Per Trieste nuova tappa casalinga: punti pesantissimi in palio contro Napoli

trieste_squadravsupea

Nella penultima gara casalinga della stagione (valida per la 27° giornata di campionato), la Pallacanestro Trieste 2004 ospita l’Expert Napoli, in quella che può essere considerata una delle tappe biancorosse più importanti per la conquista della salvezza.

Per la squadra partenopea, quella attuale può essere considerata come una stagione di transizione: la società del Presidente Maurizio Balbi, dopo l’acquisizione la scorsa estate del titolo sportivo della Biancoblù Bologna e un annesso mercato sicuramente degno di nota, nutriva sogni di raggiungimento della quota play-off. La mancanza della continuità di rendimento si è però dimostrata uno dei principali talloni d’Achille della Expert, costretta a viaggiare quasi costantemente nella parte destra della classifica di Adecco Gold.

Con 22 punti sin qui conquistati (due in più di Trieste), nelle quattro gare di campionato che rimangono ancora da disputare Napoli ha teoricamente bisogno ancora di una vittoria, ai fini della matematica certezza di disputare un’altra stagione nella seconda serie nazionale. Di fatto, la compagine allenata da coach Massimo Bianchi (ex-assistente di Demis Cavina e subentrato a quest’ultimo nello scorso mese di gennaio) è già virtualmente salva, potendo dunque giocare la parte finale della stagione senza particolari pressioni. Lontano dal parquet di casa, il ruolino di marcia azzurro parla di 3 vittorie (l’ultima arrivata due mesi fa, in casa della Aget Imola) e 10 sconfitte complessive: nell’ultimo periodo, il team partenopeo è riuscito a sgambettare l’Upea Capo D’Orlando tra le proprie mura amiche, cedendo invece alla Centrale del Latte Brescia i due punti a disposizione nello scorso turno di campionato disputato al “PalaBarbuto”.

Squadra dotata di ottime individualità, l’Expert si è spesso affidata alla propria coppia di americani: il primo della lista a stelle e strisce è Kyle Weaver, nelle ultime ore dato per sicuro partente verso la corte della Virtus Bologna ma che, al contrario, concluderà il proprio campionato a Napoli. Ala di estrema duttilità, l’ex giocatore di Canton Charge viaggia con cifre di assoluto rispetto in Adecco Gold (17 punti di media con il 50% di realizzazione dal campo, a cui vanno aggiunti quasi 8 rimbalzi a partita e un +24 di valutazione ad allacciata di scarpe). Estrema attenzione va riservata anche all’altro statunitense in maglia azzurra, il play/guardia Timothy James Black: lo scorso anno ad Anversa, l’atleta nativo di Richmond ha realizzato il proprio “season-high” proprio nell’ultima partita contro Brescia. I suoi 27 punti segnati rappresentano un biglietto da visita da non trascurare, a cui va aggiunto un eccellente 87% globale di realizzazione alla linea di tiro libero.

Sul fronte degli italiani, è senza dubbio David Brkic a svettare sopra tutti gli altri: in area pitturata, l’ala/centro classe ’82 segna di meno rispetto a quanto fatto lo scorso anno in maglia Leonessa (11.6 PPG, rispetto ai 15.8 della stagione precedente), ma rimane il punto di riferimento assoluto dei partenopei sotto i tabelloni, fiancheggiato dall’altro pivot Sylvere Justin Bryan (4.3 punti di media + 5 rimbalzi) e dall’ex-Ferentino Marco Allegretti (7.1 PPG + 3.5 RIM).
Spostandosi in ambito più perimetrale, oltre al 2° play di squadra Matteo Montano (3.4 PPG per gara), la coppia Malaventura-Ceron (entrambi guardie con propensione a giocare anche nel ruolo di ali piccole) fornisce più di 18 punti a partita; con l’utilizzo dell’ex-biancorosso Jacopo Valentini ancora tutto da valutare (il giocatore classe 1986 è ancora alle prese con un infortunio muscolare), l’Expert chiude il proprio roster con i giovani Dario Cefarelli (ventunenne ala-grande, arrivato a metà febbraio dall’Orlandina di coach Pozzecco) e Domenico Izzo(centro del 1993, visto lo scorso anno in DNC a Salerno).

All’andata, Napoli si impose sulla Pallacanestro Trieste 2004 per 85-81: fu Weaver il top-scorer partenopeo con 23 punti segnati, mentre per i biancorossi Will Harris concluse la gara del “PalaBarbuto” con 19 realizzati.  

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi