Per Trieste poche gioie a Veroli: Forlì resta a -4, domenica la sfida che vale una stagione

carra_veroli

Arriva una nuova sconfitta esterna per la Pallacanestro Trieste 2004: a Frosinone, la GZC Veroli si impone nettamente per 89-65 dopo una partita risolta dai ciociari nel terzo quarto, momento in cui il parziale di 28-8 messo in atto dai padroni di casa ha permesso alla compagine giallorossa di distanziare definitivamente i giuliani nel punteggio.

A livello offensivo, si parte al piccolo trotto da ambo le parti: Harris, con quattro punti di fila, regala il vantaggio esterno sul 3-4. E’ poi Samuels, con un paio di gite in lunetta e a un affondo a canestro, a ricacciare avanti i padroni di casa (+5 al 5′):  il time-out chiamato da coach Dalmasson non sembra trovare giovamento per gli ospiti, poiché i ciociari escono dal minuto di sospensione piazzando la tripla di Casella e mantenendosi poi in vantaggio lungo tutta la prima frazione, sino al 24-15 del 10′. Trieste è costretta a inseguire, trovando il -7 con quattro punti di fila di Tonut (29-22), i giallorossi tornano quindi in doppia cifra di vantaggio, prima con le realizzazioni pesanti messe  ancora a segno da Casella dai 6 metri e 75, poi costruendo buoni giochi sotto canestro che i giuliani non riescono a disinnescare. E’ in questo modo che la GZC riesce a guadagnarsi il +10  alla pausa lunga (42-32), tenendo a debita distanza gli ospiti che vedono nel finale di frazione i primi punti della partita da parte di Diliegro, fisicamente non al meglio.

Alla ripresa della sfida, c’è ancora il segno di Casella nell’apertura del break decisivo per Veroli: i padroni di casa scappano sul +20 (52-32) con Trieste che fa difficoltà sia a difendere che ad andare a realizzazione. Un nuovo parziale interno fa scivolare i biancorossi sul -32 del 28′, chiudendo di fatto il match a dieci minuti dalla fine sul 70-40. Nell’ultima frazione, Harris (24 punti allla fine) è l’ultimo a mollare per i biancorossi, costruendo praticamente da solo un break che permette a Trieste di limitare il passivo sino al -24 finale.

Con la contemporanea sconfitta interna di Forlì, prossima avversaria dei giuliani domenica prossima al “PalaTrieste”, a due giornate dal termine della stagione il team biancorosso mantiene quattro punti di vantaggio sul penultimo posto, quest’ultimo occupato proprio dai romagnoli.

GZC Veroli-Pallacanestro Trieste 2004 89-65 (24-15, 42-32, 70-40)

GZC Veroli: Rodez Sanders 4 (1/4, 0/1), Cittadini 20 (8/11), Rossi 7 (2/2, 1/2), Tomassini 7 (2/2, 0/2), Lascells Samuels 16 (5/6), Ondo Mengue 5 (2/2), Alan Blizzard 5 (1/1, 1/3), Casella 21 (2/2, 5/7), Carenza 4 (1/2, 0/2) N.E.: Fabiani
Allenatore: Ramondino


Tiri Liberi: 20/26 – Rimbalzi: 27 23+4 (Casella 7) – Assist: 14 (Tomassini 5)


Pall. Trieste 2004: Tonut 12 (6/9, 0/6), Harris 24 (7/12, 2/5), Ruzzier 4 (2/4, 0/2), Coronica, Diliegro 6 (3/5), Carra 8 (4/5, 0/1), Urbani, Wood 11 (4/7, 1/6) N.E.: Fossati, Norbedo

Allenatore: Dalmasson


Tiri Liberi: 4/7 – Rimbalzi: 27 15+12 (Harris, Coronica 8) – Assist: 9 (Ruzzier, Wood 3)

 

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi