“Boardwalk Empire”, l’eccellenza nel raccontare l’America ai tempi del Proibizionismo

slideshow_BoardwalkEmpire

Freghiamocene pure del Proibizionismo e di tutto quello che ne comporta: è questo il pensiero che pervade la testa di Enoch “Nucky” Thompson, tesoriere di Atlantic City negli anni successivi alla Grande Guerra. La sete di potere lo porta a comandare una grossa fetta della criminalità del New Jersey, diventando a pieno titolo un boss della malavita camuffato sotto l’egida della bontà d’animo verso il prossimo, dote apprezzata da buona parte dei propri concittadini.
La conoscenza fatta con Margaret Schroeder, i rapporti di amore-odio con il giovane James Harmody (suo protetto) e una situazione sempre più calda nel Boardwalk vedranno “Nucky” protagonista indiscusso di un susseguirsi continuo di eventi tutt’altro che tranquilli, per sè e per i (pochi) affetti più cari.

Già spulciando la lista dei produttori della serie (tra gli altri, il grande Martin Scorsese e il brillante attore Mark Wahlberg), “Boardwalk Empire” non può che essere definito un prodotto eccellente per come disegna, a tinte chiarissime, l’America ai tempi di Al Capone & friends. E’ innegabile che il talento sopraffino del “tesoriere” Steve Buscemi spinga inconsciamente tutti gli altri attori a superarsi nel tener testa all’ex-Iena di Tarantiniana memoria: il risultato che ne consegue è di una serie quasi perfetta, immersa tra pistolettate, contrabbando di alcolici, Ku Klux Klan in piena attività e amori tormentati di contorno.

Il successo delle prime due stagioni (che ne hanno oltretutto visto l’attribuzione di due Golden Globe e di una mezza dozzina abbondante di premi Emmy) nonchè il rinnovo per almeno un’altro paio di esse – di cui la terza partirà venerdì 22 febbraio su Sky Cinema 1 – , sono variabili che sottolineano come “Boardwalk Empire” si ponga di diritto sul gradino più alto del podio, ben sopra l’asticella della stragrande maggioranze delle serie TV apparse sul piccolo schermo negli ultimi anni.

Un piccolo capolavoro, che con buona probabilità vedrà continuare la propria “Golden Age” ancora a lungo.

VOTO SANDRINO: 9

Stagioni: 1-2
Anno: 2010-2012
Interpreti: Steve Buscemi, Kelly Macdonald, Michael Pitt, Shea Whigham
Canale trasmesso: Sky Cinema 1 – Rai 4

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi