Due quarti a testa nell’amichevole di Aquilinia: è questo il responso dello scrimmage giocato tra Pallacanestro Trieste 2004 e Fulgor Libertas Forlì. In un palazzetto dello sport di Piazzale Menguzzato gremito di pubblico, il computo totale dei punti (89-100 finale) premia la formazione ospite, vittoriosa nel primo e nell’ultimo quarto, con i biancorossi di casa che si sono invece aggiudicati le restanti frazioni di gara.

Buona partenza ospite nei primi tre minuti di match: i romagnoli mettono in difficoltà la difesa avversaria, conquistando anche due giochi consecutivi da tre punti con Frassineti e Bruttini (5-11). Trieste – priva quest’oggi di Nicola Akele, temporaneamente rientrato a Venezia per definire la propria posizione contrattuale con l’Umana Reyer – prova a scuotersi con le realizzazioni di Tonut, ma viene doppiata al 4′ sulla tripla di Becirovic (8-16). La seconda parte di frazione è decisamente più positiva per i giuliani, in grado di conquistare falli e conseguenti tiri liberi per riavvicinarsi agli avversari. I padroni di casa arrivano sino a -6 con un break di 7-0, la Fulgor chiude però sul 17-26 alla prima sirena grazie alla tripla di Andreaus.

Nel secondo quarto, Forlì tenta di lavorare più in pitturato rispetto alla prevalenza di soluzioni perimetrali sperimentate nei dieci minuti iniziali. Sul fronte opposto, Trieste cerca invece di mettere più pressione sia sui portatori di palla avversari che sotto i tabelloni, andando poi ad agire con penetrazioni rapide verso il canestro ospite: i giuliani, con un buon Coronica che segna e cattura rimbalzi importanti, si riavvicinano sino al 42-44 del 18′ sospinti dai punti di Grayson (10 in altrettanti minuti); i romagnoli hanno però ancora un chirurgico Andreaus dalla lunga distanza a far rimanere avanti il proprio team per 47-53, pur cedendo il secondo parziale ai padroni di casa per 30-27.

La Pallacanestro Trieste 2004 recupera tutto il gap di svantaggio nei primi quattro minuti di terza frazione: il trio formato da Tonut, Grayson e Candussi permette ai biancorossi di mettere per la prima volta la testa avanti nella partita (64-61). Forlì fa fatica nel contenere la velocità giuliana, sporcando poi in attacco le buone percentuali realizzative sin lì messe a segno: sono Becirovic e Poscic a dimostrarsi sufficientemente continui per i romagnoli, mentre le triple di Carra mantengono avanti i padroni di casa di una lunghezza, a dieci dalla fine (75-74).

Si va punto a punto nel parziale conclusivo, con sorpassi e contro-sorpassi che caratterizzano la prima parte di ultimo quarto: sul +1 per Trieste, la Fulgor mette a segno un break di 7-0 con Bruttini e Frassineti (81-87 al 35′). I giuliani ritornano immediatamente sotto, grazie a tre tiri liberi segnati da Tonut (chiuderà la sfida di Aquilinia sfiorando il trentello) e l’appoggio al tabellone di Holloway, ma è Forlì a trovare l’allungo decisivo dalla linea della carità: un eccellente 10/10 complessivamente firmato da Saccaggi, Bruttini e Carraretto permette al team di Finelli di conquistare sia la frazione che il match.

 — 

Pallacanestro Trieste 2004-Fulgor Libertas Forlì 89-100 (17-26, 47-53, 75-74; parziali: 17-26, 30-27, 28-21, 14-26)

Pallacanestro Trieste 2004: Coronica 3, M.Norbedo n.e., Tonut 29, Mastrangelo 2, G.Norbedo n.e., Grayson 19, Candussi 9, Carra 11, Marini, Holloway 10, Fossati 6. All. Dalmasson

Fulgor Libertas Forlì: Dip 2, Becirovic 14, Carraretto 16, Frassineti 16, Bruttini 12, Saccaggi 9, Andreaus 12, Poscic 19, Saletti, Brighi. All. Finelli

 

Ti è piaciuto questo articolo?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi