Non poteva iniziare meglio la prima edizione della All In Sport Summer League 2013, organizzata da All In Sport ASD presso il centro sportivo “Primo Maggio” in Strada di Guardiella 7. Grandi nomi in campo, con giocatori provenienti da tutta la regione e dieci formazioni al via: fra i partecipanti, da citare Marco Spanghero, talento della Bitumcalor Trento in Legadue, ma anche altri elementi che militano in campionati nazionali, come i pordenonesi Giulio Colamarino, Edoardo Ughi o David Gaspardo (AB Sport Performance), ma anche i “gioielli” degli MG Colors Monstars Dagnello, Medizza, Cernivani oppure l’esterno volante Daniele Mastrangelo che, insieme a Totis, Kos e Cigliani sta trascinando il TramonTeam. 
 
Grande spettacolo, con il TramonTeam che incamera due vittorie in altrettanti incontri, pur soffrendo: 93 – 89 contro la Libertas e 74 – 70 su Gli Hobbit, mettendo in mostra il ’95 Marco Cerniz, playmaker che ha militato in DNC nella Servolana, e Mastrangelo (50 punti in due partite per la guardia dell’AcegasAps Trieste). Combattiva proprio la formazione de Gli Hobbit, che si becca un pesantissimo 100-35 all’esordio, contro i pordenonesi dell’AB Sport Performance, ma si riscatta nel match con il TramonTeam grazie alle triple del “Gaucho” Cristiano Cragnolin (24 con 6/13) ed alla presenza di Michele Glavina, lungo che ha militato a Ronchi dei Legionari nel 2012/2013 autore di 18 punti. Bene anche la formazione degli MG Colors Monstars, favorita per la vittoria finale: senza Stefano Cernivani e Piunti, il team allenato da Gallocchio si libera 71 – 56 dei combattivi “Vuoi che Muoro” di Gabriele Querinuzzi, Mattia Pizziga, Miran Bole e Daniel Crevatin. Importante la presenza di Zecchin (16) nel reparto ali, ma soprattutto si è messo in luce il ’96 di scuola Azzurra Stefano Cernivani, fratello d’arte che ha mostrato grandissima qualità e doti realizzative. Non da meno sono stati i Miners di Dejan Faraglia, coach locale che ha a disposizione un team interessante, formato in gran parte da atleti del 1991 e 1992: i vari Scocchi, Marchesan e De Petris non hanno lasciato scampo agli espertissimi Dai e Vai, che hanno nomi da amarcord come i fratelli Vlacci, i fratelli Tomasini e Galaverna, oppure un Ciriello che si è battuto lodevolmente (23 punti con 8/19 al tiro e 7/9 ai liberi), ma che non è bastato per salvarsi dall’84 – 59 conclusivo.
 

Chiude il cerchio il Tim Due.Zero di Stefano Rosso, che sull’ossatura dello Jadran di DNC (Daniel Batich, Ban, Malalan) aggiunge anche un lungo come Colli, il tiro di “Cana” Babich e l’iperattività di Hmeljak per avere ragione della AIF Libertas: non basta la prova sontuosa di Matteo Lucian (21 punti con 8/15 al tiro e 4/5 ai liberi), perchè la pioggia di bombe dei biancoblù travolge la Libertas, fino al 75-53 conclusivo.

Ma non è certamente finita qui: fino al 30 giugno, infatti, si continua a giocare al PalaPavletic di Strada di Guardiella 7. La AIS Summer League propone ancora tanto basket, con 140 giocatori di alto livello che non si risparmiano nemmeno nella off season: per tutte le foto, informazioni e tabellini, basta consultare il sito internet di riferimento www.megabasket.it.

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi