Torna alla vittoria la Pallacanestro Trieste 2004 dopo il rovescio di lunedì scorso contro la Manital Torino: i biancorossi si impongono sull’Assigeco Casalpusterlengo per 80-75, trovando due punti importanti contro una diretta concorrente per la salvezza. E’ stata una gara dai due volti per la formazione di Eugenio Dalmasson, messa sotto scacco dagli ospiti che almeno per metà gara hanno saputo sfruttare il maggior peso specifico sotto canestro. Con un Holloway fisicamente a mezzo servizio, i giuliani sono poi usciti alla distanza sfruttando velocità e migliori percentuali al tiro rispetto agli avversari, questi ultimi costretti a rincorrere sino all’ultimo senza però mai riuscire ad agganciare i triestini sino al termine della sfida.

Nell’immediato inizio di gara è Ricci il protagonista assoluto per l’Assigeco: dieci punti fulminei dell’ala forte hanno come effetto quello di mandare gli ospiti avanti addirittura in doppia cifra di vantaggio al 5′ (5-15). Trieste risulta essere parecchia contratta in attacco, trovando una realizzazione dalla distanza con Candussi dopo diversi minuti di black-out: la difesa di casa diventa successivamente più efficace, ricucendo parzialmente lo strappo con un gioco da tre punti di Grayson e con un paio di liberi segnati. E’ tuttavia l’Assigeco a chiudere avanti alla prima sirena, con un canestro da parte di Poletti per il +6 al 10′ (14-20) e con lo stesso lungo ospite – ben ispirato da Chiumenti – a ridare nuovamente dieci punti di gap alla squadra di coach Zanchi. Carra innesca un nuovo recupero biancorosso grazie a una tripla, a cui segue un appoggio a tabellone di Mastrangelo e lo “slam-dunk” di Holloway in contropiede (25-26 al 15′), è quindi un tira e molla di mini-break da ambo le parti a materializzarsi sino a metà gara, con Casalpusterlengo abile a conquistare diversi falli e a viaggiare con profitto in lunetta. Il +8 ospite viene rotto da una schiacciata a fil di sirena di Candussi, per il 32-38 al 20′ .

Dopo un inizio di terzo quarto molto equilibrato, Trieste riesce a mettere la testa avanti grazie alla salita sugli scudi di Tonut e Carra, entrambi efficaci nell’aprire la scatola difensiva ospite. Sul 47-45 interno l’Assigeco si riattiva con Alvin Young, tuttavia è nuovamente la compagine di casa a riportarsi in vantaggio con un sottomano di Coronica, per poi spingersi sul 57-50 con una “bomba” di Tonut, sino alla conquista di un prezioso +10 grazie a un’ulteriore conclusione pesante del numero 7 biancorosso. Il canestro con fallo allo scadere di Chiumenti (che però fallisce l’addizionale) manda le squadre sul 62-54 del 30′, punteggio su cui i team in campo restano bloccati per diversi minuti dopo parecchi errori e palle perse da ambo i lati. L’inerzia passa definitivamente in mani biancorosse quando, all’appoggio vincente al vetro di Coronica, fa seguito l’ottimo momento giuliano targato Mastrangelo-Grayson, entrambi ispirati nel firmare cinque punti a testa in un momento importante dell’incontro (76-67 al 37′). Seppure la tripla dall’angolo di Spissu (-5 Assigeco a 60” dal termine) costringa Trieste a una condotta di gara attenta sino al termine, saranno infine i liberi della staffa segnati da Tonut a sancire la sesta vittoria in campionato per i padroni di casa.

Pallacanestro Trieste 2004-Assigeco Casalpusterlengo 80-75 (14-20, 32-38, 62-54)

Pall. Trieste 2004: Coronica 6 (3/4), Fossati 0 (0/1), Tonut 17 (3/8, 2/4), Mastrangelo 15 (4/5, 2/3), Grayson 12 (4/7, 1/2), Candussi 13 (4/6, 1/3), Carra 11 (1/3, 3/5), Marini 0 (0/2 da tre), Holloway 6 (3/5), Prandin 0 (0/6) N.E.: Norbedo, Forza Tiri Liberi: 9/16 – Rimbalzi: 30 22+8 (Candussi 8) – Assist: 15 (Grayson 6) – Cinque Falli: Coronica, Grayson

Assigeco Casalp.: Poletti 14 (6/11), Vencato 0 (0/2, 0/1), Chiumenti 6 (2/3), Ricci 12 (4/6, 1/4), Young 17 (5/9, 1/3), Sant Roos 0 (0/3, 0/2), Donzelli 5 (1/2, 1/4), Spissu 5 (0/1, 1/3), Carrizo 9 (3/4, 1/2), Alessandri 7 (1/2) N.E.: Costa Tiri Liberi: 16/26 – Rimbalzi: 40 27+13 (Poletti 7) – Assist: 14 (Young 7)

Parziali: 14-20, 18-18, 30-16, 18-21

Arbitri: Nicolini, Pepponi, Bianchini.

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi