Articoli

Domenica in Via Petracco con tre incontri in totale, ma tra questi le prime due partite dei quarti di finale Crese Cup ad infiammare il campo 1. Nel principale torneo di calcio ben 19 i gol realizzati, anche se a tanta precisione non ha fatto da contraltare l’equilibrio, alla luce delle due larghe vittorie scaturite.

Ore 20

Centro Revisioni (nella foto di Matteo Nedok) guidato dal trascinatore Christian Fantina in campo oltre che da Chicco Del Prete e dal presidente Maiani in panchina; dall’altra parte Vittorio Muiesan cerca la chiave giusta per innescare il centravanti ‘figliol prodigo’ Matteo col supporto dei giovani talenti.

Tutti pensano ad un avvio di studio, Fantina (2′) e Mormile (3′) non la pensano così, indirizzando subito il match. La Tecia entra in gara tardino, Muiesan centra la traversa prima di accorciare al 18′, ma in cinque minuti ancora Mormile (20′) e Fantina (23′) scavano un solco quasi invalicabile alle porte della pausa. Nella ripresa la reazione de La Tecia non graffia particolarmente, Geroni assume in area le sembianze di una montagna, Iaconcich sorvola su un paio di episodi sospetti in area bianco-nera facendo perdere le staffe a Muiesan e compagni. Il Centro Revisioni sornione attende il momento giusto e sferra la zampata prima con Mormile (7′), poi con un mancino da fuori di Zandanel (14′). La qualificazione è in archivio, Degrassi (22′) infierisce dopo un gran contropiede, Braini (25′) e Muiesan su rigore (27′), rendono un briciolo meno amaro un passivo comunque pesante. Centro Revisioni a vele spiegate in semifinale, dopo aver eliminato i campioni in carica ed un’altra seria candidata al titolo. Dove vogliono arrivare i ragazzi di Del Prete e del presidente Maiani?

Ore 21

La prima serata dei quarti Crese Cup propone il collaudato sistema di gioco dei bianco-blu del Bar Barbapapà contro la sete di rivincita de La Portizza, eliminata agli ottavi ma tornata ‘in ballo’ con il ripescaggio. L’equilibrio viene subito spezzato da un bolide di noto un palmo dietro la linea di metà campo, Rupnik è sorpreso e la fucilata si insacca nell’angolo basso. I ragazzi di Guzic si mostrano tuttavia lucidi ed iniziano progressivamente a macinare il loro calcio fatto di tocchi rapidi, scambi di posizione, movimenti che mandano via via in tilt i meccanismi difensivi di Missi e compagni. Hervatin (6′), due volte Finkst (15′ e 17′), 3-1 con gestione della palla fino alla pausa. Nella ripresa subito un paio di fiammate de La Portizza, ma i bianco-blu non commettono l’errore del primo tempo ed allungano ulteriormente con la doppietta di Zemljak (4′ e 8′), Hervatin (16′) e ancora Zemljak (18′). Sul 7-1 un’altra punizione-bomba di Noto regala la doppietta personale al centrocampista, ma serve solo per le statistiche. Finisce 7-2, col Bar Barbapapà meritatamente in semifinale, lanciatissimo verso il titolo.

Mentre sul campo 1 andava in scena il secondo quarto di finale, nello spazio volley i Pallavolisti Per Caso si sono rivelati pallavolisti coi fiocchi, battendo in rimonta ElSitoDeSandro.it al termine di un match tirato e combattuto. Primo set ad oltranza, la spuntano i ragazzi di ‘Sandrino’ (24-26). Nel secondo parziale i PPC escono alla distanza (25-19), chiudendo in scioltezza nel terzo (25-15).

Ti è piaciuto questo articolo?

Chiusura del quadro degli ottavi Crese Cup, seguita dal ripescaggio de La Portizza e dei bianco-verdi di Mia Mamma, ammesse tramite sorteggio ai quarti di finale al via domenica. Partenza del Crese Replay sui campi 2 e 3, con in più due incontri di volley a dare ulteriore colore e spettacolo al tutto. Anche giovedì quindi serata ‘alla grande’ in Via Petracco, Crese Cup entra nel vivo e non delude le attese del pubblico, come sempre giunto in gran numero a Borgo San Sergio.

Ore 20:

In attesa del piatto forte Crese Cup sul campo 1, parte con una mezz’ora d’anticipo sui campi 2 e 3 la seconda edizione di Crese Replay, torneo di calcio al quale partecipano le compagini eliminate nei gironi Crese Cup e Crese League. Prima sfida tra Real Mania e Bm Impianti, con il Real capace di spuntarla per 2-1 grazie alle reti di Paliaga e Mania. Ai ‘blues’ non basta il centro di Stefano Cardea, per loro la strada finisce qui. Sul campo 3 si conclude anche l’avventura dei ‘cafeteros’ del Colombia Team, sconfitti 3-0 da Remo Pasticcerie e Panetterie.

Scatta alle 20 sul campo 1 la serata che chiude il quadro degli ottavi Crese Cup, con il successo in grande rimonta di EdilMuggia a spese della Trieste Costruzioni, tra le maggiori candidate alla vigilia. Pronti via e Wolf porta avanti i ragazzi di Miljkovic; meno di un minuto e Benvenuti indovina il ‘sette’ su punizione. Allungo Trieste Costruzioni a metà frazione con Toffoli e Sandi Besic, nuovo riavvicinamento EdilMuggia con Fichera (sombrero impossibile sull’uscita di Garinella), Besic non ci sta e fa doppietta riportando i suoi a +2 prima della pausa. Trieste Costruzioni approccia alla ripresa sul 4-2, forse con la volontà di gestire il punteggio; errore che si rivela pesante, EdilMuggia scende in campo col coltello tra i denti ed inizia a ‘martellare’: Metullio, ancora Benvenuti, lo splendido tocco al volo di Puzzer ed il contropiede concluso da D’Aliesio. 4-6 EdilMuggia, Trieste Costruzioni prova a rispondere ma trova spesso e volentieri i pali e le traverse a negare il gol. Alessandro Cappai riavvicina i suoi a 5 dal termine, ma sul capovolgimento di fronte è Premate a timbrare il definitivo 7-5, al termine di un’altra ripartenza da manuale. Eliminata una grande squadra, ne avanza un’altra con numeri per puntare in alto, questo il verdetto del primo incontro Crese Cup.

Nel frattempo anche gli altri tornei non riposano. Alle 20.15 sul campo 3 infatti, Souvenir Grotta Gigante e Mani in Pasta si affrontano nella terza gara Crese Replay delle quattro in programma. Due squadre uscite anzitempo dalle principali competizioni più per sfortuna che per particolari demeriti, ma a spuntarla è Souvenir Grotta Gigante per 5-2 grazie alle reti di Hoxkaj, Ruggero, Beqiri e la doppietta di Barbagallo.

Alle 20.30 si anima anche la pallavolo, primo incontro della serata Crese Volley tra NPC e Paganini Volley, con questi ultimi sulla carta leggermente avanti. Pronostico che il campo non smentisce, alla luce del successo 2-0 ‘in fotocopia’ (25-16, 25-16) del Paganini.

Ore 21:

Luci sul campo 1 per la seconda sfida Crese Cup tra Bar Barbapapà e Idrolinea. Match da pronostico lievemente sbilanciato per i bianco-blu, anche se la truppa di Milovanovic dispone allo stesso modo di giocatori dal colpo ad effetto. Velleità di Idrolinea subito smorzate dalla clamorosa traversa di Smon (appena 24″ sul cronometro), legittimata dai gol di Finkst (8′) e Zemljak (10′). Il doppio vantaggio facilita il giro-palla ai ragazzi di Gusic, dall’altra parte Duric litiga più coi legni che con il bravo Rupnik, il risultato regge per qualche minuto anche perchè è il numero 1 di Idrolinea (Markovic) ad esaltarsi in più occasioni. Nemmeno lui può però nulla in chiusura di frazione, quando Roy Rudonja finalizza un perfetto contropiede per il 3-0 che porta alla pausa. Per Idrolinea forse ancora una timida fiammella di speranza, ma bastano 30″ della ripresa per il 4-0 di Bozic, sentenza quasi inappellabile. Il rigore di Duric (6′) riaccende solo per un attimo la sfida, un’altra traversa ed una rete divorata sottoporta negano a Idrolinea il 4-2 della speranza, gli avversari contengono e nella seconda metà della ripresa dilagano con l’autorete di Miletic (12′ tiro di Roy Rudonja) e nuovamente Zemljak (26′). Finisce 6-1, chiaro messaggio del Bar Barbapapà alle pretendenti: la finalista di due edizioni fa (poi 2^), vuole arrivare in fondo anche quest’anno.

Nel frattempo sul campo 2 si sfidavano in contemporanea Help is Coming e Festazza (nella foto di Matteo Nedok), nell’ultima gara del calendario Crese Repaly di giovedì.

Non bastano a Festazza i ‘Drioli-boys’ Ario ed Axel, a segno una volta ciascuno. Help is Coming prosegue la corsa trascinata dalla doppietta di Pigato, oltre ai centri di Rihter e Codan.

Nello spazio volley va in scena alle 21.30 l’ultima partita in programma tra Mal Messi e Truppa D’Asfalto, gara nella quale le denominazioni delle squadre trovano fedele riscontro sul campo. Due a zero per ‘la truppa’, con i Mal Messi che provano nel primo set a rimanere agganciati (14-25), cedendo poi di schianto nel secondo (7-25).

Ore 22:

Rimangono accesi i riflettori soltanto sul campo 1, il piatto forte della serata Crese Cup vede l’atto conclusivo degli ottavi Crese Cup tra Ristopizza/Ariston e La Portizza. La gara parte leggermente in sordina, la riscalda Stipanicev con un tocco geniale per Sculac, tocco facile al 4′ e vantaggio Ristopizza. I ragazzi di Melissano provano la reazione con la volontà di Christian e David Zigon, la sensazione però è che il palleggio del trio Stipanicev-Sculac-Vukelic rischi di far correre a vuoto Noto e compagni. Stipanicev si prende la scena prima centrando un palo clamoroso, poi realizzando il 2-0 (18′). La pausa giova solo in parte a La Portizza, le occasioni arrivano più spesso dalle parti di Nardò ma gli spazi concessi vengono pagati a carissimo prezzo. Vukelic (5′) e Hodzic (9′) sferrano due colpi pesanti e la sfida sembra segnata. David Zigon lotta come un leone e prova a rispondere pochi secondi dopo (10′) ma l’autorete di Noto (13′) spegne la luce de La Portizza riallontanando Ristopizza. Ancora David Zigon (14′) a rispondere, ma ancora Vukelic (19′) e di nuovo Sculac (20′) mettono il timbro su una partita quasi mai in discussione. David Zigon si toglie la soddisfazione della tripletta (22′), premio meritatissimo per una grande prestazione. Christian Zigon invece cede al nervosismo e si becca due gialli, chiudendo malino una partita di grande generosità. Finisce 7-3, Stipanicev e compagni hanno avvisato la compagnia regalando gol e spettacolo oltre a mostrare solidità difensiva con Menicali e Tamaro, ma a onor del vero La Portizza non era nella miglior serata. Al termine della gara è stato effettuato il ripescaggio di due tra le sei eliminate per comporre il quadro dei quarti. Dall’urna sono uscite La Portizza e Mia Mamma, che avranno così modo di ritentare, stavolta però con l’accesso alla semifinale in palio. Ecco il quadro dei quarti:

 

Domenica

20:30 Centro Revisioni VS La Tecia

21:30 Bar Barbapapa VS La Portizza

 

Lunedi

20:30 Ristopizza Ariston VS Mia Mamma

21:30 Edil Muggia VS Autuscuole Virgilio- Leo Tatoo

Ti è piaciuto questo articolo?

Doveva essere una data ricca di spunti, agonismo, emozioni e le attese non sono certo state deluse. Grandissimo pubblico in occasione della prima serata degli ottavi di finale Crese Cup, campo 1 fulcro di una non-stop durata quasi 4 ore, arricchita da due sfide Crese Girl oltre ad altri due incontri Crese Volley, rispettivamente sul campo 2 e nello spazio dedicato. Riviviamo il battesimo delle sfide ‘dentro o fuori’, da mercoledì in programma ogni sera in Via Petracco.

Ore 20

Grandi firme ed ambizioni nel primo match in calendario tra gli ottavi di finale Crese Cup. Echocasa col blocco ‘sanluigino’ impreziosito da Venturini; Centro Revisioni sapientemente guidato dalle attenzioni di mister Del Prete e del presidente Maiani, con un Fantina in più a far male là davanti. La partita è bellissima, di fronte ad una tribuna già gremita. Fantina regala la ‘perla’ dell’1-0, Miccoli approfitta di uno svarione di Mervich per il pari ad inizio ripresa. L’arbitro Maresca ha il suo bel da fare per governare una gara tiratissima e su ottimi ritmi; quasi sulla sirena il missile terra-aria di Cerar sembra una sentenza definirtiva, ma Velner a tempo scaduto porta tutti ai supplementari, territorio di proprietà di Christian Fantina, in rete due volte per l’allungo decisivo. A Mervich nel finale la gioia di fissare il punteggio sul 5-2 per il Centro Revisioni, andando a sancire l’eliminazione dei campioni uscenti oltre a regalare un’altra grande iniezione di fiducia ai suoi in vista dei quarti. Questo Centro Revisioni può far soffrire qualsiasi avversario.

In contemporanea sul campo 2 inizia la serata Crese Girl, con l’autorevole 4-1 delle ragazze del New Team a spese delle Arrapaho, in rete con Micol Ferraro. Nelle vincitrici di giornata sono le doppiette a farla da padrone, con le firme rispettivamente di Lina Cepak e Sara Buzan.

Si anima anche lo spazio volley, grazie al successo degli Ovi Duri sui Los Gorditos. 2-0 il computo dei set, con il primo parziale abbastanza combattuto (25-17), mentre il secondo viene gestito con maggiore tranquillità (25-13).

Ore 21

Seconda gara Crese Cup che vedeva di fronte Autoscuole Virgilio/Leo Tatoo e Bar Albino, due ‘outsiders’ con ambizioni di gloria. L’incontro si rivela meno tirato del precedente, grazie al grandissimo primo tempo di Lionetti, tre gol e un palo per lasciare indietro gli avversari. Zugna sul finale di tempo prova a riaprire il discorso ma la speranza non dura molto, Palermo con una doppietta ristabilisce infatti le distanze, lasciando a Mariani la gioia di una rete inutile per il risultato, anche se meritatissima per la prestazione fornita. Autoscuole Virgilio/Leo Tatoo in scioltezza, dimostrazione di forza che è anche un messaggio per le altre pretendenti al titolo.

Sul cammpo 2 non delude le attese nemmeno Pane Vino e San Daniele, formazione Crese Girl tra le più accreditate al successo finale. 5-1 contro Viezzoli Srl (gol della bandiera della solita Marzia Valenti). Protagoniste della vittoria rosso-blu ‘le due martine’ (Bortolin e Crivici) con una doppietta a testa. Il pokerissimo è completato da Alice Broili.

Nello spazio volley conclusione del programma di mercoledì, con il successo in rimonta della Squadra Simpatia a spese della Pizzeria alla Tappa, al termine di un match tiratissimo. Primo parziale facile per la Tappa (25-10) con la sensazione di una storia già scritta. Rimontona Simpatia nel secondo (24-26) ed inerzia completamente ribaltata alla luce anche del terzo e decisivo set, finito 13-25 per la Squadra Simpatia.

Ore 22

Riflettori che rimangono puntati solo sul campo 1, La Tecia e Mia Mamma sono chiamate a concludere degnamente questa prima grande serata di fase ad eliminazione diretta. Ebbene, l’incontro vede le due squadre rispettare appieno il loro compito, dando vita ad una sfida risolta ad un secondo dagli shoot-out (rigori in movimento con partenza da centrocampo). La spunta La Tecia 4-3, con i ragazzi di Vittorio Muiesan messi spesso in crisi dall’organizzazione dei bianco-verdi avversari. I primi ad andare in rete sono infatti questi ultimi a metà primo tempo, abile Giorgi ad insaccare col destro su azione da corner. Nel momento più difficile per La Tecia arriva il pareggio poco prima dell’intervallo, Ciave col mancino da fuori pesca la prima indecisione di un Enrico Poian fin lì (e da lì in poi) straordinario. Secondo tempo ‘a scacchi’ con i legni di Mandorino (due traverse) a sfiorare la rete; Muiesan al 18′ sembra spostare la bilancia verso La Tecia, ma Visintin su indecisione avversaria porta tutti ai supplementari a 2′ dalla fine. Nell’extra-time Calò indovina la punizione del 3-2, Muiesan e compagni si ritrovano però in inferiorità, dal momento che finisce anzitempo la partita di Mandorino (doppio giallo). Poco dopo pareggio di Cramesteter in mischia e Mia Mamma sembra la squadra a questo punto favorita. Secondo supplementare con la paura di perdere, un paio di match point per i biancoverdi, ma nel finale è La Tecia ad approfittare di una capitale disattenzione avversaria: corner di Calò a pescare Muiesan dimenticato sul secondo palo, il bomber non perdona e realizza doppietta e rete qualificazione. Grande amarezza per i bianco-verdi di Mia Mamma, applauditi comunque dal numerosissimo pubblico presente, al termine di una gara di grande spessore tecnico ed emotivo.

Ti è piaciuto questo articolo?

Alla luce di quanto comunicato nelle ultime ore da parte di alcuni organi di stampa e sulla base dei “rumours” apparsi su alcuni forum di discussione, il Dott. Luciano Crupi (che in prima persona ha voluto contattare “Elsitodesandro.it”), direttore sportivo in rappresentanza della cordata presentata da Fabio Baldas in procinto di entrare a far parte della compagine societaria dell’Unione Triestina 2012, ha seccamente stigmatizzato tutto quanto è stato sinora affermato relativamente ad alcuni aspetti poco “nobili” della cordata stessa e a eventuali legami con determinate persone o realtà.

Il Dott. Crupi ha altresì dichiarato che nel corso delle prossime ore è prevista la diffusione di un comunicato stampa, in risposta a quanto apparso su alcuni quotidiani e siti sportivi locali di riferimento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Un martedi da leoni in campo, sugli spalti, sotto rete. Nove reti precise precise sono la stratosferica media dei gol segnati per gara, alla luce delle 72 volte in cui la rete è stata gonfiata nelle 8 sfide in calendario. A queste si è aggiunto il secco 2-0 rifilato nel Crese Volley dagli Sbronzi di Riace alla Pizzeria alla Tappa.

Ore 20

Crese Cup e Crese Over 35, questo il menù calcistico del martedì. Sul campo 1 prende il via la serata Crese Cup, i campioni di Echocasa faticano non poco soprattutto nel primo tempo, tant’è che l’autorete di Cerar ed il guizzo di Tarish permettono a Real Mania di chiudere avanti all’intervallo, contro l’unica rete avversaria firmata Cipolla. Nella ripresa i campioni in carica escono alla distanza, Bernabei e la tripletta di un ispiratissimo Del Zotto fissano il tabellino sul 5-2, con Echocasa a vele spiegate verso la fase finale.

Sul campo 2 parte invece la serata Crese Over 35, gli Amici di Furio si confermano squadra attrezzata sconfiggendo 4-1 anche gli Havana Club (in rete con Derman). Per gli uomini di Degrassi a bersaglio Sorini con una doppietta, Bazzarra e Steffe.

Alle 20.30 scatta il momento Crese Volley, nello spazio dedicato va in scena infatti il successo degli Sbronzi di Riace ai danni della Pizzeria alla Tappa, 2-0 il finale di una partita dominata nel primo set (25-12), più equilibrata nel secondo ma con lo stesso esito finale (25-21).

Ore 21

Sul campo 1 grandissimo pubblico ma soprattutto spettacolo puro, 4-4 tra La Tecia e Souvenir Grotta Gigante nella partita forse più bella fin qui giocata nella dodicesima edizione Crese Cup. Tensione, grandi giocate, punteggio sempre in altalena, alla fine scaturisce un pareggio che dà il primo posto matematico alla Tecia, mentre agli avversari ora non resta che sperare nelle favorevoli combinazioni di risultati con le altre squadre del girone. Apre il big-match un eurogol di Barbagallo, risposta de La Tecia con la punizione di Calò. Nel secondo tempo si scatena Mandorino con una doppietta, Carrese e una prodezza di Rushiti riportano in equilibrio la situazione; i portieri Grison e Franceschin da una parte e Strukelj dall’altra, regalano voli plastici e parate determinanti, nel finale Muiesan sembra siglare il punto decisivo per La Tecia, ma ancora Carrese gonfia la rete e rimette tutto in parità. 4-4 il pirotecnico finale, applausi a scena aperta di un pubblico numeroso e caldo come per una finale.

Sicuramente meno esplosivo ma non per questo meno importante il blitz sul campo 2 di Help is Coming ai danni di EdilMuggia, 0-1 targato La Pasquala per certi versi inatteso vista la classifica delle due compagini, anche se Premate e compagni mantengono intatte le alte percentuali di qualificazione.

Si anima anche il campo 3 con la seconda sfida nel calendario Crese Over 35, pareggio vibrante tra LastMinute Team e Joga Bonito, 2-2 deciso da Frassino e Navarra, cui hanno risposto Albanese e Masala.

Ore 22

Ultima parte del martedì con il campo 1 illuminato da un altro incontro spettacolare, alla luce del 5-4 del Bar BarbaPapà a spese de La Portizza. Per i bianco-blu a segno Mladen Rudonja (doppietta) e, con un gol ciascuno, Roy Rudonja, Finkst e Perosa. Ai biancorossi non bastano invece le reti di Gargiuolo, David Zigon e la doppietta dell’altro Zigon, Christian.

Bar BarbaPapà qualificato in scioltezza agli ottavi di finale, pubblico che se ne va dal campo 1 con la sensazione che le emozioni fioccheranno in tutte le competizioni fino alla fine, si parli di Crese Cup, League o Replay, anche chi non arriverà tra le prime due potrà ambire ad un trofeo vista l’alta qualità dei giocatori.

Passando al campo 2, difficilmente pronosticabile alla vigilia il clamoroso 18-3 di Ristopizza/Ariston contro Brams Serramenti (a segno con Radosavljevic, Cajetinac e Kavgic). Nella vendemmia di reti Bianco-rossa assoluto protagonista Sandro Hodzic (ne insacca addirittura 7!), seguito dalle triplette di Gajsek, Vukelic e Mihailovic. A completare il ricchissimo tabellino, il gol di Ivo Stipanicev oltre ad un’autorete.

Sul campo 3 chiusura di serata Crese Over 35, anche qui tantissimi gol ma con finale decisamente più incerto, la sfida termina infatti con il successo di Soncini/Triestina 70-80 per 9-8 sugli Artisti da Bar/Amatori Campanelle. Protagonista assoluto Mauro Zocco autore di ben 5 reti, seguito dalla doppietta di Rossetti e dai guizzi di Masutti e Calò. Per gli Amici da Bar/Amatori Campanelle non basta la grande serata di De Mola e Puzzer (una tripletta ciascuno) oltre ai gol di Giberna e Tulliach; l’altalena di emozioni alla fine premia Soncini/Triestina 70-80.

E stasera?

Ancora calcio e volley assoluti protagonisti sui campi di Via Petracco. Tre gare Crese Girl, due Crese Volley, ben sei di Crese League, un programma ricco che più ricco non si può!

questo il dettaglio partita per partita:

19.30 Campo 3, Crese Girl: The New Team – Pane Vino e San Daniele

20.00 Campo 1, Crese League: Centro Revisioni – Pane Vino e San Daniele

20.00 Campo 2, Crese League: Zanutta – Brams Serramenti

20.30 spazio Volley, Crese Volley: Truppa d’Asfalto – Bar Moderno

20.30 Campo 3, Crese Girl: Rasa il Pratino – Viezzoli Srl

21.00 Campo 1, Crese League: Bernarda Team – Osteria ai Tre Magnoni

21.00 Campo 2, Crese League: Excalibur – Srbjia Sport

21.30 spazio Volley, Crese Volley: Paganini Volley – ElSitoDeSandro.it

21.30 Campo 3, Crese Girl: Otibus Onrot – Ubriakanuci

22.00 Campo 1, Crese League: Supergianfa – Festazza

22.00 Campo 2, Crese League: Pizzeria da Modesto – Brada Impex

Tre diversi tornei, undici partite, quattro campi coinvolti in contemporanea, tutto accompagnato dall’apprezzatissimo spazio enogastronomico accanto al Campo 1, sempre in funzione durante le partite.

Un programma così ricco di partite ed emozioni non si trova da nessuna parte, vieni a vivere insieme a noi lo straordinario universo Crese Cup!!!

Ti è piaciuto questo articolo?

Oltre 7 gol di media a gara (65 totali) nel lunedì riservato a Crese League e Crese Girl, nove partite per una serata ricchissima di sfide ed emozioni, con l’aggiunta di un doppio incontro di volley nello spazio dedicato. Ottimo clima e consueta cornice di pubblico ad impreziosire una manifestazione che, come ogni anno, sta procedendo a gonfie vele.

Ore 20

O per meglio dire 19.30, questo infatti il primo fischio d’inizio nel lunedì sera di Via Petracco. Sul campo 3 le ragazze dello Scarsenal, forse appagate dai sei punti già racimolati in classifica, lasciano strada alle Ubriakanuci, 1-2 firmato Miani-Giovannini, mentre allo Scarsenal non basta il timbro della solita Benvegnù.

Alle 20 prende il via anche la serata Crese League, sul campo 1 è torrenziale la Pizzeria da Modesto contro i Pulcini Cartubi/Bar dei Leo, lanciata dalle doppiette di Marturano, Lionetti e Braicovich insieme al gol di Alfieri. Rete della bandiera per i Pulcini ad opera di Samuele Micieli.

Sul campo 2 altra vendemmia di gol, alla luce dell’8-2 rifilato da Brada Impex a Remo Pasticcerie e Panetterie (a segno con Petner e Cotide). A trascinare i ‘blu’ di De Panfiliis il poker di Zacchigna, la doppietta di Pacarizi e le reti di Kafexjolly e Dervish.

Alle 20.30 secondo round Crese Girl, regna l’equilibrio sul campo 3 tra Otibus Onrot e le Orsette del Cuore, 1-1 con le firme di Bonazza da una parte e Bandera dall’altra.

In contemporanea prende il via anche il programma Crese Volley, con la netta affermazione di Spritziamoci di Gioia a spese dei Los Gorditos, due set a zero sbrigati con relativa tranquillità (doppio 25-9).

Ore 21

Prosegue la serata di grazia per i bomber, così come di conseguenza vengono palesate le fragilità delle difese. Sul campo 1 è l’Excalibur a maramaldeggiare sulla Caffetteria del Borgo, come in un incontro di Wimbledon finisce 6-0; tripletta di De Bernardi, doppietta di Menechini e sigillo di Tuberoso, questi i giocatori che spingono in alto la formazione di Cristian Morelli.

Sul campo 2 altra festa del gol, grazie al perentorio 9-2 inflitto da ABC Delta Food ai danni del Bernarda Team (in rete con Salis e Pignatiello). Per gli ‘orange’ ormai virtualmente qualificati, a segno Toffoli, Suttora e Brunetti con una doppietta ciascuno, in aggiunta ai gol di Del Vecchio, Esposito e Valmastri.

Anche nel Crese Girl spariscono i risultati di misura, lasciando spazio allo straripante 0-8 di Pane Vino e San Daniele contro le Arrapaho. Per una delle formazione più seriamente candidate al titolo finale, a bersaglio Crivici con una tripletta, Bortolin con una doppietta oltre ai guizzi di Incrocci, Usenich e Sarnataro.

Finale di serata per Crese Volley con la seconda partita in calendario, terminata con un altro 2-0 stavolta per Festazza al Paganini Cafè a spese della Squadra Simpatia. 25-9 il primo parziale, 25-10 il secondo, in un incontro gestito senza eccessivi patemi da Festazza.

Ore 22

Chiusura del secondo lunedì di Via Petracco dedicata a Crese League, due gare sui campi 1 e 2 condite da ben 17 gol, ben 12 dei quali realizzati sul campo 1, alla luce del 10-2 di Trieste Costruzioni contro i ‘blues’ di Zanutta (in gol con la doppietta di Francin). Per i costruttori scatenato Gajovic (4 reti) e Mihelic (3), con in più a referto la doppietta di Isein e l’immancabile firma di Besic. Dopo un avvio un pizzico balbettante, la squadra di Mjlkovic sta trovando la quadratura del cerchio, proponendosi come una delle formazioni più attrezzate per la conquista del trofeo.

Sul campo 2 arriva qualche gol in meno, ma il 4-1 del Centro Revisioni su Bm Impianti è comunque un segnale forte. La squadra di Francesco Del Prete e del presidente Andrea Maiani gioca con pazienza, dimostrando di saper soffrire quando occorre difendersi, punendo le ingenuità degli avversari con la doppietta di Cergol e le reti di Licen e Degrassi.

Il gol di De Nicola non porta punti a Bm Impianti, solo una gioia personale per arricchire le statistiche a fine gara.

Ti è piaciuto questo articolo?

Virata la boa della prima settimana, domenica di Crese Cup e di gol a valanga in quel di Via Petracco. 43 reti realizzate nelle 5 gare della serata, gradevoli e ricche di emozioni nonostante le folate di vento.

Ore 20

Ad aprire le danze il botta e risposta tra Idrolinea e Ristopizza/Ariston sul campo 1, con i bomber dell’Est a farla padrone: Duric e Cvitovic da una parte, Stipanicev e Mihailovic dall’altra, 2-2 finale utile però solo per un piccolo passetto in classifica.

Il campo 2 proponeva una sorta di ‘dentro o fuori’ tra Fame non Go e Bar BarbaPapà, chiamate al successo per non rischiare l’eliminazione. Ebbene, il responso del campo non lascia spazio a grosse recriminazioni per Fame non Go, sommersa da un 11-3 nel quale gli unici sorrisi li hanno regalati Jar e Milic, quest’ultimo con una doppietta. Nel festival del gol dei bianco-blu del BarbaPapà, assoluto protagonista Niki Finkst autore di un poker, seguito poi dalla tripletta di Bogatinov, le due reti di Bostjan Bozic e i sigilli di Smon e Rudonja.

Ore 21

Grandissima partita al campo 1 che metteva di fronte due realtà dotate di individualità importanti, sicure candidate ad un lungo cammino in questa dodicesima edizione Crese Cup. La Tecia conferma i 5 gol siglati all’esordio ripetendo lo stesso exploit offensivo ma incassando stavolta una rete in più, il tutto vale comunque altri tre punti in classifica alla luce del 5-3 finale. Grandi firme per La Tecia, con la tripletta di Muiesan e la doppietta del gioiellino Ghulin. Il Rey’s deve alzare bandiera bianca nonostante i centri di Ferro, Marchesi e Marussi, dimostrando però valori importanti in vista del prossimo turno del girone.

A leggere i nomi delle due rose, Edilmuggia Scooterin presupporrebbe un match tendente all’equilibrio, magari concluso da un successo di misura dall’una o dall’altra parte. Edilmuggia smentisce le tabelle e travolge 8-2 Steiner (in rete con Marassi) e compagni, compiendo un decisivo balzo in chiave fase ad eliminazione diretta. Doppiette per Bussi, Albertini e Benvenuti, mentre D’Aliesio ed il sempre positivo Fichera vanno a bersaglio una volta a testa.

Ore 22

A chiudere questa grande domenica targata Crese Cup, il riscatto del Real Mania a spese del Campanelle, formazione che aveva ceduto all’esordio solo nel finale ai campioni uscenti di Echocasa. In un certo senso quindi sorprende il 5-2 finale per il Real, trionfante grazie alle doppiette di Halili e Mania, insieme alla gioia personale per Paliaga. Il Campanelle realizza con Nigris e Burni due reti valide ma solo per le statistiche, ora per la qualificazione serve un autentico miracolo, e la vittoria potrebbe addirittura non bastare.

Ti è piaciuto questo articolo?

29 reti realizzate in 5 partite, questo il bottino Crese League nella serata di giovedì, impreziosita dal 2-0 inflitto da ElSitoDeSandro ai danni di NPC per quanto riguarda il Crese Volley, unico incontro disputato ‘sotto rete’ tra quelli presenti in tabellone giovedì.

Ore 20
Ad aprire le danze del quarto appuntamento serale targato Crese, il successo 5-2 del Centro Revisioni a spese del Team Colombia, andato a segno con Ramirez e Castrinon. A dare tre punti importanti al Centro Revisioni per il cammino in Crese League, i gol di Zandanel, Greco e la tripletta di un Simone Mervich in grande spolvero. Sul campo 2 è arrivata una vittoria ancor più rotonda, alla luce del 6-2 rifilato da Zanutta al Rey’s Caffè/Macelleria Remo (nella foto di Matteo Nedok). La doppietta di Cramesteter insieme ai gol di Chen, Giannico, Roseno e Francini hanno tenuto a distanza i giallo-rosso-neri del Rey’s, a bersaglio con Marchesi e Mistretta.

Ore 21
Cinque reti e due marcatori, nel 4-1 dei Mani in Pasta a spese del Bernarda Team. Nei bianco-verdi in grande evidenza Tuccio autore di una quaterna, mentre per gli avversari solo Arton Piff è riuscito a gonfiare la rete del campo 1. In contemporanea sul campo 2, palpitante successo del Paganini Cafè sull’Excalibur, un 3-2 deciso dai guizzi di Rocca, Leo e Davanzo, mentre dall’altra parte non è bastata la doppietta di Menichini.

In prossimità dell’intervallo delle due gare delle 21, ha preso il via nell’area riservata al volley l’incontro tra ElSitoDeSandro e NPC, andato in archivio col secco punteggio di 2 set a zero per i ‘sandrini. Primo parziale letteralmente dominato (25-5), più combattuto il secondo, seppur chiuso anche questo con un margine tutto sommato rassicurante (25-19). NPC rimandata al prossimo turno, ElSitoDeSandro a vele spiegate verso la fase ad eliminazione diretta.

Ore 22
Una gara sul campo 1, a chiudere la serata di giovedì targata Crese League. Non sono mancate le emozioni così come protagonista è stato l’equilibrio, alla luce del 2-2 maturato tra Studio R/Bar San Luigi e Supergianfa. Nicola Tuntar e Vincenzo Romano tracciano la strada verso i tre punti ai ‘blu’ dello Studio R, non la pensa allo stesso modo Christian Padovan, una doppietta da vero capitano per un pareggio che lascia inalterate speranze di qualificazione per entrambe le compagini.

E stasera?

Programma ricco che più ricco non si può, con calcio e volley ancora sotto i riflettori. A partire dalle 20 Crese Cup protagonista sui campi 1 e 2, da una parte Brams Serramenti e Nca Nuova Casa dell’Adesivo a caccia del riscatto dopo un esordio tribolato, dall’altra Marea Rive contro La Portizza per candidarsi alla fase ad eliminazione diretta.

Sempre alle 20 ma sul campo 3 entreranno in scena i colpi di Crese Over 35, con l’esordio nella manifestazione degli Amici di Furio contro un’altra squadra al primo incontro, LastMinute Team.

Emozioni e gare su tutti i campi, dal momento che alle 20.30 partirà anche la serata Crese Volley, con la sfida tra Bar Moderno e Generation Volley.

Alle 21 ancora Crese Cup, sul campo 1 un vero e proprio ‘spareggio’ tra Help is Coming e Mia Mamma, entrambe sconfitte all’esordio e quindi costrette a cercare i tre punti per continuare la corsa. Sul campo 2 Souvenir Grotta Gigante se la vedrà contro Trieste Costruzioni, potendo contare sulla vittoria all’esordio al contrario dei rosso-blu di Miljkovic, sconfitti da La Tecia e quindi inaspettatamente già a rischio eliminazione.

Sul campo 3 andrà in scena invece il secondo incontro nel programma Crese Over 35, Borussia Trieste chiamata al battesimo in questa manifestazione contro Pro Lorenzo, compagine sconfitta all’esordio e quindi vogliosa di prendersi il pronto riscatto.

Alle 21.30 un nuovo match Crese Volley nello spazio dedicato, Sissa e Ovi Duri tra ricezioni, muri e schiacciate per decidere chi si porterà a casa i due decisivi set per la vittoria.

Alle 22 le ultime 3 partite di questo ricchissimo venerdì sera; Crese Cup sui campi 1 e 2, Centro Revisioni e Pulcini Cartubi/Bar dei Leo si affrontano in quello che per entrambe è l’esordio nel torneo più importante della kermesse. Sul campo 2 la sfida promette fuochi d’artificio, con i campioni uscenti di Echocasa chiamati a confermare il successo (di misura) dell’esordio, al cospetto di un’altra squadra a punteggio pieno, il Bar Albino di bomber Apollonio.

Sul campo 3 è in programma l’ultima partita nel tabellone della serata Crese Over 35, Soncini/Triestina 70-80 se la vedrà contro Ecoclima, da una parte una formazione vittoriosa, dall’altra una reduce da una pesante sconfitta, il pronostico sembra segnato ma la palla, come si dice in questi casi, è rotonda…

La ricchissima serata sui 4 campi di Via Petracco, sarà naturalmente impreziosita dall’apprezzatissimo spazio enogastronomico accanto al campo 1, in funzione durante tutte le partite.

Il programma è vastissimo, le emozioni non mancheranno nemmeno stasera, a questo punto vi aspettiamo numerosi come ogni sera per vivere il mondo Crese insieme a noi!!!

Crese Cup, il calcio è solo l’inizio…

Ti è piaciuto questo articolo?

Mercoledì da leoni in quel di Via Petracco, soprattutto per i portieri. Da Vasku (nella foto di Matteo Nedok) a Franceschin, da Manosperti a Rupnik, in una serata nella quale non sono mancate le reti (50 in 8 gare), ma dove soprattutto i numeri uno si sono presi più volte le luci della ribalta, grazie ad interventi decisivi quanto spettacolari, alcuni davvero al limite dell’impossibile.

Ore 20
Una partita di Crese Cup ad aprire la terza serata, con il successo di misura del Bar Albino ai danni del Real Mania, un 3-2 palpitante ed acceso fino all’ultimo respiro, deciso dalla tripletta di Apollonio per i giallo-neri e dalle reti di Halili e Mania per il Real. Sul campo 3 invece si è aperta la serie di tre partite nel tabellone Crese Girl, la prima delle quali ha visto lo straripante 7-0 delle ragazze del New Team a spese di Rasa Il Pratino, punteggio roboante grazie alle doppiette di Psaker, Cepak e Kunej, oltre al sigillo di Monika Pozar.

Ore 21
Partite su tutti e tre i campi di Borgo San Sergio, ottimo pubblico e grandi giocate, all’insegna dell’intensità e del botta e risposta fino all’ultimo minuto.

Esordio ok per La Tecia sul campo 1, la doppietta di Muiesan, le reti di Mandorino, Grego ed il jolly dalla distanza di Calò tengono lontana la Trieste Costruzioni, a bersaglio con Acic e Vranic ma incapace di ‘bucare’ maggiormente la porta del bravissimo Franceschin, in una gara che ha visto sugli scudi anche l’altro portiere Vasku, nonostante le 5 reti al passivo.

Sul campo 2 successo convincente di Edilmuggia, 5-1 contro Mia Mamma (gol di Sugan) targato D’Aliesio (doppietta), Bussi, Chen e Petrini, una vittoria che lancia Premate e compagni verso la qualificazione alla seconda fase, anche se il girone non è ancora finito.

A prendersi la scena sul campo 3 è stata Marzia Valenti, one-girl-show per Viezzoli Srl, poker personale a sancire il 4-2 contro Arrapaho, cui non è bastata la doppietta di una comunque ispirata Jessica Nemaz.

Ore 22
Incontro atteso alla vigilia, pirotecnico una volta entrato nel vivo, il 4-4 tra Marea Rive e Bar BarbaPapà ha illuminato il campo 1 con un appassionante inseguimento tra due delle formazioni più attrezzate del Crese Cup. La tripletta di Podgornik ed il gol di Menichini mandano in fuga Marea Rive (avanti anche 4-1), i bianco-blu avversari escono alla distanza rispondendo con la doppietta di Rudonja, il sigillo di Kapun e quello di Bogatinov. Otto gol realizzati in un match che sarebbe potuto terminare con un tabellino decisamente più corposo, ma Manosperti da una parte e Rupnik dall’altra hanno letteralmente dato spettacolo con parate degne dei palcoscenici più prestigiosi.

Meno equilibrata la partita disputata sul campo 2, conclusasi col tennistico 2-6 di Ristopizza-Ariston ai danni della NCA Nuova Casa dell’Adesivo. Due soli marcatori per Ristopizza-Ariston, ma letali sottoporta. Poker per Robi Gajsek, doppietta per Sandro Hodzic, bomber in serata di grazia per rendere così semplice gioia personale le reti di Cipriano e Vianello.

Sul campo 3 è andata in scena l’ultima gara in programma nella seconda serata Crese Girl, incontro che ha fatto registrare la seconda vittoria consecutiva per le ragazze dello Scarsenal, capaci dopo il 4-0 all’esordio di regolare 3-0 anche l’Asd Venezia Giulia. Benvegnu, Cerne e Meiacco, queste le giocatrici a bersaglio, questo il triplo mittente del chiaro messaggio spedito alla concorrenza, per uno Scarsenal seriamente candidato ad arrivare fino in fondo.

Ti è piaciuto questo articolo?

Baciata da un clima perfetto oltre che dalla consueta buona cornice di pubblico, la serata di martedi ha visto l’inizio dei tornei Crese League (campo 1 e 2) e Crese Over 35 (campo 3). Nove partite con la fantasmagorica cifra di 83 reti messe a segno, alcune gare chiuse in goleada, altre con punteggi pirotecnici.

Ore 20

La terza edizione della Crese League si è aperta con i campioni in carica di Pane Vino e San Daniele trascinati dal trio Fantina – Zugna – Bertocchi, autori di 5 dei 6 gol (l’altro è di Mantese) per esordire in scioltezza contro BM Impianti. Sempre alle 20 ma sul campo 2 è stata la volta di un’altra squadra molto attesa, rivelatasi all’altezza delle aspettative. La Trieste Costruzione (nella foto di Matteo Nedok) travolge Brams Serramenti con un 16-1 che non lascia spazio a commenti. Per il team di Miljkovic sugli scudi Hodzic (4 reti), Copic, Smitran e Besic con una tripletta a testa, doppietta Vranic e sigillo personale di Gajovic. Per gli avversari gol della bandiera di Novakovic, con la possibilità di migliorare lo sfortunato esordio già dalla prossima gara.

Sul campo 3 avvio ufficiale anche per la seconda edizione di Crese Over 35, battezzata dal tennistico 6-1 di Havana Club ai danni degli Orange Neri, in gol con Zurlo. Per Havana Club in evidenza Riccardo Debosicchi, autentico trascinatore con una tripletta, Cotterle, Varjen e Iacovoni gli altri compagni andati a bersaglio con una rete a testa.

Ore 21

Dopo la grande impressione destata da due delle principali candidate al titolo finale, ottimo avvio anche per gli ‘orange’ di ABC Delta Food, guidati dal duo Brunetti (3 gol) – Toffoli (doppietta), insieme a Pellis e ad un’autorete per mettere a referto l’1-7 a spese dell’Osteria Ai Tre Magnoni (a segno con Shuajpi). Sul campo 2 protagonista un Nikola Gajcanin in serata di grazia, decisivo con la sua tripletta (unita al gol di Janosevic) per tenere a distanza La Caffetteria Del Borgo (Babic e Felluga), regalando così i primi tre punti del torneo a Srbjia Sport.

Sul campo 3 seconda gara in programma nella prima serata di Crese Over 35, incontro all’insegna del botta e risposta, dell’equilibrio e dei tanti gol. A spuntarla è la formazione Soncini/Triestina 70-80, sospinta dal poker di un ispiratissimo Davide Drioli, in aggiunta alla doppietta di Zocco e dalla gioia personale per Germani. Non sono invece bastate alla Pro Lorenzo la tripletta di Erik Bronzi e le reti di Paliaga e Cressiach, in attesa ora del pronto riscatto nel prossimo turno del girone.

Ore 22

La prima serata di Crese League si è chiusa con il successo di misura di Festazza su Poggy Ray, un 3-2 tirato fino all’ultimo e deciso da Cosoli, Cozzolino e Drioli, che hanno così reso vani i guizzi di Petranich e Ravalico. Sul campo 2 era di scena un’altra formazione chiamata a fare la voce grossa, Brada Impex non s’è fatta attendere sommergendo Pulcini Cartubi sotto un perentorio 12-2. Morina in formissima, autore di metà dei gol dei suoi, tabellino completato dalle doppiette di Pacarizi, Dervish e Kafexjolly. A rendere un briciolo meno amaro il passivo agli avversari, il centro di Angelo Vanacore oltre ad un’autorete.

Sul campo 3 è andata in scena l’ultima gara della serata di Crese Over 35, incontro che ha visto il travolgente esordio degli Artisti da Bar/Amatori Campanelle, capaci di un rotondo 7-1 a spese di Ecoclima, a segno con Degano. Dall’altra parte invece è stato Puzzer a farla da padrone con un poker, seguito dalla doppietta di Guarino e dal gol di Marcucci.

E stasera?

Ancora calcio protagonista, sui campi 1 e 2 sarà la seconda serata di Crese Cup a prendersi le luci della ribalta con 5 incontri in calendario. A partire dalle 20 Bar Alpino – Real Mania, Trieste Costruzioni – La Tecia, Mia Mamma – Edil Muggia, Marea Rive – Bar BarbaPapà, Nuova Casa dell’Adesivo – Ristopizza Ariston. Sul campo 3 invece andrà in scena la seconda serata targata Crese Girl, a partire dalle 19.30 le gare The New Team – Rasa Il Pratino, Viezzoli Srl – Arrapaho, Scarsenal – Asd Venezia Giulia. I colpi ad effetto dei giocatori più attesi, lo spirito di squadra delle campionesse in rosa, il tutto condito dall’ampio ed apprezzatissimo spazio enogastronomico, sempre in funzione nel corso delle serate Crese Cup.

Appuntamento a questa sera, vivi insieme a noi le emozioni del mondo Crese Cup!!!


Ti è piaciuto questo articolo?