Liguria ancora amara. La Pallanuoto Trieste perde la seconda partita consecutiva in trasferta e nella 6° giornata di andata del campionato di serie A2 maschile gli alabardati si sono arresi al Quinto per 5-3. Sconfitta bruciante quella di Bogliasco, maturata negli ultimi 8′ di gioco, dopo che gli alabardati avevano controllato la situazione con buona autorità. Tanti errori da parte della Pallanuoto Trieste (vedi l’1/5 in superiorità numerica) ma anche una conduzione arbitrale che ha fatto letteralmente infuriare l’allenatore Ugo Marinelli e il direttore sportivo Andrea Brazzatti. “Così non va bene – spiega il dirigente triestino – è la terza volta che veniamo a giocare in Liguria in questa stagione, è la terza volta che troviamo un arbitro genovese. E negli ultimi minuti si sono visti i risultati, con un metro di giudizio che è improvvisamente cambiato e 4 espulsioni per il Quinto contro zero a nostro favore. L’ho detto chiaramente anche al presidente del Gug Petronilli. Questa situazione non ci sta bene. La società spende tanti soldi e poi ci ritroviamo a dover fare i conti con una direzione di gara di bassissimo livello. Certo, noi potevamo fare certamente meglio, abbiamo sbagliato tanto. Di solito non mi piace parlare degli arbitri, ma questa volta credo si sia superato il segno”.

La cronaca. La Pallanuoto Trieste parte bene e sblocca la situazione dopo una manciata di secondi grazie ad un gol di Giacomini. Gli alabardati controllano il gioco, appaiono anche più brillanti sotto il piano fisico rispetto al Quinto, ma sbagliano tanto in fase offensiva. Ci pensa uno straordinario Egon Jurisic, autore di una partita davvero sopra le righe, a mantenere gli alabardati in vantaggio (0-1) alla fine del 1° periodo. Stesso copione anche nella seconda frazione, capitan Giorgi trova dalla posizione di centroboa la rete dello 0-2, poi Mijanovic in superiorità numerica fissa il risultato sull’1-2 al cambio di campo. Nel 3° periodo la Pallanuoto Trieste si riporta nuovamente sul +2 (1-3) grazie a Giacomini, nell’unica superiorità trasformata dagli alabardati. La produzione offensiva degli ospiti però si esaurisce qui. Il Quinto accorcia con Westermann (2-3) e poi nel 4° periodo sfrutta alla perfezione le superiorità concesse per piazzare un parziale di 3-0, in gol Luccianti, Mijanovic e Bittarello, che ribalta il risultato.

SC QUINTO – PALLANUOTO TRIESTE 5-3 (0-1; 1-1: 1-1; 3-0)

SC QUINTO: Accardo, Castagnola, A. Brambilla, Luccianti 1, Turbati, Ravina, Mijanovic 2, Westermann 1, F. Brambilla, Bittarello 1, Spigno, Pino, Fulcheris. All. Paganuzzi

PALLANUOTO TRIESTE: Jurisic, Vitiello, Petronio, F. Ferreccio, A. Giorgi 1, Krizman, Podgornik, Covi, Namar, Henriques Berlanga, Spadoni, Lagonigro, Giacomini 2. All. Marinelli

Arbitri: Piano e Ruscica

NOTE: uscito per 3 falli gravi Giacomini (T) nel 4° periodo; superiorità numeriche Quinto 4/11, Pallanuoto Trieste 1/5; spettatori 300 circa

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi