Tag Archivio per: Bogliasco

Una straordinaria Pallanuoto Trieste passa a Bogliasco sul campo dello Sporting Club Quinto (6-8 il risultato finale) e agguanta proprio i liguri, e il Sori, in vetta al campionato di serie A2 maschile. Il big-match della quinta giornata di andata non ha deluso le attese: le due squadre si sono date battaglia per tutti i 32′ di gioco, l’incertezza è stata pressoché totale fino agli ultimi istanti, l’epilogo comunque ha premiato con pieno merito la Pallanuoto Trieste. “Sono contento – esclama l’allenatore alabardato Stefano Piccardo pochi minuti dopo la fine del match di Bogliasco – soprattutto per i ragazzi, che stanno lavorando tantissimo in settimana, e i frutti di tutto questo impegno si iniziano a vedere. Abbiamo battuto la squadra più forte del campionato assieme al Sori, ma la strada è ancora molto lunga”.

La cronaca. Il primo periodo fila via sulle ali dell’equilibrio, i ritmi di gioco si mantengono altissimi, ma nessuna delle due squadre trova la via della rete: 0-0 dopo i primi 8′ di gioco. In apertura di secondo periodo Popovic porta avanti Trieste, vantaggio subito cancellato da Luccianti. Poi capitan Giorgi si inventa una gran deviazione dai 2 metri e gli ospiti chiudono avanti (1-2) il 2° periodo. Dopo il cambio di campo però il Quinto reagisce prontamente e Brambilla in superiorità trova il gol del 2-2. Sempre con l’uomo in più arriva il nuovo vantaggio della Pallanuoto Trieste con Popovic (2-3 a 5’17” dalla fine del tempo), i liguri però operano in breve aggancio e sorpasso con Giordano e Lucciani. L’ultimo periodo si apre con i padroni di casa avanti per 4-3, ma arriva immediata la stoccata di Spadoni per il 4-4 alabardato. Le occasioni fioccano su entrambi i fronti, Giordano riporta avanti il Quinto (5-4 a 6′ dalla fine), prima del rapido uno-due firmato Petronio e Henriques Berlanga: 5-6. Il Quinto non ci sta e il solito Luccianti trova il gol del 6-6 a 2’19” dalla sirena, poi però è un monologo alabardato. A 1’40” dalla fine la stoccata di Ferreccio vale il 6-7, la difesa regge ad un’azione dei liguri in superiorità numerica, poi un monumentale Popovic si guadagna un rigore, trasformato con freddezza da Ray Petronio. A 50” dalla fine la Pallanuoto Trieste si ritrova avanti sul 6-8, il Quinto non ha più né forza né tempo sufficiente per reagire.

“Abbiamo vinto questa partita giocando con la testa e con il cuore – chiosa il d.s. alabardato Andrea Brazzatti – ma soprattutto con la giusta lucidità nei momenti decisivi, quella che qualche volta ci mancava in passato. Di solito non parlo dei singoli, ma questa vorrei elogiare il nostro capitan Aaron Giorgi, autore di una grande prestazione. Sono tre punti fondamentali per la classifica, ma guardiamo avanti, perché questa squadra ha ancora ampi margini di miglioramento”.

SC QUINTO – PALLANUOTO TRIESTE 6-8 (0-0; 1-2; 3-1; 2-5)

SC QUINTO: Scanu, Castagnola, Brambilla, Luccianti 3, Turbati, Giordano 2, Martinic, Palmieri, Brambilla 1, Bittarello, Spigno, Pino, Pedroni. All. Paganuzzi

PALLANUOTO TRIESTE: Jurisic, Podgornik, Petronio 2, Ferreccio 1, Giorgi 1, Giacomini, Popovic 2, Zadeu, Namar, Henriques Berlanga 1, Spadoni 1, Lagonigro, Vannella. All. Piccardo

 

Gli altri risultati (5° giornata di andata): Rn Camogli – Rn Imperia 13-5, Albaro Nervi – Chiavari 9-8, Brescia Waterpolo – Plebiscito Padova 8-14, Rn Sori – Lavagna 90 9-7, Rn Arenzano – Torino 81 13-13

La classifica: Pallanuoto Trieste 12, Sc Quinto 12, Rn Sori 12, Rn Camogli 9, Torino 81 8, Lavagna 90 7, Chiavari 6, Plebiscito Padova 4, Rn Arenzano 4, Albaro Nervi 4, Rn Imperia 3, Brescia Waterpolo 0

Ti è piaciuto questo articolo?

La Pallanuoto Trieste non riesce nell’impresa di conquistare un risultato positivo a Bogliasco. Nella 4° giornata di andata del campionato di serie A2 maschile gli alabardati sono stati superati dal Quinto per 6-5, grazie ad un gol siglato da Luccianti in situazione di superiorità numerica a 40” dalla sirena finale. E dopo il capitombolo interno con il Chiavari, arrivato proprio nelle battute conclusive del match, matura un’altra beffa per gli alabardati, bravi nel tenere a bada i forti padroni di casa per tutta la durata dell’incontro, ma puniti da un paio di episodi sfavorevoli che hanno fatto la differenza.

Gara equilibrata, con le squadre che si affrontano su ritmi molto alti di gioco. Miroslav Ksrtovic, dopo l’infortunio di Bologna, torna a disposizione di Ugo Marinelli ma il tecnico della Pallanuoto Trieste preferisce non rischiare l’attaccante serbo, che resta in panchina per tutti i 32′ di gioco. Il Quinto si porta in vantaggio con un gol di Galassi, risponde Gabriel Namar e dopo 8′ il punteggio è fissato sull’1-1. La compagine triestina si affida in attacco alle iniziative di Ray Petronio e Filippo Ferreccio, che trascinano gli ospiti sul 2-3 al cambio di campo. Nel 3° periodo arriva il pari dei liguri, poi Trieste si riporta avanti. Si entra negli ultimi 8′ di partita con il punteggio fissato sul 3-4, la sfida si deciderà in volata. In apertura di 4° periodo il Quinto sfrutta alla perfezione una superiorità numerica per raggiungere il pareggio (4-4), poi i liguri operano anche il sorpasso grazie ad una rapida controfuga: 5-4 a 3′ dalla fine. La reazione della Pallanuoto Trieste è immediata e Ferreccio realizza un gran gol che vale il 5-5. Si arriva all’epilogo, con la rete di Luccianti che firma il definitivo 6-5 a 40” dalla sirena finale. Gli alabardati però costruiscono l’occasione del pareggio, con Petronio che si libera sui 2 metri e scaglia a botta sicura verso la porta di Scanu, che con un autentico miracolo evita un pari che la Pallanuoto Trieste avrebbe anche meritato. I liguri festeggiano, alla Pallanuoto Trieste restano i rimpianti per una prestazione positiva, ma purtroppo inficiata da un paio di ingenuità pagate a caro prezzo. Con il Lavagna sabato prossimo alla Bianchi bisognerà invertire immediatamente la rotta.

SC QUINTO – PALLANUOTO TRIESTE 6-5 (1-1; 1-2; 1-1; 3-1)

SC QUINTO: Scanu, Brondi, Fajette, Luccianti 3, Galassi 2, Turbati, Fracas, Westermann, Hollis, Bittarello 1, Spigno, Pino, Fulcheris. All. Paganuzzi

PALLANUOTO TRIESTE: Jurisic, Vitiello, Petronio 2, F. Ferreccio 2, A. Giorgi, Krstovic, Verh, Covi, Namar 1, Henriques Berlanga, Spadoni, Giacomini, Lagonigro. All. Marinelli

Arbitri: Fusco e Taccini

NOTE: nessuno uscito per 3 falli gravi; superiorità numeriche Quinto 2/6 + 1 rigore, Pallanuoto Trieste 2/6; spettatori 300 circa

Gli altri risultati (4° giornata di andata): President Bologna – Plebiscito Padova 9-8, Andrea Doria – Rn Imperia 3-5, Lavagna 90 – Como 6-11, Chiavari – Rn Sori 5-5, Torino 81 – Pallanuoto Brescia 10-10

La classifica: Como 12, Pallanuoto Brescia 10, Rn Imperia 9, Sc Quinto 6, Pallanuoto Trieste 6, Plebiscito Padova 6, Rn Sori 5, Lavagna 90 4, President Bologna 4, Chiavari 4, Torino 81 1, Andrea Doria 1

Ti è piaciuto questo articolo?

A caccia del riscatto su uno dei campi più difficili di tutta la categoria. Sabato 9 febbraio, nella 4° giornata del campionato di serie A2 maschile, la Pallanuoto Trieste sarà impegnata a Bogliasco (si gioca alle ore 18.00) per affrontare il temibile Sc Quinto. Nella prima – insidiosa – trasferta ligure della stagione, la squadra alabardata è chiamata a riscattare la battuta d’arresto casalinga patita contro il Chiavari. Ma non sarà facile, anche perchè il Quinto di Marco Paganuzzi è senza dubbio una squadra di notevole qualità, difficilmente superabile sul campo amico.

In casa Pallanuoto Trieste non è ancora rientrato l’allarme riguardo le condizioni di Miroslav Krstovic. L’attaccante serbo ha ripreso ad allenarsi con continuità, sembra non accusare particolari problemi sotto il piano del nuoto, ma fatica ancora nella gestione del pallone. L’infortunio al pettorale destro appare ormai in via di guarigione, Krstovic sarà impiegato nella trasferta di Bogliasco, ma il suo stato di forma non si può certo definire brillante.

“E’ stata una settimana difficile – spiega l’allenatore della Pallanuoto Trieste Ugo Marinelli – ci siamo allenati con buona continuità ma nell’amichevole con il Vk Opatija non abbiamo fatto bene. Loro sono in crescita di condizione, noi invece eravamo un po’ scarichi. Nessun problema comunque, andiamo a Bogliasco con tutta l’intenzione di giocare la nostra partita e dare il massimo. E’ un campo difficile, sappiamo che ci attende una sfida molto insidiosa. Ma noi ci proveremo comunque”. Krstovic a parte, la Pallanuoto Trieste si presenta alla sfida con il Quinto al completo. Petronio e Namar, dopo i problemi accusati la scorsa settimana, hanno pienamente recuperato. Buone notizie, anche in vista dei prossimi durissimi impegni con Lavagna 90, Imperia e Como, un trittico estremamente delicato per gli alabardati.

I liguri padroni di casa possono contare su una squadra ricca di esperienza e talento, con l’obiettivo dichiarato di conquistare i play-off promozione. Attenzione all’australiano Hollis, autore di 8 reti in campionato, al pericoloso Fulcheris, all’esperto Luccianti, all’attento portiere Scanu, ai vari Brondi, Galassi e Turbati, autentici veterani di questa squadra. Il Quinto è comunque reduce da un avvio di campionato non semplice: sconfitta esterna con il neopromosso Lavagna all’esordio, ampio successo casalingo sull’Imperia (10-5) e poi capitombolo esterno a Como (14-12), maturato soltanto negli ultimi 60” di gioco. Nello scorso campionato gli alabardati strapparono un clamoroso successo a Bogliasco, interrompendo la lunga imbattibilità casalinga del Quinto. Servirà un’altra impresa per tornare dalla Liguria con il bottino pieno.

Le partite di sabato 9 febbraio (4° giornata di andata): Andrea Doria – Rn Imperia, Lavagna 90 – Como, Torino 81 – Pallanuoto Brescia, President Bologna – Plebiscito Padova, Chiavari – Rn Sori, Sc Quinto – Pallanuoto Trieste

La classifica: Como 9, Pallanuoto Brescia 9, Pallanuoto Trieste 6, Rn Imperia 6, Plebiscito Padova 6, Rn Sori 4, Lavagna 90 4, Sc Quinto 3, Chiavari 3, Andrea Doria 1, President Bologna 1, Torino 81 0

Ti è piaciuto questo articolo?