Ruzzier in formato Superman, Trieste conquista la salvezza con una gara di anticipo

ruzzier_slideshow_201314

La Pallacanestro Trieste 2004 conquista la matematica salvezza in Adecco Gold con una giornata di anticipo: davanti a 4.100 spettatori (record stagionale), la formazione giuliana batte la diretta rivale Forlì per 78-75, con i romagnoli che di fatto vengono retrocessi in Lega Silver. E’ stata una partita vibrante, combattuta sino alla fine, nella quale c’è il marchio di Michele Ruzzier quale indiscusso MVP di serata: i suoi 25 punti totali, di cui 14 solo nell’ultimo quarto, hanno permesso alla compagine di casa di superare nel finale un Credito di Romagna duro a mollare la presa lungo tutti i quaranta minuti regolamentari.

Inizio di match equilibrato sul parquet del PalaTrieste: i padroni di casa vanno sul +4 al 3′, sono poi cinque punti di fila di Cain a permettere al Credito di Romagna di andare avanti di due lunghezze (9-11), con il contemporaneo e prematuro 3° fallo personale di Diliegro. Trieste, grazie a quattro consecutivi messi da Harris, riesce poi a piazzare un piccolo allungo, consolidato dalla bomba di Candussi e da due liberi di Carra per il 22-15 alla prima sirena.

I padroni di casa provano ad accelerare a inizio della seconda frazione sino al 26-17 siglato da Wood, ma i romagnoli piazzano subito dopo un break di 11-0 con Ferguson e Cain, tornando non solo rapidamente a stretto contatto triestino ma sorpassando anche i giuliani al 16′ (26-28), costringendo coach Dalmasson al time-out. Il momento difficile interno continua sino a tre minuti dalla fine, quando Trieste trova il contro-sorpasso con Harris (32-28), tuttavia il Credito di Romagna si accende nuovamente nel finale (Saccaggi, poi 1/2 di Sergio ai liberi) per poi subire allo scadere la tripla di Carra da 8 metri che permette alla compagine giuliana di chiudere sul +4 alla pausa lunga (37-33).

Alla ripresa del match continua a esserci estremo equilibrio sul parquet: i padroni di casa provano a dare una scossa a metà frazione, prima con Ruzzier e poi il duo Harris-Wood (53-44). Forlì si rimette immediatamente in carreggiata con Ferguson, abile a imbucare un paio di buone realizzazioni (-3 per il Credito di Romagna al 30′). E’ ancora la guardia statunitense a essere la croce dei triestini, mettendo il canestro del pari nell’immediato inizio di ultima frazione, assieme a Crow che in sottomano regala nuovamente il vantaggio esterno (58-60 al 32′, sino al +7 romagnolo ancora firmato da quest’ultimo). L’inerzia sembra essere nelle mani forlivesi, ma è Ruzzier a prendere in mano la situazione per Trieste: due triple di fila (73-75) e il pareggio a un minuto dal termine sono il preludio per un finale che lo vede ancor di più protagonista, segnando a 18” dalla fine il canestro dell’ennesimo sorpasso. Forlì ha l’occasione per pareggiare i conti sul capovolgimento di fronte, ma l’errore di Cain, l’1/2 ancora di Ruzzier ai liberi e il tiro da lontano che il Credito di Romagna non riesce a costruire a pochi secondi dal termine, sono il preludio per il 78-75 finale che regala alla Pallacanestro Trieste 2004 un ulteriore anno di permanenza nella seconda serie nazionale.

Pall. Trieste 2004 – Credito Romagna FC 78-75 (22-15, 37-33, 58-55)

Pall. Trieste 2004: Tonut 4 (2/3, 0/1), Harris 14 (6/9, 0/3), Ruzzier 25 (6/10, 3/7), Coronica 2 (1/5), Diliegro 2 (1/3), Candussi 13 (3/11, 2/5), Carra 8 (2/4 da tre), Mastrangelo 3 (1/2 da tre), Wood 7 (1/7, 1/3) N.E.: Fossati Allenatore: Dalmasson

Tiri Liberi: 11/14 – Rimbalzi: 40 24+16 (Harris 11) – Assist: 17 (Ruzzier 7) – Cinque Falli: Diliegro

Credito Romagna FC: Basile, Lee Cain 18 (8/17), Crow 11 (4/6, 1/5), Ferguson 23 (4/10, 4/6), Saccaggi 5 (1/3, 1/3), Eliantonio 5 (1/5, 1/2), Sergio 7 (0/1, 2/3), Rosignoli 6 (1/3) N.E.: Mascherpa, Ravaioli Allenatore: Galli

Tiri Liberi: 10/13 – Rimbalzi: 29 20+9 (Lee Cain 10) – Assist: 13 (Saccaggi 7)

 

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi