7-6 per la Pallanuoto Trieste. Un calo di tensione evitabile per gli alabardati, che però nel 4° periodo riprendono subito il controllo della situazione. Arrivano le stoccate di Henriques Berlanga e Ferreccio (9-6), poi solo un pallone deviato che sbatte anche sulla traversa supera Jurisic. Alla sirena finale il tabellone luminoso recita 9-7, mentre dalla Liguria arriva la notizia dello stop del Quinto. Trieste può festeggiare, ma nemmeno troppo: c’è una semifinale play-off da preparare al meglio.

PALLANUOTO TRIESTE – CHIAVARI 9-7 (4-1; 2-2; 1-3; 2-1)

PALLANUOTO TRIESTE: Jurisic, Vitiello, Petronio 3, Ferreccio 2, Giorgi, Krizman 3, Podgornik, Covi, Mezzarobba, Henriques Berlanga 1, Spadoni, Lagonigro, Giacomini. All. Marinelli

CHIAVARI: Cavo, Federici, Venturelli, Oliva, Barrille, Popovic, Monari, Ghio, Botto 2, Rolla, A. Caliogna 2, E. Caliogna 3. All. De Crescenzo

Arbitri: Fusco di Torino e Cataldi di Fermo

NOTE: uscito per limite di falli Botto (C) nel 3° periodo; nel 1° periodo Petronio (T) ha sbagliato un tiro di rigore (parato); superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 5/7 + 1 rigore, Chiavari 3/5; spettatori 200 circa

 

Gli altri risultati (ultima giornata di ritorno): Rn Imperia – Pallanuoto Brescia 8-10, Torino 81 – Rn Sori 9-1, Andrea Doria – Rapallo 13-8, Sc Quinto – Rn Camogli 6-6, Lavagna 90 – Sport Management Verona 9-17

La classifica: Sport Management Verona 64, Pallanuoto Trieste 47, Sc Quinto 46, Lavagna 90 38, Rn Sori 35, Torino 81 35, Chiavari 31, Rn Camogli 28, Andrea Doria 25, Pallanuoto Brescia 24, Rn Imperia 13, Rapallo 0 (Verona, Trieste, Quinto e Lavagna ai play-off; Brescia e Imperia ai play-out; Rapallo retrocesso in serie B)

 

Ti è piaciuto questo articolo?