Quando Davide batte Golia c’è sempre da sorprendersi. Stavolta i PSSN X la combinano “grossa”, ma nel senso più positivo del termine: nonostante rotazioni praticamente ridotte a zero e col rischio tangibile di perdere anzitempo la partita per 0-20 causa mancanza del numero minimo di giocatori in campo, gli “arancioni” infilano con buona approssimazione il vero colpo di teatro al Crese Basket 2016. Nella parentesi di San Luigi di venerdì scorso, Dai & Spazza si arrende nel finale per 50-47, dopo aver dominato in lungo e in largo la prima parte di gara perdendo però feeling e inerzia nei secondi venti minuti.

Un risultato a sorpresa quello scaturito, ma fino a un certo punto: se è pur vero che lo scivolone di una delle corazzate del torneo era poco preventivabile, c’è altresì la convinzione che nessuna squadra sia davvero imbattibile. E poco importa se, nei PSSN X, ci sia stato in campo un volenteroso coach K a sparare diverso materiale edilizio verso il canestro: gli arancioni hanno davvero creduto nel risultato positivo, anche nel momento di maggior “sconforto” cestistico sul -15 (12-27) al 15′. Punto su punto, i “passionali” hanno dapprima trovato un buon parziale in avvio di ripresa, con il sorpasso di Cantarutti per il 34-33, rimanendo poi in scia ai forti avversari e concludendo con il break finale di 5-0 che chiude la contesa sul +3. Sugli scudi la prova di Boschi e Cerne (37 punti in due), mentre su lato Dai & Spazza non sono sufficienti le doppie cifre realizzative di Zornada (12) e Miani (10).

Sempre venerdì scorso, brillano invece i Tormentos che regolano Illy Sportiva col punteggio di 69-53 (primo tempo 29-22): solida come di consueto la prova di Gianluca Pozzecco, ispiratissimo soprattutto nella seconda metà di gara.

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi