Muggia chiamata al test pre-natalizio contro la Velco Vicenza: arriverà la “vendetta” rivierasca?

Tre vere e proprie “finali” separano la Querciambiente Muggia dalla conquista di un posto al sole. Tre match importanti in proiezione futura per l’Interclub, tutti e tre diversi da preparare durante la settimana ma accomunati da un unico scopo: cercare di fare punti ovunque, per tenersi alla larga da strane e sgradite sorprese al termine della prima fase di stagione.

Galvanizzata dalla vittoria all’overtime nel derby interno contro l’SGT Calligaris, il team rivierasco è chiamato a una difficile sfida pre-natalizia: la compagine di Mauro Trani sarà di scena sul parquet di Vicenza, contro quella Velco che tanto male le fece nel girone d’andata, con un -8 sul groppone che delineò la peggior partita interna di Muggia della stagione. Per la Querciambiente il match di sabato 21 dicembre (palla a due alle ore 20.30 al Palasport “Laghetto”, arbitreranno i comaschi Fabio Poletti e Edoardo Lunghi) ha sicuramente il sapore della possibile rivincita: le venete riuscirono a disporre diverse trappole difensive lungo tutto il corso della partita del PalAquilinia, con il grande merito di arrivare nel finale di partita con un pizzico di fosforo in più rispetto all’Interclub. 

Per Borroni e compagne quella sconfitta fu un boccone amaro da digerire, che oltretutto contrassegnò un momento difficile sotto il profilo del gioco e dei risultati di quel particolare periodo: la volontà rivierasca è dunque quella di fare risultato sul parquet vicentino, non solo per vendicare il rovescio interno dello scorso 2 novembre, ma per avvicinarsi ulteriormente a una Poule Promozione abbondantemente nelle corde muggesane, con un biglietto ancora tutt’altro che staccato.

Con cinque squadre nel giro di due punti (la Querciambiente è attualmente prima assieme a Udine, ma deve ancora osservare il proprio turno di riposo nel girone di ritorno) e quattro posti a disposizione, i giochi sono ancora tutti da compiersi: per Muggia, l’imperativo è provare a vincerle (quasi) tutte, allo scopo di regalarsi una seconda fase di stagione più tranquilla e decisamente molto più nobile sotto molti aspetti.

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Rispondi