Vendetta doveva essere e vendetta è stata al Palasport “Laghetto”: la Querciambiente piazza un colpo importante a Vicenza, sbancando il parquet della Velco con un 51-56 che vale tanto oro quanto luccica. Il concomitante rovescio di Selargius in quel di Udine spinge infatti le rivierasche a +4 dal quinto posto, sicuramente non dando ancora all’Interclub la matematica sicurezza della conquista della Poule Promozione, ma facendole fare un bel salto in avanti in proiezione di quello che sarà il finale della prima fase di campionato.

Non è stata sicuramente una ciclo-turistica per Muggia, di fronte a un’avversaria che ha combattuto sino agli istanti conclusivi e all’interno di un match dove l’equilibrio ha contrassegnato gran parte dei quaranta minuti regolamentari: le ragazze di Mauro Trani hanno fatto dell’intensità agonistica la miglior virtù dell’ultima gara del 2013, andando a sbancare uno dei campi più difficili della Conference Nord-Est.

E’ probabilmente il miglior primo quarto di tutta la stagione, quello che scandisce l’avvio di sfida per le rivierasche: Capolicchio e soprattutto Palliotto (quest’ultima, nella foto di Sergio Verzier, già in doppia cifra dopo dieci minuti) trascinano in attacco la Querciambiente, con ottime percentuali in pitturato che portano le ospiti sul massimo vantaggio di +11 alla prima sirena. Vicenza, al contrario, non si dimostra precisa nell’area avversaria (1/10 in apertura), ma si ridesta alla grande nel secondo parziale: arriva il break fulmineo di 13-2 per la Velco, capace addirittura di sorpassare le avversarie sul 21-19. Quando Muggia sembra subire la fisicità delle avversarie, è la capitana Borroni a prendere in mano la squadra in momento difficile, riportando le cose a posto a metà gara (27-30).

C’è tanto equilibrio dopo la pausa lunga: a inizio terzo quarto si riattiva Palliotto in ambito offensivo, le vicentine hanno invece in Camazzola un discreto terminale offensivo che non permette alla Querciambiente di allungare (42-45 al 30′). I micro-vantaggi da ambo le parti vengono spezzati nell’ultima frazione dalle triple di Cumbat, che danno il +6 all’Interclub a quattro dalla fine (46-52). La Velco arriva fino a -3, sarà poi Borroni a chiudere la pratica con i punti della staffa.

Velco Vicenza-Querciambiente Muggia 51-56 (8-19, 27-30, 42-45)

Velco Vicenza: Camazzola 10, Fietta n.e., Colombo, Martelliano 5, Caldaro n.e., Caracciolo 13, Ferri 6, Benko 6, Prospero 4, Zimerle 7. All.Voltan

Querciambiente Muggia: Meola 2, Borroni 21, Cergol 2, Castelletto, Cumbat 9, Romagnoli, Fragiacomo n.e., Capolicchio 8, Richter n.e., Palliotto 14. All. Trani

 

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi