categoria pallanuototrieste

Servirà un’autentica impresa. O Quasi. Nella 3° giornata di andata del campionato di serie A2 maschile, sabato 2 febbraio alla Bruno Bianchi, nel consueto orario delle 18.30, la Pallanuoto Trieste ospita il Chiavari. A leggere la classifica, e i risultati di questi primi due turni stagionali, con gli alabardati reduci dalle brillanti vittorie ottenute con Torino 81 (10-4) e President Bologna (3-9 alla Sterlino), e i liguri ancora fermi a quota zero punti, si potrebbe anche pensare ad una sfida dal pronostico favorevole alla Pallanuoto Trieste. Niente di tutto questo. Continua a leggere

Ti è piaciuto questo articolo?

La Pallanuoto Trieste si impone con autorità sul campo del President Bologna (3-9) nella 2° giornata di andata del campionato di serie A2 maschile e concede il bis dopo la nitida vittoria conquistata sul Torino 81 all’esordio. Continua a leggere

Ti è piaciuto questo articolo?

In cerca di conferme. Nella 2° giornata di andata del campionato di serie A2 maschile la Pallanuoto Trieste si appresta ad affrontare la prima trasferta stagionale. Sabato 26 gennaio, con inizio fissato alle ore 15.30, la squadra alabardata sarà impegnata alla Sterlino di Bologna per affrontare i padroni di casa del President. Avversario temibile la compagine felsinea, reduce certo dalla pesante battuta d’arresto all’esordio con il Como (13-5 per i lombardi), ma in possesso di qualità offensive di indubbio spessore.

La Pallanuoto Trieste arriva alla sfida in terra emiliana in buone condizioni di forma. La positiva prestazione dello scorso sabato con il Torino 81 ha galvanizzato tutto l’ambiente e il gruppo si è allenato con grande determinazione nel corso della settimana. Qualche piccolo problema per Miroslav Krstovic – tra i migliori alla Bianchi nel netto successo sui piemontesi – che ha saltato un paio di allenamenti causa una leggera forma influenzale. Niente di preoccupante, l’attaccante serbo sarà regolarmente al suo posto in acqua sabato a Bologna. “Non dobbiamo lasciarci condizionare dalla pesante sconfitta che il President ha subito con il Como – afferma l’allenatore della Pallanuoto Trieste Ugo Marinelli – i bolognesi vorranno riscattarsi e giocheranno sicuramente con maggiore determinazione. Ci attende una partita molto difficile”.

E’ stata la classica “settimana tipo” in casa Pallanuoto Trieste, con la consueta amichevole del mercoledì con i croati del Vk Opatija. “La condizione del gruppo è buona – continua Marinelli – andiamo a Bologna per vincere. Ma siamo anche consapevoli delle difficoltà che incontreremo, in una piscina e in un ambiente molto particolare”.  Nello scorso campionato la Pallanuoto Trieste rimediò una netta sconfitta alla Sterlino (11-8), ribadita anche alla Bianchi (4-5 per i bolognesi). Il President ha cambiato tanto rispetto alla scorsa stagione, ma ha comunque conservato la guida tecnica del grintoso Salonia. Fari puntati su Mattesini, capocanonniere della serie A2 nella passata stagione. “Ma attenzione soprattutto a Pesenti – avverte Marinelli – uno dei migliori attaccanti della categoria”.

Infine, la designazione arbitrale: la partita tra President Bologna e Pallanuoto Trieste sarà diretta da Busacca e Sponza.

Le partite di sabato 26 gennaio (2° giornata di andata): Andrea Doria – Lavagna 90, Torino 81 – Rn Sori, President Bologna – Pallanuoto Trieste, Chiavari – Como, Sc Quinto – Rn Imperia, Pallanuoto Brescia – Plebiscito Padova

La classifica: Como 3, Pallanuoto Trieste 3, Rn Imperia 3, Plebiscito Padova 3, Pallanuoto Brescia 3, Lavagna 90 3, Chiavari 0, Andrea Doria 0, Rn Sori 0, Sc Quinto 0, President Bologna 0, Torino 81 0

www.pallanuototrieste.com

Ti è piaciuto questo articolo?

Si chiude con un pareggio – sostanzialmente giusto – la sfida tra Pallanuoto Trieste e Plebiscito Padova, ultimo test amichevole per gli alabardati prima dell’inizio del campionato di serie A2 maschile, in programma sabato 19 gennaio. Alla Bruno Bianchi è stata partita vera, combattuta, giocata nel complesso bene soprattutto dai veneti, raggiunti dalla Pallanuoto Trieste sull’8-8 grazie ad una veemente reazione nei minuti finali di gara. La prestazione degli alabardati non è stata particolarmente brillante, la squadra di Marinelli ha sbagliato molto in fase offensiva, fallendo diverse occasioni piuttosto facili e ha concesso ad un Padova molto pimpante di scappare anche sul +4 nell’ultimo periodo di gioco. Ma proprio quando il Plebiscito sembrava in pieno controllo della situazione, la Pallanuoto Trieste ha infilato un secco parziale di 4-0. Bene per gli alabardati la truppa dei giovani, in particolare il ’95 Covi e il ’97 Spadoni, che hanno lottato con grande grinta e determinazione. Un segnale certamente positivo in vista dell’avvio del campionato di serie A2 maschile, che si preannuncia come sempre piuttosto difficile.
In avvio di partita la Pallanuoto Trieste sblocca subito il risultato grazie ad una rete di Namar in superiorità numerica, fallisce alcune ghiotte occasioni per il raddoppio e poi si fa riprendere dal Padova sull’1-1. Gli ospiti giocano con maggiore aggressività e nel secondo periodo scappano sull’1-3, prima della rete di Giorgi con l’uomo in più che riporta Trieste in scia. Come ogni derby che si rispetti, la partita diventa tesa e molto combattuta. Nel 3° periodo il Padova sfrutta alla perfezione tutte le indecisioni degli alabardati e con un pizzico di fortuna (vedi un paio di involontarie deviazioni che mettono fuori causa Jurisic) si porta sul 3-6. Henriques Berlanga fallisce un comodo “uno-contro-zero” e sul ribaltamento di fronte arriva anche il gol del 3-7. Sembra fatta per i patavini. Nel 4° periodo gli ospiti, guidati in panchina dal triestino Cattaruzzi, badano soprattutto a controllare la situazione. Sul 4-8 a 4′ dalla fine la Pallanuoto Trieste cambia finalmente marcia. Una stoccata di Petronio, poi due reti in rapida successione di Henriques Berlanga e Ferreccio riaprono i conti: 7-8. A 2′ dalla fine arriva anche il pareggio (8-8) firmato da Namar in azione di controfuga. E adesso sotto con il Torino 81: con i piemontesi infatti la Pallanuoto Trieste esordirà nel campionato di serie A2 maschile. Sarà assolutamente vietato distrarsi.

PALLANUOTO TRIESTE – PLEBISCITO PADOVA 8-8 (1-1; 1-2; 2-4; 4-1)

PALLANUOTO TRIESTE: Jurisic, Vitiello, Petronio 1, Henriques Berlanga 1, Giorgi 1, Krstovic 2, Verh, Covi, Namar 2, Ferreccio 1, Spadoni, Lagonigro, Giacomini. All. Marinelli

Alessandro Scollo

Ti è piaciuto questo articolo?

Si chiude con un pareggio – sostanzialmente giusto – la sfida tra Pallanuoto Trieste e Plebiscito Padova, ultimo test amichevole per gli alabardati prima dell’inizio del campionato di serie A2 maschile, in programma sabato 19 gennaio. Alla Bruno Bianchi è stata partita vera, combattuta, giocata nel complesso bene soprattutto dai veneti, raggiunti dalla Pallanuoto Trieste sull’8-8 grazie ad una veemente reazione nei minuti finali di gara. La prestazione degli alabardati non è stata particolarmente brillante, la squadra di Marinelli ha sbagliato molto in fase offensiva, fallendo diverse occasioni piuttosto facili e ha concesso ad un Padova molto pimpante di scappare anche sul +4 nell’ultimo periodo di gioco. Ma proprio quando il Plebiscito sembrava in pieno controllo della situazione, la Pallanuoto Trieste ha infilato un secco parziale di 4-0. Bene per gli alabardati la truppa dei giovani, in particolare il ’95 Covi e il ’97 Spadoni, che hanno lottato con grande grinta e determinazione. Un segnale certamente positivo in vista dell’avvio del campionato di serie A2 maschile, che si preannuncia come sempre piuttosto difficile.
In avvio di partita la Pallanuoto Trieste sblocca subito il risultato grazie ad una rete di Namar in superiorità numerica, fallisce alcune ghiotte occasioni per il raddoppio e poi si fa riprendere dal Padova sull’1-1. Gli ospiti giocano con maggiore aggressività e nel secondo periodo scappano sull’1-3, prima della rete di Giorgi con l’uomo in più che riporta Trieste in scia. Come ogni derby che si rispetti, la partita diventa tesa e molto combattuta. Nel 3° periodo il Padova sfrutta alla perfezione tutte le indecisioni degli alabardati e con un pizzico di fortuna (vedi un paio di involontarie deviazioni che mettono fuori causa Jurisic) si porta sul 3-6. Henriques Berlanga fallisce un comodo “uno-contro-zero” e sul ribaltamento di fronte arriva anche il gol del 3-7. Sembra fatta per i patavini. Nel 4° periodo gli ospiti, guidati in panchina dal triestino Cattaruzzi, badano soprattutto a controllare la situazione. Sul 4-8 a 4′ dalla fine la Pallanuoto Trieste cambia finalmente marcia. Una stoccata di Petronio, poi due reti in rapida successione di Henriques Berlanga e Ferreccio riaprono i conti: 7-8. A 2′ dalla fine arriva anche il pareggio (8-8) firmato da Namar in azione di controfuga. E adesso sotto con il Torino 81: con i piemontesi infatti la Pallanuoto Trieste esordirà nel campionato di serie A2 maschile. Sarà assolutamente vietato distrarsi.

PALLANUOTO TRIESTE – PLEBISCITO PADOVA 8-8 (1-1; 1-2; 2-4; 4-1)

PALLANUOTO TRIESTE: Jurisic, Vitiello, Petronio 1, Henriques Berlanga 1, Giorgi 1, Krstovic 2, Verh, Covi, Namar 2, Ferreccio 1, Spadoni, Lagonigro, Giacomini. All. Marinelli

Alessandro Scollo

Ti è piaciuto questo articolo?