Dopo lo scivolone nel derby contro l’SGT Calligaris, la Querciambiente Muggia affila le armi a propria disposizione per tornare a vincere in campionato: digerita la delusione per la prima sconfitta di stagione (per giunta proprio contro le avversarie storiche della Ginnastica Triestina), la banda di coach Trani è proiettata verso la gara interna contro la Velco Vicenza, col chiaro intento di riprendere la corsa alle posizioni utili per la poule-promozione.

Se la continuità di rendimento era stata la chiave di Volta per le iniziali due vittorie contro Alghero e Selargius, la mancanza di “killer-istinct” è risultata fatale sabato scorso tra le mura del PalaTrieste: un’ultima frazione di gara non all’altezza della situazione ha dato via libera all’SGT, che è sembrata avere quel fuoco sacro in più nel momento decisivo della contesa. Nulla di realmente grave per l’Interclub, che oltremodo ha appreso con quel rovescio di dover lavorare ancora sull’intensità difensiva e sulla propria capacità di leggere i giochi delle avversarie.

Con un’infermeria che comincia fortunatamente a svuotarsi (all’appello mancherà solo Samantha Cergol che, almeno ancora per un paio di settimane, sarà fuori dai giochi per il recupero dall’infortunio al ginocchio), Muggia dovrà far valere la legge di Aquilinia contro una Velco che in questo inizio di stagione ha alternato prestazioni positive (l’ultima, quindici giorni fa prima del proprio turno di riposo, con la vittoria contro Udine) con altre sensibilmente peggiori (vedi il rovescio in casa della Ginnastica Triestina all’esordio di campionato). Guai però a sottovalutare l’organico allenato da Michela Voltan, dotato di buone individualità (tra tutte, la veterana Anna Zimerle e la guardia Laura Benko): sarà sicuramente una partita interessante quella di Piazzale Menguzzato, che saprà dare indicazioni concrete su come la Querciambiente avrà somatizzato la sconfitta rimediata una settimana fa.

Attenzione all’orario: la partita di sabato 2 novembre, arbitrata dai signori Rivron e Spessot, si gioca alle ore 21 e non nel tradizionale appuntamento delle 20.30.

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi