”Il barone e l’ Arciduca. Sogni d’oltremare a palazzo Revoltella”

Interessante iniziativa del Museo Revoltella di Trieste: nei prossimi giorni infatti, da venerdì 4 a domenica 6 gennaio compreso, sono in programma nuove repliche dello spettacolo itinerante “Il barone e l’ Arciduca. Sogni d’oltremare a palazzo Revoltella”.

Di stanza in stanza, nella cornice del Palazzo Revoltella, le figure del Barone e dell’Arciduca Massimiliano d’Austria si intrecciano in una immaginaria visita che quest’ultimo fece in concomitanza della sosta dell’imperatrice Elisabetta a Miramare, di ritorno dall’isola di Madera.

Il programma prevede lo spettacolo nella giornata di venerdì 4 gennaio (alle ore 19 e 20), sabato 5 gennaio (sempre alla stessa ora) e domenica 6 gennaio 2013 (alle ore 11, 16.30 e 18): il costo del biglietto è fissato a 10 € ed è necessaria la prenotazione al numero 040-6754350

Ecco infine una descrizione dello spettacolo, tratta dal Sito del Museo Revoltella

Quota

Massimiliano, spinto anche dall’aria non gradevole che si respirava al castello tra sua moglie Carlotta ed Elisabetta, approfittando dell’invito di Revoltella, avrà l’ occasione di raccontare al Barone del suo ultimo viaggio in Brasile, le sue aspirazioni, i suoi tormenti, diviso tra un carattere mite e sensibile e gli obblighi a cui il suo ruolo lo richiamavano, come l ‘accettazione della corona del Messico.

Revoltella, ancora Cavaliere, ma presto Barone, renderà partecipe l ‘ Arciduca e il pubblico della straordinaria avventura del canale di Suez e del suo viaggio in Egitto, svelando le speranze mondiali che in questa opera vengono riposte . Un confronto che metterà a nudo due personaggi profondamente diversi, per carattere, indole e visione del mondo, ma accomunati dal volere realizzare i propri sogni: la corona del Messico e la costruzione della più straordinaria opera ingegneristica del secolo.

Testo di Lino Marrazzo, regia di Davide Del Degan. Interpreti Lorenzo Acquaviva nel ruolo di Revoltella e di Ivan Zerbinati nel ruolo di Massimiliano d’ Austria.

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi