categoriapallamano

,

Principe Trieste-Eppan 31-24, la photogallery

Gli scatti in alta definizione della gara di campionato tra Principe Trieste ed Eppan, con la vittoria dei biancorossi per 31-24, è consultabile sul profilo Flickr di Elsitodesandro grazie agli scatti di Linda Cravagna.

Il link alla gallery è il seguente: http://bit.ly/2g6WMY1

Ti è piaciuto questo articolo?
,

Ecco perché la Pallamano Trieste non passerà mai…di moda

Ne parlavo personalmente prima di inizio campionato assieme a Giorgio Oveglia e al “Prof” Lo Duca: da un po’ di tempo la Pallamano Trieste si porta dietro una sorta di maledizione. Non solo legata al numero di scudetti sin qui conquistati nella sua storia (il “17” è tipicamente roba da far star male gli incurabili superstiziosi), bensì all’obbligatorietà di vincere sempre. Con un palmares tale, sembra quasi che tutto sia automatico. O peggio, dovuto: il classico tipo di elogio alla follìa di chi segue distrattamente – e magari solo quando le cose vanno bene – le gesta del sodalizio biancorosso. Ma non è sempre così, anche perché dalle parti di Chiarbola lo sanno bene quanto sia difficile fare le nozze con i fichi secchi.

Vederla in testa alla classifica, seppure dopo “sole” quattro giornate di campionato e in co-abitazione, fa sempre piacere. Ma ammirarla vincere anche in mezzo alle difficoltà dell’ultima ora è ancora più stimolante. Perché, credeteci, partite come quelle di sabato scorso contro Cassano Magnago un po’ di tempo fa non si riuscivano a portare a casa. Cosa è cambiato dunque in casa Principe Trieste? Probabilmente tutto e niente: di certo si intravede lo zampino di Vlado Hrvatin, un “volpone” che appena messo piede nello spogliatoio deve aver capito all’istante tutti i pregi del gruppo. Ma soprattutto tutto ciò che andava smussato e rinvigorito nello spirito di ogni singolo componente del roster. E i risultati già si vedono ad occhio nudo, non solamente per l’attuale (alta) posizione di classifica.

Attenzione però: non vanno fatti troppi voli con la fantasia e con eventuali sogni…tricolori. Questo è un campionato difficile, quest’anno ancora di più come lo si sottolineava qualche mese fa: i veri scontri diretti devono ancora arrivare (anzi, nel prossimo week-end a Pressano ce n’è uno bello tosto da affrontare) ma indubbiamente c’è un po’ di materiale per potersi rallegrare. Sì, perché l’assenza di Cosic sabato scorso – indubbiamente uno dei tasselli di punta dei biancorossi – avrebbe potuto stendere anche un bue muschiato. Ecco che proprio da qui esce la forza di Trieste: non sempre tecnicamente impeccabile sul parquet, è vero. Ma efficace al punto giusto, capace di vincere anche nelle emergenze. Ed è con questo spirito che si può nuovamente puntare in alto: con carattere, col cuore e con la consistenza del gruppo.

Riguardate per un momento la photogallery di Linda, quella di sabato scorso (la trovate su Facebook e su Flickr). E concentratevi su due immagini in particolare: i primi piani del duo Pernic-“Carpa”, un istante dopo i loro gol. Con quella loro carica, capirete perfettamente il vero significato di passione e di attaccamento alla maglia che indossano. Non dall’ultima partita vinta, ma da quando quella maglia l’hanno indossata per la prima volta in assoluto in ambito giovanile. Se la Pallamano Trieste viene spesso definita dai media locali come “la Juventus dell’handball nazionale”, portare quella casacca ha un significato ben preciso. Non per moda, ma per vero amore. E l’amore va coltivato, come si fa con una persona amata: non la si snobba, bensì si merita tutte le attenzioni del caso.

Ecco il motivo per cui, senza alcun “forse”, è giunto il momento di ri-appassionarsi di Principe Trieste. Troppi sono i sentimenti assopiti su questa “nostra” realtà: se qualcuno si dovesse basare unicamente sul concetto che da 14 lunghi anni non si vince più niente in ambito di prima squadra, chiedo gentilmente a tali individui di non mettere piede dalle parti di via Visinada. Perché di mode – nel mondo dello sport – ce ne sono fin troppe. La principale formazione di pallamano giuliana non lo è affatto. E non lo sarà mai.

Ti è piaciuto questo articolo?
, ,

Elsitodesandro riparte su Flickr e Instagram!

Si beh, direte voi: i profili ufficiali sandrini su Flickr e Instagram c’erano già da un po’ di tempo. Ma, con la nostra fotografa ufficiale Linda Cravagna che ha da poco ripreso a pieno ritmo la collaborazione con il nostro sito, anche questo lato di social network tornerà a essere costantemente aggiornato 😉

Tutte le immagini più belle dei principali eventi sportivi triestini, oltre alle galleries presenti sulla Pagina Facebook di Elsitodesandro, saranno dunque caricate anche sugli altri profili ufficiali:

instagram-logo-vector-download-400x400Instagram -> https://www.instagram.com/elsitodesandro/

social-flickr-box-icon

Flickr -> https://www.flickr.com/photos/elsitodesandro/

Ti è piaciuto questo articolo?

Pallamano Trieste-Cassano Magnago: la photogallery

E’ online la photogallery della gara di campionato tra Pallamano Trieste e Cassano Magnago, vinta dai biancorossi per 31-23: i due punti guadagnati consegnano temporaneamente ai giuliani la seconda posizione in poule play-off.

Le immagini, realizzate da Linda Cravagna, sono disponibili sul profilo ufficiale Facebook di Elsitodesandro.it al seguente link:

Photogallery Pallamano TS – Cassano Magnago (CLICK QUI)

Ti è piaciuto questo articolo?

Pallamano Trieste, ora i play-off sono matematici: tre punti d’oro col Mezzocorona

Dopo lo scivolone di una settimana fa a Eppan, la Pallamano Trieste si rimette in marcia contro Mezzocorona. Il 29-25 è risultato che regala ai biancorossi la certezza matematica dei play-off, all’interno di una regular season a corrente alternata nella quale però i ragazzi di Giorgio Oveglia hanno praticamente sempre fatto il proprio dovere tra le mura amiche di Chiarbola.

(Click qui per la photogallery della partita, a cura di Linda Cravagna)

Partita tutt’altro che spettacolare, quella giocata dai giuliani contro i trentini: nonostante i parecchi errori in fase offensiva, i padroni di casa trovano beneficio dal “solito” Dapiran in attacco, chiudendo sul +1 i primi trenta minuti. Con pazienza, Trieste imbocca la strada giusta e successivamente costruisce la giusta inerzia nella ripresa, innestando anche Cunjac e Bellomo, con un Mezzocorona che a sua volta tenta di restare in scia con Boev e Boninsegna, non riuscendo però mai a riequilibrare le sorti del match.

Trieste – Mezzocorona 29-25 (p.t 14-13)

Trieste: Zaro, Canciani, Radojkovic 5, Oveglia, Dapiran 6, Anici 4, Pernic 2, Cunjac 6, Bellomo 6, Bozic, Carpanese, Dovgan, Leone, Visintin. All: Giorgio Oveglia

Mezzocorona: Martinati, Boninsegna 5, Cappelletti, Manna 1, Boev 11, Pescador, Pedron 4, Amendolagine, Moser P., Manica 2, Mittesteiner, Rossi F., Rossi N. 3, Folgheraiter. All: Marcello Rizzi

Arbitri: Colombo-Fabbian

Ti è piaciuto questo articolo?

Trieste ritrova il gusto della vittoria, Pressano “non pervenuto” a Chiarbola

Torna a far festa la Pallamano Trieste: il “babau” Pressano si sgretola sul parquet di Chiarbola, per un 30-25 che forse non spiega a chiare tinte la superiorità biancorossa nei 60 minuti di gioco. Nonostante un inizio positivo da parte dei trentini (0-3 sul “pronti-via” dei primi minuti), la formazione di Giorgio Oveglia ha saputo piazzare un conseguente break di 17-7 sino alla prima sirena, mettendo a ferro e fuoco una difesa ospite che ha poi fatto molta fatica a trovare il bandolo della matassa sul lato opposto del campo (parecchie le palle perse dagli uomini allenati da Dumnic). Nella seconda metà di gara, i padroni di casa hanno saputo quindi amministrare con efficacia il gap accumulato nei trenta minuti iniziali, sospinti dall’ottima prova di Dapiran (top scorer con 8 reti), ben coadiuvato dal duo Radojkovic-Bellomo, a segno entrambi con 5 gol.

Grazie alla concomitante sconfitta del Cassano Magnago sul campo della capolista Bozen, Trieste torna così al 3°posto nel girone A della massima serie nazionale, potendo pensare con maggior fiducia alla difficile sfida di sabato prossimo a Eppan (sconfitto ieri a Merano).

Trieste – Pressano 30-25 (p.t. 17-10)

Trieste: Zaro, Giolo, Radojkovic 5, Oveglia 4, Dapiran 8, Anici 2, Pernic, Cunjak, Bellomo 5, Campagnolo, Di Nardo 3, Carpanese, Dovgan 2, Visintin 1. All: Giorgio Oveglia

Pressano: Bolognani 5, Chistè W. 2, Chistè D. 1, D’Antino, Di Maggio 5, Moser, Bettini, Giongo, Franceschini, Sampaolo, Alessandrini 1, Da Silva 9, Polito 2, Stocchetti. All: Branko Dumnic

Arbitri: Bassi – Scisci

Ti è piaciuto questo articolo?

Pallamano Trieste, buon test amichevole contro il Koper

La Pallamano Trieste si arrende alla compagine del Koper nell’amichevole di Chiarbola, giocata in un sabato orfano di campionato per il concomitante impegno della Nazionale maggiore.

29-31 il punteggio al termine di uno scrimmage positivo per la compagine biancorossa, sottolineato dalle parole di coach Giorgio Oveglia: “Abbiamo disputato un ottimo allenamento, anche se negli ultimi 15 minuti siamo calati. Mi ritengo soddisfatto dalle indicazioni che ho ricevuto da parte della squadra nonostante l’importante assenza di Cunjac. Con questi segnali posso affermare che siamo pronti a rituffarci nel clima del campionato”.

Il prossimo turno di regular season vedrà Trieste impegnata sul parquet del Cassano Magnago, attualmente quarto in classifica e a un solo punto di distacco dai biancorossi.

Pallamano Trieste-R.D.Koper 2013 29-31 (p.t.19-13)

Pallamano Trieste: Zaro, Campagnolo, Anici 6, Bellomo 5, Carpanese, Dovgan 4, Pernic, M.Oveglia 3, Radojkovic 4, Di Nardo 1, Dapiran 3, Visintin 3. Allenatore G.Oveglia

Ti è piaciuto questo articolo?

Primo tempo da favola, Trieste batte anche il Brixen

Una prima parte di gara eccellente diventa il miglior viatico possibile per battere i rivali storici del Brixen: la Pallamano Trieste festeggia una nuova vittoria casalinga a “Chiarbola”, imponendosi contro gli altoatesini per 23-17.

Tanta forza biancorossa, sia su base difensiva (splendide le parate di Matej Zaro nella prima mezz’ora) che su lato offensivo (le palle recuperate si sono trasformate in parecchi contropiedi vincenti), ha di fatto agevolato la conquista dei tre punti  per la compagine allenata da Giorgio Oveglia: il 14-5 alla prima sirena è gap che poi i giuliani hanno saputo mantenere con facilità nel corso della ripresa, sebbene un piccolo (ma tardivo) risveglio da parte degli ospiti – assieme a un contemporaneo rallentamento dei padroni di casa – abbia riportato il Forst sino a -5 a pochi minuti dal termine.

Con la capolista Bozen che continua a correre in solitaria nella classifica del girone A, la Pallamano Trieste resta terza in graduatoria a una lunghezza di svantaggio dal Pressano, ieri vittorioso sull’Eppan.

Trieste – Forst Brixen 23-17 (p.t. 14-5)

Trieste: Zaro, Giolo, Radojkovic 4, Oveglia 1, Dapiran 4, Anici 1, Pernic, Cunjac 5, Bellomo 3, Campagnolo, Di Nardo 3, Carpanese, Dovgan, Visintin 2. All: Giorgio Oveglia

Forst Brixen: Pfattner, Wierer, Kokuca 2, Ranalter, Dorfmann 5, Rainer, Salcher 2, Wieland, Sonnerer 5, Alvarez 2, Dejakum, Oberrauch 1. All: Michael Niederwieser

Arbitri: Iaconello – Iaconello

La classifica: Bozen 27 pti, Pressano 21, Trieste 20, Meran 12, Cassano Magnago 11, Forst Brixen 10, Eppan 9, Metelli Cologne 6, Metallsider Mezzocorona 4

Ti è piaciuto questo articolo?

Rullo compressore biancorosso sul Cologne, Trieste spazza via il Metelli

Ultima gara di girone d’andata a cinque stelle per la Pallamano Trieste, che nel “trasloco forzato” al PalaTrieste inanella una vittoria roboante contro il Metelli Cologne: 40-19 il risultato finale all’interno di un match senza storie, che i ragazzi di Giorgio Oveglia hanno saputo mettere in ghiaccio già a metà del primo tempo.

Nonostante la defezione di Kevin Anici, i giuliani hanno interpretato alla grande l’impegno che segnava il giro di boa della regular season: seppure il gap con gli avversari si allargasse sempre più nel corso dei minuti, Trieste ha mantenuto altissima l’intensità sul parquet, tanto da permettere nel finale anche l’utilizzo di tutti gli effettivi a disposizione in panchina.

Con i tre punti conquistati contro il Metelli, i biancorossi chiudono il girone d’andata confermando il proprio terzo posto, a -1 dal Pressano.

Trieste – Metelli Cologne 40-19 (p.t. 22-7)

Trieste: Zaro, Giolo 2, Radojkovic 7, Oveglia 2, Dapiran 9, Pernic 5, Cunjac 6, Bellomo 6, Campagnolo, Di Nardo 1, Carpanese, Dovgan 1, Leone, Visintin 1. All: Giorgio Oveglia

Metelli Cologne: Bonassi 1, Mercandelli 1, Cavalleri 1, Bertolez 7, Monciardini, Barbariga 1, Piantoni 5, Sirani, Alessandrini 1, Barucco, Parisini, Ghilardi, Manenti 2. All: Riccardo Riccardi

Arbitri: Limido – Donnini

La classifica: Bozen 24 pti, Pressano 18, Trieste 17, Meran 12, Forst Brixen 10, Cassano Magnago 9, Eppan 9, Metelli Cologne 6, Metallsider Mezzocorona 3

Ti è piaciuto questo articolo?

Trieste corsara a Mezzocorona, terzo posto consolidato in classifica

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la Pallamano Trieste, anche se con qualche piccolo grattacapo nel corso della partita. I biancorossi si impongono – come da pronostico – a Mezzocorona: 13-20 il risultato finale di un match nel quale i giuliani hanno faticato non poco nel mettere la freccia e accelerare sino a un gap più che discreto nel finale. I trentini, attualmente ultimi in graduatoria, hanno di fatto inizialmente “ipnotizzato” gli avversari (8-8 dopo 30 minuti), cedendo poi alla distanza nella ripresa quando il 5-1 di parziale ha permesso al Trieste di scappare via, senza soffrire troppo nei minuti conclusivi della sfida.

Con i tre punti conquistati ai danni del Metallsider, i biancorossi consolidano la terza posizione in classifica alle spalle di Bozen e Pressano.

Metallsider Mezzocorona – Trieste 13-20 (p.t. 8-8)

Metallsider Mezzocorona: Martinati, Boninsegna 1, Manna 1, Boev 1, Flor, Pescador, Moser M, Pedron 2, Amendolagine, Moser P, Luchin, Manica 4, Rossi, Folgheraiter 4. All: Marcello Rizzi

Trieste: Zaro, Radojkovic 5, Oveglia, Dapiran 6, Anici, Pernic, Cunjak 3, Bellomo 2, Campagnolo, Di Nardo 1, Carpanese 1, Dovgan 1, Visintin 1. All: Claudio Schina

Arbitri: Carrera – Rizzo

La classifica aggiornata del Girone A: 

Bozen 21 pti, Pressano 18, Trieste 14, Forst Brixen 10, Eppan 9, Meran 9, Cassano Magnago 6, Metelli Cologne 6, Metallsider Mezzocorona 3

Ti è piaciuto questo articolo?