Tutto secondo pronostico. Nell’8° giornata di ritorno del campionato di serie A2 maschile la Pallanuoto Trieste ha superato alla Bruno Bianchi l’Andrea Doria per 10-8, conservando così il 2° posto in classifica, a -4 dalla capolista Como e con gli stessi punti del Quinto, ma con il vantaggio degli scontri diretti. Serviva solo il conforto della matematica e adesso, a 3 turni dal termine della stagione regolare, anche la qualificazione ai play-off è ormai certa per la squadra alabardata. Resta solo da decidere la griglia degli spareggi promozione.

La prestazione offerta dalla squadra di Marinelli al cospetto del fanalino di coda Andrea Doria non è stata certo una delle più brillanti della stagione. E’ anche vero che in settimana il gruppo ha lavorato tanto sotto il piano fisico, con l’obiettivo di prepararsi al meglio all’ultimo e decisivo scorcio di stagione. La vittoria, tuttavia, non è mai stata in discussione.

La Pallanuoto Trieste parte forte e dopo 120” di gioco è già avanti per 2-0 grazie alle reti di Petronio e Giacomini. Namar conquista espulsioni in sequenza dalla posizione di centroboa, gli alabardati non sono particolarmente precisi in superiorità numerica, ma prima Ferreccio in controfuga, poi ancora Giacomini con l’uomo in più, infine il ’95 Covi con una bella staffilata dalla distanza, spingono la compagine di casa sul 5-2 al termine del 1° periodo. Sembra il prologo ad un assolo della Pallanuoto Trieste, ma nel 2° periodo i meccanismi offensivi si inceppano e l’Andrea Doria accorcia con Palmieri: si va al cambio di campo sul 5-3.

Il 3° periodo si apre con la rete del 6-3 per la Pallanuoto Trieste, arrivata sull’asse Verh-Namar, con il mancino che in superiorità numerica serve un perfetto assist per il numero 9 in calottina bianca. Ma gli alabardati faticano a decollare e l’Andrea Doria resta agganciato al match. Segnano Oneto e poi l’ex Arenzano De Ferrari, sul 6-5 gli ospiti hanno l’occasione del pareggio ma Jurisic è bravissimo a sventare una rapida controfuga. Scampato il pericolo la Pallanuoto Trieste piazza l’allungo decisivo: nel giro di 60” vanno a segno Henriques Berlanga (con una sorta di tap-in cestistico) e 2 volte Petronio, si va così all’ultimo riposo con i padroni di casa avanti per 9-5 e la gara praticamente chiusa.

Nel 4° periodo comunque l’Andrea Doria non demorde, torna sotto (9-6) con Michieletto, prima di subire il gol del 10-6 realizzato da capitan Giorgi. Il finale è favorevole ai liguri, che addolciscono il passivo ancora con Michieletto e Rezzano. La sostanza non cambia. Gli alabardati riprendono la marcia dopo lo stop di Como e si preparano all’ultimo scorcio della stagione regolare che porterà 3 partite nell’arco di 7 giorni, ad iniziare dalla sfida interna con il Rn Sori di sabato prossimo.

 

PALLANUOTO TRIESTE – ANDREA DORIA 10-8 (5-2; 0-1; 4-2; 1-3)

PALLANUOTO TRIESTE: Jurisic, Vitiello, Petronio 3, F. Ferreccio 1, A. Giorgi 1, Krstovic, Verh, Covi 1, Namar 1, Henriques Berlanga 1, Spadoni, Lagonigro, Giacomini 2. All. Marinelli

ANDREA DORIA: Fantoni, Palmieri 1, Franza, Canessa, Marciano, Tosi, De Ferrari 2, Cucini, Oneto 2, Dispenza, Rezzano 1, Michieletto 2, Ottazzi. All. Della Zuana

Arbitri: Petronilli di Civitavecchia e Bonavita di Napoli

NOTE: usciti per 3 falli De Ferrari (A) e Ottazzi (A) nel 4° periodo; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 4/10 + 1 rigore, Andrea Doria 2/7; spettatori 300 circa

 

Gli altri risultati (8° giornata di ritorno): Torino 81 – Sc Quinto 7-10, Rn Sori – Como 7-11, President Bologna – Chiavari 5-5, Plebiscito Padova – Rn Imperia 10-10, Pallanuoto Brescia – Lavagna 90 14-9

La classifica: Como 46, Pallanuoto Trieste 42, Sc Quinto 42, Chiavari 38, Pallanuoto Brescia 30, Rn Imperia 28, Lavagna 90 21, Rn Sori 21, President Bologna 21, Torino 81 16, Plebiscito Padova 12, Andrea Doria 11

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi